Salute feto, dipende dallo stile di vita del padre

La salute del feto dipende dallo stile di vita del padre: lo afferma una revisione di studi recenti condotta da fisiologi e biologi molecolari del Georgetown university Medical Center e pubblicata sull’American journal of stem cells. Maggiore responsabilità dunque agli uomini, determinanti nel fare nascere bimbi sani. Lo studio non punta i riflettori sulla genetica, piuttosto mira a sottolineare un insieme di buone abitudini di vita che, se seguite da parte del futuro papà, contribuiscono alla salute del nascituro.

Citomegalovirus in gravidanza, 5 peggiori rischi per il bambino

Il citomegalovirus può rivelarsi molto pericoloso se contratto dalla donna in gravidanza. I principali rischi riguardano la salute del feto e, di conseguenza, quella del bambino che verrà. Il citomegalovirus (la cui sigla è CMV) si trasmette solo da uomo a uomo tramite sangue, saliva, liquidi seminali, secrezioni vaginali, urina e latte. E’ asintomatico, fa parte della famiglia degli Herpesvirus e, una volta contratto, rimane latente nell’organismo per tutta la vita, con la possibilità di riattivarsi nei momenti in cui di registra un calo delle difese immunitarie.

Futuri papà non bevete! L’alcol danneggia il feto

Gli uomini che hanno intenzione di mettere in cantiere un figlio dovranno evitare di consumare alcol: è questo il risultato di una ricerca condotta dall’Ibcn-Cnr di Roma che per la prima volta punta il dito contro atteggiamenti sbagliati negli uomini che potrebbero danneggiare il feto. Fino ad oggi, infatti, si era spesso parlato molto di come si dovesse comportare la donna quando incinta; ebbene veniamo adesso a sapere che anche alcuni comportamenti dell’uomo prima del concepimento potrebbero mettere a repentaglio la salute del nascituro.

Neonata nasce incinta di due gemelli

Una neonata è nata incinta di due gemelli. La condizione, rara ma non impossibile, prende il nome di “fetus in fetu” e si presenta in un caso ogni 500 mila nascite. Avvenimenti del genere creano sempre molto scalpore, anche nella comunità scientifica.

Assistenza alle famiglie e ai portatori di spina bifida

In occasione del suo 30° anniversario dalla fondazione, l’Associazione Lombarda per l’idrocefalo e la spina bifida ha organizzato un convegno il 23 novembre per coinvolgere le famiglie e i portatori di spina bifida, una grave malformazione del tubo neurale, che coinvolge il midollo spinale, cervello, cervelletto, tronco e strutture adiacenti (meningi, vertebre, muscoli, legamenti) del feto.

Aspirina in gravidanza, si può prendere?

Si può prendere un’aspirina in gravidanza? La risposta è: dipende. Questo perché sebbene sia sconsigliato, stando ai risultati che numerosi studi ci propongo al riguardo, la questione può essere analizzata caso per caso.

I bambini sbadigliano anche nel pancione: il video

Il feto nel grembo della donna non solo può tirare calci ed essere colpito da singhiozzo, ma può sbadigliare e farlo anche con una certa frequenza. Lo racconta una ricerca condotta dagli scienziati della Durham University  e dell’ateneo di Lancaster e pubblicata sulla rivista di settore Plos One. Lo studio potrebbe aiutare a fornire i mezzi per comprendere lo stato di salute del bambino prima della nascita.