Mondiali in Brasile, i rischi per la salute

Anche i Mondiali in Brasile hanno dei rischi per la nostra salute, sopratutto se ci rechiamo in loco per vedere le partite. E’ il Centro per lo studio delle malattie statunitense di Atlanta, lo CDC, ad aver compilato un esaustivo rapporto di quello che può accaderci se non facciamo la dovuta attenzione ai nostri comportamenti.

Vaccinazioni: necessarie prima di viaggi esotici?

Con il Natale ed il freddo dell’inverno potrebbe nascere la voglia di fare viaggi esotici. E’ in queste situazioni che entrano in campo le vaccinazioni: sono utili quando si abbandona il proprio microclima per uno diverso e caratterizzato da possibili agenti patogeni? La risposta è positiva.

Vacanze esotiche con i bambini, i consigli dei pediatri

Le mete esotiche restano quelle predilette da chi va in vacanza, e negli ultimi anni anche dalle famiglie con bambini, ma quali rischi si corrono? I medici della Società italiana di infettivologia pediatrica (Sitip) hanno realizzato una sorta di mappa delle malattie infettive più frequenti  e le azioni di prevenzione da mettere in atto.

Vacanze in Africa e Sudamerica, attenzione alla febbre gialla

Se state programmando di trascorrere le ferie in alcuni Paesi esotici come quelli del Centro Africa e del Sudamerica, forse è il caso di dare un’occhiata alle vaccinazioni, ed in particolare a quella per la febbre gialla. Secondo le indicazioni dell’Organizzione Mondiale della Sanità, la febbre gialla è una malattia acuta virale emorragica che si trasmette attraverso le zanzare, e che prende la caratteristica di “gialla” in quanto provoca un colorito giallastro sulla pelle di chi ne è affetto, che prende il nome di ittero.

Il vaccino contro la febbre gialla modificato potrebbe proteggere dalla malaria

Non c’è vaccino per la malaria, una malattia che fa ammalare quasi 250 milioni di persone ogni anno e uccide un bambino ogni 30 secondi. Ma qualcosa potrebbe cambiare: i ricercatori della Rockefeller University hanno trasformato geneticamente il vaccino contro la febbre gialla per innescare il sistema immunitario per tenere lontani i parassiti come la zanzara che causano la malattia. I ricercatori hanno scoperto che il vaccino modificato, insieme ad un richiamo, applicato sui topi li ha protetti contro la malattia.

La malaria è una delle crisi sanitarie più urgenti dei Paesi in via di sviluppo, ma è noto dal 1960 che una forma del parassita della malaria, chiamato sporozoite, potrebbe “risvegliare” il sistema immunitario e proteggere contro le infezioni future. L’unico modo per raccogliere gli sporozoiti, tuttavia, è di coglierli uno per uno dalle ghiandole salivari delle zanzare malariche. Per fornire l’immunità, i parassiti devono poi essere iniettati in dosi elevate, un approccio intensivo non realizzabile su larga scala.

Col riscaldamento globale l’Europa è a rischio febbre dengue, malaria e febbre gialla

L’aumento delle temperature globali potrebbe stare già aiutando le malattie infettive a diffondersi verso Nord, secondo un rapporto degli scienziati europei dell’European Academies Science Advisory Council (EASAC).

La relazione collega le temperature più calde con la diffusione della febbre dengue, febbre gialla, malaria e anche peste in Europa.

Le influenze fondamentali dei cambiamenti climatici sulle malattie infettive può già essere individuata ed è probabile che nuovi vettori e agenti patogeni emergeranno e si stabiliranno in Europa entro i prossimi anni

dice la relazione. Il gruppo di studio è formato da 26 accademie nazionali della scienza indipendenti di tutta l’Unione europea. Gli esperti climatici delle Nazioni Unite consigliamo di ridurre le emissioni di carbonio per evitare l’aumento delle temperature globali oltre i 2 gradi Celsius, sopra cioè i livelli pre-industriali.

Mondiale 2010: prepariamo il viaggio in Sudafrica

Ci siamo già occupati, in un precedente articolo, delle precauzioni da prendere prima di viaggiare in Sudafrica per seguire i Mondiali di calcio. Ma siccome il Paese è molto grande (circa 4 volte l’Italia), e saranno in molti quelli che lo visiteranno anche al di fuori del torneo, le autorità sanitarie avvertono che la situazione potrebbe non essere così “gradevole” come la troverete nell’area attrezzata per il Mondiale.

Da anni è partita una campagna di sterilizzazione e ripulitura da virus per evitare il contagio nella zona che ospiterà le partite e i milioni di turisti attesi, ma se si vorrà uscire da quest’area, si rischia di fare i conti con l’Africa che siamo abituati a vedere nei documentari, quella delle malattie che dalle nostre parti sono un ricordo, o quasi, come la malaria e la febbre gialla.

Per questo motivo le autorità hanno diramato le seguenti informazioni che potrebbero semplicemente preparare il vostro corpo (e la vostra valigia) ad affrontare la dure condizioni sudafricane, prendendo alcune precauzioni in più. In primo luogo, il consiglio è di dare un’occhiata ai farmaci disponibili nel proprio Paese di origine che possono servire per curare alcune delle malattie presenti nel Paese africano. Una volta arrivati non sarà più così semplice reperirli.

Estate 2010, arrivano le zanzare “indiavolate”. Ecco i rimedi per tenerle lontane

Il freddo che ha fatto quest’anno non ha avuto solo conseguenze spiacevoli. Ha infatti avuto il merito di tenere lontane le zanzare. Questi fastidiosi insetti che di questi tempi di solito stanno già svolazzando nelle nostre case, ancora non si vedono, ma gli esperti non gridano alla vittoria. Anzi, avvertono di andarci cauti con l’ottimismo.

Il gran freddo ed il fatto di averle tenute lontano dalla nostra cute per così tanto tempo le ha fatte “incattivire”, e così, secondo la Stiftung Warentest, un istituto tedesco che si occupa di monitoraggio dei prodotti contro le zanzare, avverte che arriveranno più cattive e affamate di prima. Durante quest’inverno rigido infatti si sono rifugiate nei tombini ed in tutte quelle zone paludose dove, fino a 5 gradi sotto zero, hanno trovato la forza di sopravvivere. Ma ora che le temperature stanno ricominciando a salire, sono pronte ad attaccarci anche più numerose di prima.