Bambini, le vittime principali degli incidenti domestici

Il tragico caso del bambino di 1 anno e mezzo morto a Como dopo una ferita alla gola a causa di una scheggia di vetro ha riportato l’attenzione sugli incidenti domestici, che vede coinvolti in numero sempre maggiore proprio i bambini. Ma prevenire e ridurre i rischi è possibile, ecco i suggerimenti dei pediatri della SIPPS.

Natale, attenzione agli incidenti domestici

Il Natale è ormai alle porte e come ogni festa che si rispetti è destinata a portare dei cambiamenti nell’ambiente nel quale si vive. Piccole cose come la costruzione di un presepe o l’addobbo di un albero di natale che, se rapportate  ai bambini, possono arrivare a rappresentare dei piccoli “cataclismi” in grado di causare un impennamento degli incidenti domestici con dolorose conseguenze. 

8 consigli per un Natale a prova di Pronto Soccorso

Durante il periodo natalizio, si registra ogni anno un incremento delle richieste di intervento di Pronto Soccorso, e nella gran parte dei casi si tratta di incidenti che vedono protagonisti proprio i bambini. La maggior parte degli italiani, secondo un’indagine commissionata da UL (Underwriters Laboratories) all’istituto di ricerca GfK Eurisko, tra i prodotti più pericolosi mette al primo posto i fuochi d’artificio (47%), poi le luci dell’albero (30%) e infine, le candele (27%).

Bambini, quando la televisione fa male…davvero

Spesso e volentieri si parla di quanto la televisione possa essere deleteria per la crescita dei bambini. Ma mai fino ad ora non ci si era preoccupati di quantificare quanti danni fisicamente essa possa apportare nella vita dei minori non se vista, ma se si rimane vittima di un incidente con la stessa.

Gli scienziati dell’Università di Pittsburgh hanno effettuato uno studio per comprendere quali siano gli effetti sul corpo dei bambini in caso si dovessero trovare a rimanere vittime di un ribaltamento di un televisore su di loro.

Bambini, più incidenti a casa che fuori

Ogni mamma si preoccupa della salute dei suoi bambini. Tutto ciò ovviamente trova espressione nella paura che le stesse hanno che i loro figli possono subire infortuni mentre sono fuori casa o giocano con gli altri minori. La statistica insegna però che, la maggior parte degli incidenti, avvengono quando i bambini si trovano in casa.

A raccontarcelo sono i dati prelevati annualmente dai nosocomi italiani .Questo accade perché i bambini in crescita hanno una naturale voglia di esplorare il mondo che li circonda, toccare oggetti ed in alcuni casi, quando sono molto piccoli, portarli alla bocca o inserirli negli orifizi del loro corpo che trovano a portata di mano.

Incidenti domestici: bambino inghiotte una lampadina, salvato con una broncoscopia

Un incidente domestico comune poteva sfociare in tragedia. I bambini si sa, tendono a mettere tutto in bocca, ad assaggiare, sperimentare il gusto di ogni cosa. E’ quello che è capitato ieri ad un piccolo di 10 mesi originario di Trapani. In un attimo, davanti agli occhi atterriti dei nonni, ha ingoiato la lampadina di un giocattolo, un led di vetro di circa un centimetro e mezzo che ha rischiato di soffocarlo. Un intervento di urgenza dei medici dell’Ospedale Di Cristina di Palermo ha permesso di rimuovere il pericoloso oggetto. Il tutto in anestesia totale e tramite una broncoscopia, che ha permesso, grazie ad una speciale pinza di asportare il led dai bronchi, dove si era andato a posizionare.

La vostra casa è sicura? Scopritelo con questi consigli utili

Si dice che la casa sia il posto più sicuro del mondo. Ovviamente è il posto che psicologicamente ci fa sentire più sereni e rilassati, ma siamo certi che sia davvero sicuro? Soprattutto per quanto riguarda i bambini, il rischio di incidenti domestici è molto più alto rispetto a quello che avviene fuori dalle mura domestiche.

Questo avviene molto probabilmente perché fuori casa si presta più attenzione al mondo che ci sta attorno, e magari si evita di “abbassare la guardia“, come magari può accadere nella propria stanzetta. Qui di seguito vi diamo una serie di consigli utili per mettere la vostra casa in sicurezza e poter stare davvero tranquilli, anche se si hanno dei figli scatenati che non stanno un attimo fermi.

Cominciamo con il pavimento. Se si amano i tappeti, evitare quelli con la gomma antiscivolo inferiore. Essi facilitano molto le cadute non solo quando si corre, ma si può inciampare anche semplicemente camminando. Non lasciare mazzi di chiavi in giro. Oltre ad essere uno degli oggetti che più facilmente si possono perdere, tra le mani di un bambino diventano pericolose perché potrebbe chiudersi dall’interno in qualche stanza, senza riuscire più ad uscire.