7 errori da evitare quando si fa sport

Quando si fa sport è bene evitare alcuni errori che, se perpetuati nel tempo, hanno effetto negativo sull’organismo. Perché è importante fare attività fisica? Essenzialmente per stimolare il metabolismo, mantenere il peso forma e rassodare i muscoli: ecco i 7 errori da evitare quando si fa sport per cercare di rendere questi obiettivi facilmente raggiungibili.

7 falsi miti sul fitness

7 falsi miti sul fitness: eccoli per voi. Quando si parla di attività fisica vi sono spesso delle bugie che passando per verità rovinano e non poco il lavoro utile che si potrebbe fare. Vediamoli insieme.

Olimpiadi Londra 2012: Pistorius abbatte le barriere della disabilità

Oscar Pistorius ha abbattuto le barriere della disabilità. Lo ha fatto prima qualificandosi per le Olimpiadi di Londra 2012 ed è entrato nella leggenda riuscendo ad agguantare la semifinale del 400 m piani. Forse non raggiungerà la finale: con le protesi è praticamente impossibile raggiungere i tempi richiesti. Ma il suo sogno si è avverato e continua. Nonostante qualche polemica.

Acidosi lattica

Acidosi lattica

L’acidosi lattica è una condizione in cui l’acido lattico aumenta nel sangue più velocemente di quanto possa essere rimosso. L’acido lattico viene prodotto quando i livelli di ossigeno nel corpo calano.

CAUSE: La causa più comune è l’esercizio fisico intenso. Tuttavia, la condizione può anche essere causata da alcune malattie, come la sepsi, insufficienza respiratoria, l’AIDS, cancro e insufficienza renale. La metformina, un farmaco comunemente utilizzato per trattare il diabete, può anche causare acidosi lattica. Le persone che assumono il farmaco devono controllare i livelli di elettroliti 1-2 settimane dopo aver iniziato ad assumerlo.

Partecipare ad una gara/4: aspetto psicologico

Non riuscirete a godervi la vostra prima corsa se non assumete un atteggiamento positivo. Più spesso di quanto si creda, pensare positivo vuol dire trasfor­mare la gara in un’esperienza positiva. Non preoccupatevi se arrivate ultimi. Innanzitutto, se vi siete allenati probabilmente non vi succederà, anche perché oggigiorno alle gare di corsa si iscri­vono molti “camminatori”. E anche se arrivate ul­timi … beh? Sicuramente riceverete un applauso simile a quello del vincitore. Non temete la distanza.

Se vi siete allenati riusci­rete a completare il percorso. Se siete davvero stan­chi e vi sentite di camminare, fatelo. Nella prima gara l’obiettivo principale è arrivare al traguardo e sentirsi bene. Il record mondiale può aspettare… Un semplice sorriso può fare miracoli per lo stato d’animo, e più siete di buonumore, migliori sa­ranno le vostre prestazioni. E’ stato appurato da de­cine di ricerche che l’atteggiamento positivo aiuta enormemente a coprire distanze maggiori una volta stanchi. Ricordatevi sempre che le gambe sono gui­date dal cervello…

Una fonte di energia alternativa per…il cervello!

Quando il corpo umano è sottoposto ad uno sforzo fisico, come esercizi intensi o una corsa, il cervello può utilizzare una fonte di energia alternativa per rendere l’intero sistema più efficiente. E’ quanto hanno scoperto ricercatori in Danimarca e nei Paesi Bassi, in un recente studio.

Il corpo solitamente utilizza i carboidrati alimentari tramutandoli in glucosio, il principale carburante dei muscoli e della mente.
Quando però i muscoli lavorano sodo, vi è la produzione di lattato che può sia essere riutilizzato dai muscoli stessi come combustibile, sia ricostituirsi sotto forma di acido lattico, riducendo le prestazioni e causando dolore.
La nuova ricerca dimostra che il cervello può reimpiegare il lattato durante lo strenuo esercizio, utilizzando questo sottoprodotto dei muscoli come carburante di riserva.