Piscine: attenzione ai batteri fecali

Quando si parla di piscine, di solito il primo problema che ci si pone è quello della pelle e della presenza di troppo cloro al suo interno per mantenere l’acqua pulita. Ci dimentichiamo purtroppo di un altro nemico: i batteri fecali, pericolosa fonte di infezione.

Batteri nel cioccolato: scoppia nuovo scandalo

Batteri nel cioccolato: scoppia un nuovo caso. A quanto pare con il problema della carne di cavallo riscontrata negli alimenti “teoricamente” a base di manzo non si era ancora raggiunto il limite delle sofisticazioni alimentari potenzialmente pericolose.

Giocare all’aperto aiuta i bimbi a prevenire influenza

Influenza al picco di incidenza, ma anche raffreddore, bronchiti, tonsilliti e chi più ne ha ne metta. Con molta pazienza noi mamme ci abituiamo ad affrontare queste tremende giornate con i bimbi malati, rimbalzando tra un termometro, l’aerosol, le supposte e il telefono sempre occupato del pediatra. E la domanda nasce spontanea:

“Come si sarà ammalato? Eppure l’ho coperto bene per mandarlo a scuola, è lì che ha preso freddo?”

Care amiche state tranquille perché la colpa della diffusione di virus e batteri non sta di certo nella sciarpa dimenticata in classe! Ce lo spiegano gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in una nota diramata in queste ore di freddo e gelo.

Resistenza agli antibiotici: ancora una minaccia

La resistenza agli antibiotici è ormai divenuta una “minaccia” globale. La capacità dei batteri di resistere al loro principale antagonista sta preoccupando in maniera più che sostanziale gli esperti di tutto il mondo, i quali parlano ormai di minaccia quasi apocalittica.

Prevenire il diabete con i batteri amici dell’intestino

La salute comincia dall’intestino e non è solo un modo di dire. L’equilibrio della flora batterica intestinale, gioca un ruolo di primo piano nella prevenzione di svariate patologie, tra cui, pare, anche il diabete, una delle malattie metaboliche più diffuse a livello mondiale. A rivelarlo, un nuovo studio condotto da un team di ricercatori canadesi e svizzeri, pubblicato su Science Express.

Infezioni polmonari: batteri riconoscibili dall’odore?

Gli scienziati di tutto il mondo sono continuamente alla ricerca di un test rapido e il meno invasivo possibile per individuare le infezioni polmonari. Allo stato attuale delle cose, spesso l’antibiogramma ed il tampone faringeo ci mettono troppo tempo nel trovare il batterio giusto. Alcuni ricercatori americani stanno studiando il profumo dei batteri a tale scopo.

Batteri sui cellulari, una custodia li distruggerà

Una custodia capace di distruggere i batteri sui nostri cellulari: è questo il frutto di una ricerca presentata al Ces di Las Vegas di quest’anno, la mostra dell’elettronica di consumo attualmente in corso in Nevada.  Un modo per mettere fine a potenziali agenti patogeni sui nostri telefonini.

Il latte materno contiene più di 700 tipi di batteri

Il latte materno? Contiene oltre 700 batteri. I ricercatori spagnoli dell’Instituto de Agroquímica y Tecnología de Alimentos (IATA-CSIC) e Centro Superior de Investigación en Salud Pública (CSISP-GVA) sono stati in grado, per la prima volta in campo medico, a tracciare la “mappa del microbioma batterico” contenuto nella secrezione mammaria.

Antibiotici, l’uso scorretto causa epidemia di superbatteri

Li chiamiamo ormai superbatteri eppure si tratta di microrganismi comuni come nel caso dell’escherichia coli. Perché sono “super”? Perché uccidono e ci fanno tanta paura? A nostro parere, forse non troppa, occorre maggiore consapevolezza dei rischi, cosa che si cerca di promuovere con iniziative come la “Giornata europea di informazione sugli antibiotici 2012” che si è svolta ieri, come ogni anno il 18 Novembre. Vediamo nel dettaglio.

Succhi di frutta, attenzione ai batteri

I succhi di frutta fanno bene o male? Ormai gli esperti sono giunti alla conclusione quasi unanime che i succhi (quelli veri, con un certo contenuto di frutta e non solo di essenze e coloranti), possono fornire elementi nutrizionali essenziali. Il tutto se non si eccede nelle quantità e sempre tenendo presente che un’arancia o una mela fresca sono sempre la scelta migliore. Dalla FDA (Food and Drug Administration) americana arriva però un nuovo allarme, circa i batteri, che tende a sottolineare l’importanza dell’igiene in cucina ed il corretto trattamento degli alimenti, succhi di frutta compresi.

Acne, nuova cura da un virus?

L’acne ha le ore contate grazie ad un virus innocuo? Il sogno di tutti gli adolescenti e di molti adulti potrebbe diventare realtà grazie ad uno studio scientifico realizzato dai ricercatori dell’Ucla (University of California – Los Angeles) e dell’Università di Pittsburgh appena pubblicato su «mBio», la rivista dell’American Society for Microbiology. In particolare, gli scienziati hanno individuato in un virus batteriofago (che mangia batteri ndr) abitualmente presente sulla nostra pelle la capacità di distruggere anche alcuni microrganismi che provocano l’acne: nello specifico del tipo Propionibacterium acnes.

Super batterio klebsiella pneumoniae, allarme negli Usa

E’ allarme. Un nuovo super batterio torna a far parlare di se. Stavolta ad essere resistente agli antibiotici è un ceppo del noto batterio Klebsiella pneumoniae che presso l’ospedale del ‘National Institute of Health’ americano‘ (NHI) a Bethesda ha ucciso il paziente numero 19, un bimbo ricoverato da Aprile, per complicanze seguite ad un trapianto di midollo osseo. Dall’inizio dell’anno è il 7° decesso, ma dopo i primi 6 avvenuti in gennaio, i medici pensavano di aver bloccato la sua diffusione, di averlo sradicato. Così non è stato e l’ospedale, nucleo della piccola epidemia ora è in allarme.

Batteri: cellulari più sporchi del WC

Attenzione ai germi che si trovano sui vostri cellulari: sono molti di più e talvolta più pericolosi di quelli che incontriamo ogni giorno sulla tavoletta del WC. Lo sostiene il microbiologo dell’Università dell’Arizona Charles Gerba, commentando il contagio da ebola di una malato avvenuto qualche giorno fa in seguito al furto di un telefonino. Sembra proprio che questi piccoli oggetti di uso quotidiano si rivelino più pericolosi di ciò che sembra.

Antibiotici, scoperta un’alternativa efficace?

L’uso indiscriminato di antibiotici da parte della popolazione negli ultimi decenni ha portato ad un rapido sviluppo della resistenza dei batteri a questi principi attivi. La ricerca è al lavoro per trovare delle valide soluzioni in grado di attaccare con successo e sconfiggere gli agenti patogeni.  I virus “batteriofagi”, secondo i ricercatori, rappresentano l’alternativa efficace ed ideale.