Dolori articolari e terapia

Richiesta di Consulto Medico su dolori articolari e terapia
“Salve, sono un ragazzo di 29 anni, e in seguito ad una terapia cortisonica con Medrol da 16 mg per una pubalgia, una notte ho iniziato ad avere dolore alle articolazioni delle mani, che si è protratto fino ad oggi, a distanza di un mese, e variando di intensità in questi giorni soprattutto la sera e spostandosi a volte anche ai polsi, alluce, gomiti, caviglie e tibia anteriore. Ho fatto varie analisi del sangue tra cui emocromo, VES, fattore reumatoide, anti-citrullina, tampone faringeo… Tutto negativo, l’unico valore al limite è l’acido urico (6.7). Secondo lei c’è una correlazione tra questa terapia e i dolori che ho? Potrebbe entrarci il valore a limite dell’ acido urico?”

Dolore e gonfiore arti, che fare?

Richiesta di Consulto Medico su dolore e gonfiore arti
“Alzandomi dal letto al mattino provo forti dolori muscolari alle spalle al bacino e alle ginocchia, le mani sono gonfie gia’ da 15 giorni e non riesco ad articolarle, se rimango seduto per 5 minuti, rialzarmi e’ molto doloroso. Tutto questo mi limita le attivita’ quotidiane anche la pulizia personale benche’ mi sforzi con dolore a mantenerla dignitosa. Nel primo pomeriggio tutto va’ migliorando, anche rialzarmi da seduto non provoca piu’ grande dolore. L’alimentazione, le necessita’ fisiologiche e gli altri sesnsi mi sembrano normali. Grazie per l’attenzione. “

Dolori diffusi a gambe, braccia e cervicale, che fare?

Richiesta di Consulto Medico su dolori diffusi a gambe e braccia
Da 6 mesi ho dolori all’altezza dell’inguine, alle cosce, braccia e cervicale ed ho difficoltà ad alzarmi, sedermi e tirare su le gambe. Le analisi del sangue hanno valori nella norma tranne la VES ed il PCR che risultano alterati. Dopo una cura con antinfiammatori e cortisonici ho avuto un lieve miglioramento ma con la sospensioni di questi farmaci i dolori sono tornati…effettuate delle rx dove si evidenzia danno artrosIco. Cosa posso fare? Grazie x la risposta.

Sindrome anca a scatto, cause e cure

Cosa si intende con il termine medico di “sindrome di anca a scatto“? Quali sono le cause e le possibili cure? Si tratta, come è facile immaginare, di una condizione in cui l’articolazione dell’anca non aggancia in modo corretto durante il suo movimento. Può capitare a chiunque ma è più frequente in ballerini e ginnasti. In genere non comporta altro che un fastidio (anche per il caratteristico rumore articolare che ne consegue) e difficilmente necessita di un trattamento. Tuttavia può capitare che in alcuni casi subentrino dolore e debolezza e a quel punto è opportuno intervenire.

Virus Zika confermato primo caso in Italia

E’ stato confermato il contagio da virus Zika per un italiano residente a Rimini, rientrato da poco da un periodo di vacanza nei luoghi colpiti dall’epidemia. Si tratta del primo caso riconosciuto nel 2016. Lo scorso anno infatti, senza clamore, ben quattro casi sono stati registrati.

Dolori muscolari, i rimedi omeopatici

E’ possibile utilizzare dei rimedi omeopatici per curare i dolori muscolari, soprattutto se si è anziani e si temono particolari interazioni farmacologiche. Vediamo insieme quali sostanze è possibile utilizzare per questo tipo di disturbo grazie al dott. Cesare Maffeis, omeopata e geriatra di Bergamo.

Contro infiammazioni e dolori articolari le ciliegie

Sembra che le ciliegie, tipiche della stagione estiva, siano delle alleate eccezionali contro infiammazionidolori cronici quali artrosi. In particolare le visciole, una qualità di ciliegie selvatiche e ritenute meno pregiate delle ciliegie classiche, sono state elette quelle il più alto contenuto  di sostanze antinfiammatorie. A sostenerlo, uno studio condotto di recente dall’ Oregon Health and Science University.

Articolazioni: una patologia può rovinare una carriera

Molto spesso, a meno che non inizino a dolere per una qualsiasi motivazione, non diamo molta importanza alle nostre articolazioni. Ed è un male, dato che sono loro stesse, in un mix stupefacente con i nostri muscoli e le nostre ossa a concederci capacità di movimento e di azione. Quelle che spesso dimentichiamo e risultano problematiche sono quelle delle mani: una loro patologia, senza che ce ne rendiamo conto può arrivare a rovinare una intera carriera.

Influenza, più di un milione gli italiani colpiti

Più di un milione di italiani a letto con influenza. Con un picco di incidenza dell’ultima settimana di almeno 250 mila casi. Sono questi i numeri relativi all’epidemia di influenza stagionale che questo gennaio 2012, peraltro ancora non conclusosi, ci regala. Si stima che le persone attualmente colpite e costrette a letto siano circa 232mila.

Infuso di betulla nera, contro i dolori efficace come l’aspirina

Sembra che l’infuso di betulla nera, sia efficace, al pari dell’aspirina, contro i dolori e nella prevenzione degli attacchi di cuore, ma senza gli effetti collaterali che derivano dall’assunzione di questo farmaco. La notizia arriva da una ricerca condotta dal naturalista Steve Brill, che ha presentato la sua scoperta a Chris Kilham conduttore di Nature’s Medicine Cabinet su Fox News e responsabile del sito Medicine Hunter.

Omeopatia: la Belladonna contro depressione, tosse e occhi arrossati

Belladonna, è una pianta erbacea perenne, ed è uno dei principali rimedi dell’omeopatia, poiché viene impiegata con successo per la cura di diversi disturbi. In Italia, può capitare di vederla passeggiando nei boschi delle Alpi e degli Appennini, ma l’intera pianta è velenosa, in particolare le sue bacche, la cui ingestione può provocare persino la morte.

Artrosi, attenzione ai tacchi troppo alti

Le scarpe con i tacchi che superano i 3 centimetri di altezza, aumentano il rischio di sviluppo dell’artrosi, poiché possono alterare la postura e aumentare la pressione sulle articolazioni del piede, della caviglia e del ginocchio. L’artrosi, infatti, è caratterizzata da una degenerazione della cartilagine articolare, e provoca rigidità e dolore. Si tratta di un disturbo abbastanza diffuso nel Regno Unito, dove è stata condotta l’indagine dalla Society of Chiropodists and Podiatrists su un campione di 2 mila persone, tra uomini e donne, e la causa principale sarebbe la scelta delle scarpe.