Dieta plank funziona? E’ pericolosa? Nutrizionista risponde

di Cinzia Iannaccio 1

Richiesta di Consulto Medico
La dieta plank funziona? E come? Ho 35 anni e negli ultimi due ho accumulato 7-8 chili di troppo che non riesco a smaltire con lo sport ed un minimo di attenzione all’alimentazione. Ora con le vacanze ne ho presi altri due perché oggettivamente mi sono lasciata andare, ho letto di questa dieta, che farebbe dimagrire in 15 giorni anche 9-10 chili. A me sembra una cosa impossibile, ma vorrei provare lo stesso, temo solo che dopo ingrasso il doppio perché il menù è decisamente molto ristretto ed è rigida e non so se è pericolosa…..ho letto molte opinioni e testimonianze al riguardo….contrastanti….lei che ne pensa?

 

 

Specializzazione Nutrizione Clinica
Tipo di Problema dieta plank funziona?

 

Risponde la nutrizionista dottoressa Maria Assunta Coppola: per contatti diretti e visite cell. 328-2761714 – [email protected] a Pompei e Scafati (Na).

 

“Cara Sara, sono convinta che il suo regime alimentare non sia adatto a lei e al suo stile di vita, che contempla anche l’esercizio fisico. Non basta un “minimo di attenzione” per tornare in forma con la dieta, ma è necessario che venga personalizzata in funzione delle sue esigenze e del suo fabbisogno metabolico-calorico. Per quanto riguarda la dieta Plank, personalmente la trovo estremamente sbilanciata e dannosa. Inanzitutto è ricca di grassi saturi e priva di fibre e carboidrati complessi, che permettono di stabilizzare il senso di fame a lungo termine e impediscono squilibri metabolici. Inoltre, è estremamente ipocalorica, il che comporta catabolismo della massa muscolare e conseguente rallentamento del metabolismo. Infine, paradossalmente, prevede frutta a cena, ovvero zuccheri semplici che stimolano l’insulina, ormone anabolico, che fa “crescere” , purtroppo anche il tessuto grasso, in un momento della giornata, la notte, dove si riduce il dispendio energetico. Cosa si rischia? Aumento del colesterolo “cattivo” LDL, iperuricemia, gotta, calcolosi, tendenza ad ingrassare appena sospesa la dieta, riduzione della tonicità muscolare.
E’ una classica dieta iperproteica-ipocalorica, con lo svantaggio di essere troppo ricca in grassi saturi, ma con il vantaggio, come tutte le diete proteiche, di veder scendere chili sulla bilancia per il semplice fatto di perdere in gran parte liquidi, tranquillamente riaccumulabili appena terminato il regime alimentare.
La dieta dovrebbe mirare a ridurre quasi esclusivamente la massa grassa, conservando intatta quella magra, in modo da non riprendere più peso successivamente. Ma, sopratutto, è necessario che preservi l’equilibrio dell’organismo, evitando rischi per la salute a breve e a lungo termine. Spero di esserle stata di aiuto, Cordialmente
D.ssa Maria Assunta Coppola”.

>> Leggi qui tutte le risposte della Dottoressa Maria Assunta Coppola

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Leggi anche:

Dieta iperproteica vegetariana per dimagrire

Dieta iperproteica dimagrante, esempio menù, rischi e benefici

Dieta Indice glicemico per dimagrire: come funziona e esempio menu

 

 

Photo Credits | Viktorija Reuta / Shutterstock.com

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>