Dormire troppo o troppo poco può essere dannoso per il cuore

Una nuova ricerca effettuata da un team di studiosi di Singapore in collaborazione con un’equipe di scienziati statunitensi ha fornito ulteriori prove dell’importanza per la salute dell’organismo di dormire bene. Poche o troppe ore di sonno possono essere infatti dannose per il cuore. I ricercatori hanno inoltre osservato che il diabete e l’ipertensione possono contribuire ad accentuare ulteriormente questo tipo di connessione.

Gli studiosi, guidati dal dottor Anoop Shankar della West Virginia School of Medicine di Morgantown, hanno esaminato ben 58.044 uomini e donne di 45 anni di età o più anziani, che non soffrivano di malattie cardiache.
Ebbene, coloro che solitamente dormivano cinque ore o meno di cinque ore, e quelli che dormivano più di nove ore, hanno riportato significative e maggiori probabilità di morire di malattie cardiovascolari negli anni seguenti, rispetto ai pazienti che dormivano sette-otto ore a notte.

Nottambulismo: dieci regole per imparare a dare il meglio di sè durante il giorno

Anche voi vi sentite irrimediabilmente fiacchi e svogliati durante tutta la giornata per poi trovarvi inspiegabilmente pieni di energia e voglia di fare verso sera? Poco male se siete barman o portieri di notte, un bel guaio invece se i vostri impegni lavorativi, o familiari, vi costringono comunque ad alzarvi presto al mattino.

In questo caso infatti sembra non abbiate altra scelta se non dare una bella regolata al vostro orologio biologico e fare in modo che il cervello si abitui a riposare la notte e a restare desto e attivo durante il giorno, così come accade, presumibilmente, alla gran parte di coloro che vi circondano. Se vi sembra un’impresa impossibile non disperate: ad aiutarvi ci penserà il decalogo stilato dall’esperta statunitense Nancy Collop, direttrice del Johns Hopkins Hospital Sleep Disorders Center di Baltimora.