Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Oncologia » Adenocarcinoma retto moderatamente differenziato, che fare?

Adenocarcinoma retto moderatamente differenziato, che fare?

Richiesta di Consulto Medico
Buongiorno, sono in perfetta confusione. Mia madre di anni 64 dopo un’emorragia rettale e vari accertamenti tra cui biopsia, le è stato riscontrato un adenocarcinoma moderatamente differenziato al retto basso. Non so a quale oncologo rivolgermi. Noi siamo Siciliani. Ho avuto già un caso simile in famiglia, mio padre, e siamo terrorizzati, perchè ci ha lasciati dopo 6 mesi l’intervento chirurgico. Scusi tanto lo sfogo, ma è ragionevole.

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema adenocarcinoma al retto moderatamente differenziato
Risponde il dott. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

 

 

Gentile signora,

fortunatamente non tutte le vicende cliniche hanno esito infausto. A mio avviso in primis è opportuno eseguire una TC total body con mdc per una stadiazione completa. Trattandosi di una neoplasia rettale è opportuno agire di concerto tra oncologo e radioterapista prima ancora che con il chirurgo. L’oncologo migliore , a mio avviso, è quello che oltre ad avere una competenza tecnica, fa sentire anche a proprio agio il Paziente ed è facilmente raggiungibile se si ha necessità.

Cari saluti

Dott. Carlo Pastore, oncologo – www.ipertermiaitalia.it

 

Per approfondimenti leggi anche:

Tumore del colon

Carcinoma sigma-retto e marcatore tumorale ca 19,9 alto in chemioterapia

Tumore colon retto, sopravvivenza e tipi

 

 

 

 

Per porre altri quesiti ai nostri specialisti potete visitare la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.

E’ doveroso da parte nostra ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento