Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Ortopedia » Risonanza magnetica ginocchio e disomogeneità al menisco

Risonanza magnetica ginocchio e disomogeneità al menisco

Richiesta di Consulto Medico su risonanza magnetica ginocchio e disomogeneità al menisco
Buongiorno, chiedo gentilmente se era possibile spiegarmi in parole semplici quanto riportato da questa RM: “il menisco mediale, in corrispondenza del corno posteriore presenta modesta disomogeneità di segnale con incompleta linea di fissurazione estesa alla superficie tibiale. Regolare la morfologia ed il segnale del menisco esterno. I legamenti crociati ed i collaterali hanno normale decorso e morfologia. Rotula in modesta iperpressione esterna, senza evidenti segni di condropatia. Fisiologica la quantità di liquido endoarticolare. Tendine sovra e sottorotuleo con normale spessore e segnale.” Inoltre, vorrei informazioni circa la cura da seguire. In attesa di risposta, Cordiali Saluti”

Specializzazione Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema Risonanza magnetica ginocchio e disomogeneità al menisco

 

Risponde il professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica. Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050

Egr.Sig.ra ,l a RMN Le dice che c’è una piccola lesione a carico del menisco. Sulla cura non Le posso essere molto di aiuto perchè dovrei vederla, vedere se il ginocchio è gonfio, se presenta già una atrofia o ipotrofia dei muscoli dell’arto interessato…eccetera . Le consiglio di farsi vedere da un Ortopedico della sua zona.Saluti :F.Bizzarri

 

Leggi anche:

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie: Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

Photo Credits | Albina Glisic / Shutterstock.com

Lascia un commento