Tumore vescica e prognosi

Richiesta di Consulto Medico su tumore alla vescica e prognosi
“Salve dottore sono stato operato di un tumore alla vescica di 6 mm. L’ istologico dice carcinoma urotelliare di alto grado con invasione del chorion. Cosa ne pensa, è un tumore pericoloso? Guarirò o sono in pericolo di vita ? Grazie”.

Cancro alla vescica, FDA approva atezolizumab

La Food and Drug Administration ha approvato l’atezolizumab come trattamento per il cancro alla vescica. Si parla nello specifico del carcinoma uroteliale, la forma più comune di tumore dell’organo. Il Tecentriq, questo il nome commerciale, è il primo medicinale della sua classe (inibitori della PD-1/PD-L1) ad essere approvato per questo tipo di neoplasia.

Carcinoma vescicale e instillazioni chemioterapici

Richiesta di Consulto Medico su carcinoma vescicale e terapia
Mio padre è stato operato di k (carcinoma) vescicale. Dall’ esame istologico risulta essere un k papillare a basso grado di differenziazione con infiltrazione della tonaca propria. Tac e scintigrafia ossea non hanno rilevato metastasi. Per prevenzione ci hanno consigliato instillazioni vescicali di chemioterapia. Cosa ne pensate? L’instillazione in vescica di quanto potrebbe prevenire la formazione di recideve rispetto alla scelta di non farle? Mio padre è un paziente particolare che mal sopporta il catetere!!. Grazie e buon lavoro.

 

Farmaco antidiabete Actos, sicuro o pericoloso?

Il farmaco antidiabete Actos è sicuro o pericoloso? In queste ultime ore, dopo l’apertura di un’indagine da parte della Procura di Torino la domanda che viene riproposta è la solita: causa il cancro alla vescica o no? Vediamo insieme “l’accusa”, la posizione dell’Aifa sulla questione e la risposta della casa farmaceutica.

Tumori, 9 sintomi da non sottovalutare (FOTO)

Esistono sintomi ben precisi in caso di tumori? Il nostro corpo riesce a dare dei campanelli di allarme per fare capire che qualcosa non va e che bisognerebbe indagare approfonditamente per avere la certezza di essere in perfetta salute? L’American Cancer Society spazza via ogni dubbio in proposito affermando che sì, esistono sintomi ben precisi che, specie se prolungati, potrebbero nascondere l’esistenza di un cancro. Ovviamente non bisogna creare falsi allarmismi perché molti dei sintomi elencati spesso e volentieri sono condizioni passeggere che tendono ad andare via nel giro di pochi giorni. Tuttavia, in caso di segnali persistenti e duraturi, è sempre meglio indagare. Ecco quali sono i 9 sintomi da non sottovalutare e che potrebbero nascondere un tumore.

Tumore alla vescica e metastasi, quali possibilità e terapie?

Richiesta di Consulto Medico su tumore vescica e metastasi
Salve. Mio padre 10 anni fa ha fatto l’autotrapianto delle cellulosa staminali per un linfoma non hodging. A gennaio del 2015 durante i controlli annuali vengono rilevati dei linfonodi nuovamente accesi…soprattutto uno inguinale. In prima battuta ci viene detto che potrebbe essere un ritorno del linfoma perché se dai risultati della Pet ne usciva un tumore eravamo rovinati. Dalla Pet però esce un nodulo di 1,5 al polmone…viene operato e dall’esame estemporaneo esce un adenocarcinoma polmonare quindi viene effettuata la lobectomia del polmone destro (questo accade a maggio 2015). Mio padre il 30 giugno fa una tac da dove non esce niente. ……..

 

 

Carcinoma vescica, cistectomia come cura?

Richiesta di Consulto Medico
Su carcinoma della vescica. Buongiorno, mia madre di anni 78 è stata sottoposta a resenzione endoscopica transuretrale alla vescica. ESITO DELL’ESAME ISTOLOGICO – DESCRIZIONE: Abbondante materiale grigiastro, di consistenza molle, di circa 5cm, aggegato. – DIAGNOSI: Carcinoma uroiteliale di alto grado, con prevalenti aspetti solidi, diffuse aree di necrosi e spiccate atipie citonucleari. La neoplasia infiltra il connettivo sottouroteliale compreso nei prelievi. Non si riconosce tonaca muscolare (pT1 – G3). ……

Tumore vescica, ipertermia come cura?

Richiesta di Consulto Medico
Buongiorno, mio figlio di anni 31 a febbraio 2015 è stato operato ad un tumore maligno alla vescica intervento chiamato “turv” o “turb”. I medici dicono che è una forma recidivante, ora ogni 3 mesi deve effettuare controlli con piccola biopsia alla vescica. Hanno detto che dovrà essere sottoposto a controlli per sempre… Potrebbe l’ipertermia alla vescica essere una terapia opportuna per evitare la ricomparsa del tumore? Per quanto tempo? Settimana scorsa i controlli ecografici sono stati negativi il 13 maggio 2015 dovrà sottoporsi alla biopsia e vedremo il risultato. Ringraziando per l’attenzione, porgo distinti saluti.

Polipi e tumore alla vescica in paziente anziano: risponde l’oncologo

Quando si parla di polipo alla vescica (o polipi vescicali) si intende una neo-formazione anomala sviluppatasi in un punto qualunque della mucosa di questo organo. Tra i sintomi di rilievo: sangue nelle urine e dolore durante la minzione (emissione della pipì). Purtroppo (anche se non sempre) questi polipi alla vescica tendono a trasformarsi in tumori maligni ed è per tale motivo che il trattamento principale è quello della rimozione chirurgica degli stessi, anche se si rivelano per caso, ovvero sono asintomatici. Sul tessuto prelevato è poi possibile effettuare un esame istologico per comprenderne la natura, benigna o meno e capire il da farsi. Un caso tipico, ma caratterizzato dall’età avanzata del paziente è quello che ci viene descritto nella nostra rubrica: Chiedi all’esperto: consulti online su Medicinalive. Di seguito il quesito e la risposta dell’oncologo.

Intervento vescica con robot, al Misericordia di Grosseto

Al Misericordia di Grosseto è stato eseguito un intervento di asportazione e ricostruzione della vescica con il robot, utilizzando un tratto dell’intestino del paziente. Si tratta di un’operazione chirurgica molto delicata, sino ad oggi effettuata solo da 3 centri in tutta Europa. L’intervento è stato eseguito interamente con il “Da Vinci“, un robot chirurgico già in uso da diversi anni e che fin dal suo primo utilizzo ha dimostrato la sua efficacia in diversi settori della medicina.

Riso all’arsenico: attenzione a cosa mangiate!

Il riso è da sempre considerato uno degli alimenti più salutari al mondo, ma forse questa fama potrebbe essere ridimensionata. Una recente ricerca effettuata negli Stati Uniti ha lanciato l’allarme arsenico, ed allargata all’Europa non ha fatto altro che aggravare la preoccupazione: in sempre più persone che consumano spesso il riso vengono rilevate tracce di arsenico.