Dermatite da stress, come riconoscerla

Come riconoscere la dermatite da stress? La pelle, nei momenti fisicamente e psicologicamente più impegnativi rischia di diventare la cartina tornasole dello stato di benessere di una persona e dare vita a questo disturbo. Cerchiamo di capirne qualcosa di più.

Dermatite ai genitali, 4 cause più comuni

Dermatite ai genitali maschili o femminili, quali possono essere le cause? La dermatite è un’infiammazione del derma, cioè della parte esterna della pelle. Questa si manifesta con eruzioni cutanee, rash di vario tipo, che alterano l’aspetto e la consistenza della cute stessa: a seconda della causa si può avere un arrossamento di una piccola area o di una più vasta, ispessimento, assottigliamento, la compresenza o la predominanza di screpolature, crosticine, bolle d’acqua o di pus, lesioni sanguinolente, macchie bianche o scure e/o prurito. Eruzioni cutanee si possono avere in qualunque parte del corpo ed essere più o meno fastidiose, ma quando si verificano nell’area dei genitali maschili o femminili possono essere particolarmente pericolose e non vanno trascurate. Ecco le cause più comuni e come riconoscerle.

7 malattie autunnali più comuni

Quali sono le 7 malattie autunnali più diffuse? Vediamoli insieme in modo da avere una idea di come tentare di prevenirle o eventualmente trattarle una volta che si è rimasti contagiati.

Acne rosacea: cause, sintomi, terapia e rimedi

L’acne rosacea, impropriamente denominata semplicemente rosacea, è una forma di dermatite cronica, che si manifesta con rossore, papule e pustole simili a quelle dell’acne. In genere interessa l’area centrale del viso (naso, guance e fronte), ma può presentarsi anche su collo e torace. Colpisce in misura maggiore le donne, soprattutto se di carnagione chiara, e tende ad insorgere negli adulti fra i 30 e i 50 anni.

Patch test per le allergie da contatto, cos’è e come si fa

Il Patch test è un’indagine diagnostica semplice ed indolore atta ad identificare una dermatite da contatto dovuta ad una particolare sostanza. Le dermatiti da contatto sono di due tipi: la prima è quella dovuta ad una sostanza irritante, urticante, come può essere ad esempio una pianta, l’ortica, l’altra invece rappresenta una reazione allergica, che parte dal sistema immunitario ed è dovuta dunque alla sensibilizzazione ad un preciso allergene. E’ il caso ad esempio dell’allergia al nichel.

Dermatite seborroica, con la nuova pomata si guarisce in 2 settimane

Contro la dermatite seborroica, un disturbo della pelle che colpisce 1 persona su 3, arriva una nuova pomata a base di alukina, che permette di eliminare i segni lasciati dall’eczema in 2 settimane. La crema si vende in farmacia e va applicata 2 volte al giorno.

Natale: attenzione ai cosmetici da regalare ed utilizzare

Fatti tutti i regali di Natale? Oggi è la vigilia, ultimo giorno utile. Trucchi e cosmetici sono molto gettonati in questi periodi e la profumeria è il luogo ideale dove poter trovare preziose idee regalo per tutti anche all’ultimo momento. Ma gli esperti dell’Istituto Dermatologico San Gallicano di Roma hanno ricordato che nonostante l’entusiasmo festivo non bisogna abbassare la guardia.

“A Natale tutti amici della pelle”:  è lo slogan con cui hanno offerto alcuni consigli pratici e di prevenzione. Bisogna prestare attenzione a cosa si regala (o si riceve). Purtroppo l’esperienza clinica dei dermatologi sottolinea come siano sempre più frequenti i casi di effetti indesiderati dovuti all’utilizzo dei cosmetici.

Dermatite legata a carenza di acidi grassi omega 6

La carenza nell’organismo di acidi grassi Omega-6 sembra essere collegata ai casi più gravi di dermatite.
E’ quanto afferma un recente studio condotto da un’équipe di ricercatori della University of Illinois. Gli studiosi hanno scoperto che gli acidi grassi omega sei svolgono infatti un ruolo essenziale nel preservare la salute della nostra pelle.

“Negli esperimenti con i topi abbiamo eliminato un gene responsabile di un enzima che aiuta il corpo a produrre acido arachidonico. Senza l’acido arachidonico, i topi hanno sviluppato una grave dermatite ulcerosa. Gli animali avevano molto prurito, si grattavano di continuo, e hanno sviluppato numerose piaghe sanguinanti “, ha spiegato Nakamura Manabu, professore associato di scienza dell’alimentazione e nutrizione umana alla University of Illinois.

Allergia: l’epidemia del Terzo Millennio verso nuovi traguardi

Nel 2020 si calcola che 1 italiano su 2 sarà affetto da allergia, che si tratti di asma o dermatite le prospettive non sono entusiasmanti. Si stanno analizzando al microscopio tutti i fattori scatenanti e tutte le possibili soluzioni di guarigione, tra cui non mancano i vaccini biotech, test diagnostici e anche gli “allergy safe hotel” che offrono vacanze senza acari della polvere, pollini e muffe nella propria camera d’albergo.