Dipendenza da eroina, FDA approva pompa buprenorfina

La Food and Drug Administration ha approvato l’utilizzo di una “pompa” ad buprenorfina nel trattamento della dipendenza da eroina e più nello specifico nell’ambito dei programmi di disintossicazione da questo ed altri oppiacei. Il fine ultimo è quello di liberare totalmente il paziente dal bisogno delle sostanze in questione.

Imodium usato come nuova droga?

Imodium usato come nuova droga: è questa l’incredibile trend che giunge da oltreoceano per la ricerca dello sballo da parte delle persone che non possono permettersi le sostanze stupefacenti tradizionali. Le motivazioni di questa scelta sono legate ai suoi effetti.

Droga, ecco come cambia i connotati (FOTO)

La droga fa male. In tantissimi modi. Il nostro organismo viene distrutto dal consumo di sostanze stupefacenti e questo è assodato. Ma è sorprendente quanto in questo suo percorso di distruzione sia in grado di cambiarci i connotati e di farlo nel giro di pochi mesi.

Desomorfina, dalla Russia la droga che squarcia la cute

Una droga potente, almeno tre volte più della cocaina. Una sostanza dagli effetti collaterali devastanti, facile da produrre anche in casa e molto economica rispetto ad altri stupefacenti. Si chiama desomorfina ed è conosciuta sotto il nome comune di Krokodil: viene dalla russa. Purtroppo il suo punto di forza è rappresentato dal rapporto tra i forti effetti ed il basso costo. E chi ne fa uso, non si cura delle conseguenze: squarci nella pelle e organi interni distrutti.

Dipendenza da eroina: vaccino presto in sperimentazione

Un vaccino per combattere la dipendenza da eroina. E’ questo lo straordinario compendio medico sul quale sono  al lavoro scienziati messicani e statunitensi. Uno strumento attraverso il quale sarà possibile abbattere il piacere derivante dall’assunzione della sostanza. I test, al momento effettuati su modello animale, sembrano dare risultati soddisfacenti.

Categorie Senza categoria

Alcool più dannoso dell’eroina

Il pensiero comune è che sia le droghe che il vizio dell’alcool facciano male, ma se si dovesse stilare una specie di “classifica” di quelle che fanno più male, l’alcool dovrebbe essere decisamente in fondo alla graduatoria. Secondo una recente ricerca guidata da David Nutt del partito laburista britannico e pubblicata su Lancet, la situazione è esattamente inversa.

Sulla base di un punteggio massimo di 100 derivato dal grado di pericolosità, l’alcool ha raggiunto 72 punti, forse proprio a causa dell’idea prima descritta che porta a sottovalutare gli effetti di questa sostanza. Staccata di parecchio al secondo posto, con 55 punti, l’eroina, seguita dal crack (54).

Italia, il bel Paese della cannabis tra pizza spaghetti e spinelli

L’Italia, da oggi, ha conquistato un altro triste primato in Europa, divenendo la patria della cannabis. Tra una pizza e una spaghettata in compagnia, gli italiani trovano sempre il tempo di fumare un salutare spinello, probabilmente sognando un posto migliore in cui vivere e un presidente più abbronzato, chi può dirlo!

A regalarci questo meritatissimo primo posto è stata la relazione annuale stilata, come di consuetudine, dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze e basata sull’evoluzione del fenomeno in Europa.
Nel nostro Paese la sostanza stupefacente più consumata è proprio la cannabis, di cui l’Italia risulta la maggior consumatrice nell’Unione, a pari merito, se così si può definire, con la Spagna.

Nuovo test su purezza eroina potrebbe salvare migliaia di vite

La droga uccide la vita. Non ci sono giustificazioni plausibili a una simile offesa nei confronti della propria salute, dell’incolumità fisica e mentale cui si attenta assumendo sostanze stupefacenti.
Lungi da noi giustificare simili comportamenti insani, dando notizia di un nuovo potente strumento capace di “salvare il salvabile“, fornendo delle prove sulla purezza dell’eroina spacciata per le strade e nei parchi.

Lo stanno approntando scienziati spagnoli, al lavoro da tempo su un particolare tipo di test capace di determinare la “qualità” e il livello di purezza della letale polvere bianca.
Procedimento, questo, che consenterebbe agli investigatori di identificare immediatamente le partite di droga più impure e le forme più tossiche vendute dagli spacciatori, senza alcun senso dell’etica, che mettono in pericolo migliaia di vite.

La mappa dello sballo: dagli scarichi urbani Milano in cima per consumo di cocaina

I tunnel della dipendenza aumentano, anno dopo anno. Sembra quasi che non si possa vivere oggi senza appigliarsi a qualche insano vizietto: dal fumo all’alcool, dall’alimentazione sregolata alle perversioni sessuali, gli eccessi sembrano governare la nostra società.

Nessun falso moralismo, sia ben inteso: la libertà di strafare e di distruggere la propria vita è una delle tante strade che si sceglie in totale autonomia di percorrere. Pensiamo alla droga, per esempio. E’ proprio vero che siano soltanto le cattive compagnie, i problemi esistenziali a spingere verso le sostanze stupefacenti?