Tiroide ingrossata, cause e sintomi

Siete a conoscenza di quali possono essere cause e sintomi della tiroide ingrossata? E’ questo un disturbo che colpisce maggiormente le donne rispetto agli uomini e che deve essere necessariamente analizzato da un esperto endocrinologo che saprà fornire consigli e terapia da mettere in atto per curare il problema. L’ingrossamente della tiroide può nascondere molte cause, alcune delle quali anche piuttosto serie. Ecco perché è importante non sottovalutare mai i sintomi lanciati dal corpo che sono a tutti gli effetti campanelli di allarme specifici.

PTH e AbTg alti dopo tiroidectomia: recidiva tumore?

Richiesta di Consulto Medico

“Gentile Dottore, sono un uomo di 35 anni. A marzo 2013 sono stato sottoposto a tiroidectomia totale per carcinoma papillare di 3cm e svuotamento laterocervicale sinistro e centrale. L’esame istologico ha evidenziato la presenza di micrometastasi a livello linfonodale, e quindi sono stato sottoposto a terapia con radioidio. Poi, ho sempre avuto tutti i valori nella norma ad ogni controllo (in particolare PTH intorno a 20, Tg = 0, AbTg sempre < 10 e TSH intorno a 0,05). A febbraio 2014 ho eseguito il test tyrogen e la Tg, dopo la seconda iniezione, è passata da 0,0 a 0,2 indicando quindi la probabile assenza di recidiva e/o metastasi. Dopo un anno e mezzo rieseguo gli esami e trovo alcuni valori sballati: PTH 4 (12-65) Tg 0,0 (0,0-60) AbTg 18 (0-40) TSH 0,16 (0,3-5) Il livello del calcio è sempre stato buono (prendo calcio carbonato e vitamina D). Purtroppo vedrò il mio endocrinologo solamente tra un mese, per cui mi piacerebbe avere un parere sugli ultimi risultati. Come mai AbTg è aumentata? e il paratormone? Sperando che mi possa tranquillizzare. Grazie e cordiali saluti”

 

Carcinoma midollare della tiroide

Carcinoma midollare della tiroide

Il carcinoma midollare della tiroide è il cancro alla tiroide che inizia nelle cellule che rilasciano un ormone chiamato calcitonina. Tali cellule sono chiamate cellule “C”.

CAUSE: La causa è sconosciuta. A differenza degli altri tipi di cancro della tiroide, il carcinoma midollare della tiroide (MTC) si crede possa essere collegato alla radioterapia (un tipo di trattamento del cancro).

Chernobyl: accadde 25 anni fa, ancora incerti i danni sulla salute

Sono passati 25 anni dal disastro di Chernobyl ed ancora non è chiaro quali siano stati gli effetti delle radiazioni sulla salute della popolazione colpita. Gli studi scientifici al riguardo sembrano contrapposi l’uno all’altro, ma una cosa è certa: questa drammatica esperienza servirà affinché non si ripetano i medesimi errori a Fukushima. Dopo il 26 Aprile del 1986 a Chernobyl sono cambiate le strategie sulla sicurezza nucleare, gli standard per le radiazioni internazionali, le procedure di risposta alle emergenze e la mitigazione delle conseguenze. Tutto è stato rivisto dopo l’incidente, ma gli studi sugli effetti delle radiazioni a lungo termine sono ancora in corso. In particolare nell’immediato è stato possibile evidenziare un numero limitato di decessi: due persone hanno perso la vita al momento dell’esplosione dell’impianto e 29 nei giorni immediatamente successivi a causa del forte impatto con le radiazioni.

Cibo radioattivo: scattano i test in tutto il mondo, ecco cosa si rischia

I Paesi di tutto il mondo hanno vietato l’import o intensificato i test sulle importazioni di cibo proveniente dalle zone colpite dal terremoto in Giappone dopo che sostanze radioattive sono state rilevate nell’acqua e nelle colture dopo l’esplosione nell’impianto nucleare di Fukushima.

Negli ortaggi a foglia verde, ad esempio, sono stati trovati questa settimana dei livelli fino a 22.000 becquerel di iodio-131 per ogni chilogrammo. Per avere un’idea di ciò che significa basti pensare che tale livello supera il limite di sicurezza fissato dall’Unione Europea di ben 11 volte.

Radiazioni Chernobyl, rischio cancro alla tiroide alto come nel 1986

La pesante eredità sulla salute pubblica dell’incidente occorso a Chernobyl nell’ormai lontano 1986 non ha mai smesso di preoccupare gli oncologi. La stessa Italia ogni anno ospita bambini provenienti dalle aree contaminate avviandoli a programmi di screening per la diagnosi tempestiva del cancro alla tiroide ma anche semplicemente per strapparli, seppur per poche settimane, agli effetti a lungo termine della contaminazione.

In questi giorni il tema della sicurezza nucleare è particolarmente sentito per via della crisi atomica che sta vivendo il Giappone a seguito del terremoto della scorsa settimana, terremoto che ha messo in ginocchio la centrale di Fukushima. Si teme una nuova Chernobyl.
Proprio riguardo a Chernobyl, la stima delle vittime è destinata a crescere e non ha mai smesso di farlo. A causa dell‘incidente nucleare più grave della storia occorso ad un impianto ci sono persone che devono ancora morire.

Terremoto in Giappone, gli effetti dell’esplosione nucleare sulla popolazione

Un portavoce del governo del Giappone ha confermato lo stato di emergenza in un impianto nucleare a Fukushima, in seguito ai danneggiamenti provocati dal terremoto di ieri mattina. Il sistema di raffreddamento non ha funzionato, e nonostante le fughe radioattive siano state limitate, un’esplosione avvenuta nelle scorse ore potrebbe avere effetti devastanti sulla popolazione.

Il rischio peggiore è che si ripeta una nuova Chernobyl. Il 26 aprile 1986 uno dei reattori della centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina, esplose producendo una nube massiccia di radiazioni, provocando il più grave incidente nucleare della storia. Trentuno persone rimasero uccise all’istante, mentre più di otto milioni di persone in Bielorussia, Ucraina e Russia furono esposte a radiazioni di vario grado.

Bambini, esposizione alle radiazioni e cancro alla tiroide una relazione pericolosa

A distanza di decenni dall’esposizione alle radiazioni avvenuta durante l’infanzia, il rischio di insorgenza di cancro alla tiroide rimane pericolosamente alto.

E’ quanto appurato in un recente studio condotto da un’équipe di ricercatori dello University of Rochester Medical Center.
Quando i bambini sono esposti a radiazioni alla testa e al collo, siano esse dovute alla cura del cancro o a più scansioni per la diagnostica, il risultato è un rischio maggiore di cancro alla tiroide per i successivi 58 anni o più.
Lo studio in questione, pubblicato sul numero di dicembre della rivista Radiation Research, si crede sia quello che ha seguito i bambini esposti a radiazioni mediche per un periodo più lungo di tempo per osservare l’incidenza del cancro alla tiroide.

Natale e salute, ecografia tiroidea a Modena per 40 bambini di Chernobyl

Si avvicina a grandi passi il Natale e si moltiplicano le iniziative volte a tutelare la salute anche e soprattutto in questo periodo di festa, senza dimenticare, e anzi approfittando delle ricorrenze, per fare un regalo a tutta solidarietà, garantendo l’accesso alle cure e alla prevenzione dei meno abbienti e delle persone disagiate.

Certamente su questa scia si colloca l’iniziativa benefica di cui vogliamo parlarvi oggi: il progetto Chernobyl. Quaranta bambini provenienti dalla Bielorussia e dall’Ucraina verranno accolti dalla regione Emilia Romagna per trascorrere le vacanze natalizie svolgendo attività ludiche pensate appositamente per loro, e sottoponendosi, al contempo, a visite diagnostiche che comprenderanno gli esami di routine previsti in età pediatrica e un test più specifico alla loro area di provenienza, ovvero un’ecografia tiroidea.

Cancro alla paratiroide

Cancro alla paratiroide

Il cancro paratiroideo, o cancro alla paratiroide, è una crescita maligna di una ghiandola.

CAUSE: Le ghiandole paratiroidi sono responsabili del controllo del calcio nel corpo. Ci sono quattro ghiandole paratiroidee, due su ogni lobo della ghiandola tiroidea alla base del collo. Il cancro paratiroideo è un tipo estremamente raro di cancro. Uomini e donne sono ugualmente colpiti. Di solito si verifica dopo i 30 anni.

La causa del cancro paratiroideo non è nota. Le persone con più di un tipo di neoplasia endocrina hanno un aumentato rischio per questa malattia. Le persone che hanno ricevuto radiazioni alla testa o al collo possono anche avere un rischio aumentato. L’esposizione alle radiazioni, tuttavia, è più spesso legato al cancro alla tiroide.

Cancro alla tiroide

Cancro alla tiroide

Il cancro alla tiroide è una crescita cancerosa della ghiandola tiroidea.

CAUSE: Il cancro alla tiroide può verificarsi in tutte le fasce d’età. Le persone che hanno ricevuto la radioterapia al collo sono a maggior rischio. Le persone che hanno ricevuto terapia radiante, specie se bambini, sono a maggior rischio per il cancro della tiroide. Altri fattori di rischio sono una storia di cancro alla tiroide e gozzo cronico in famiglia.

Le persone che vivono vicino l’Etna raddoppiano le possibilità di contrarre il cancro alla tiroide

Le persone che vivono nelle aree vulcaniche possono essere esposte ad un rischio più elevato di cancro alla tiroide, secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute. La crescente incidenza del cancro della tiroide è stata attribuita a screening più sensibili, ma i dati recenti indicano che questa potrebbe non essere l’unica causa. Vari fattori ambientali, come ad esempio quelli connessi ai vulcani, non sono stati esclusi come fattori di rischio.

Per studiare questo, Gabriella Pellegriti, ricercatrice della divisione di Endocrinologia dell’Università degli Studi di Catania e della Scuola Medica dell’Ospedale Garibaldi-Nesima ha raccolto informazioni sui casi di cancro della tiroide in Sicilia dal 1 ° gennaio 2002 al 31 dicembre 2004, per confrontare i tassi di cancro dei residenti che vivono nella zona vulcanica dell’Etna di Catania con quelli del resto della Sicilia.