Metodo Stamina in Consiglio dei ministri, oggi sit in di protesta

Oggi il ministro della Salute Beatrice Lorenzin riferirà in Consiglio dei Ministri degli ultimi accadimenti in merito al metodo Stamina sia a livello nazionale che internazionale,  mentre ancora una volta le associazioni dei malati pro-Stamina scenderanno in piazza per richiedere e sostenere la libertà di cura attraverso questo protocollo.

Legge Stabilità: stop a tagli alla sanità nei prossimi 3 anni

Nei prossimi tre anni non verranno effettuati ulteriori tagli alla spesa sanitaria: è quanto afferma la Legge di Stabilità, nata ieri in seno all’ultimo Consiglio dei Ministri. La questione è stata molto dibattuta, sembra che il Ministro per la Salute Beatrice Lorenzin abbia tirato fuori gli artigli (“torturerò Saccomanni-avrebbe dichiarato in un’intervista-affinché non vi siano tagli alla sanità“) per ottenere quanto promesso lungamente nei mesi scorsi. Eppure il rischio c’è stato.

Ticket, arriva il taglio alle esenzioni?

Troppe persone sono esenti da ticket, vi è bisogno di riformare il sistema. Questo, in poche parole, il tenore delle dichiarazioni del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in una intervista rilasciata al quotidiano La Stampa. Scopriamo inseme quali saranno le novità per la sanità pubblica.

Beatrice Lorenzin, Ministro della salute: quali priorità?

Beatrice Lorenzin è il nuovo ministro della salute del Governo Letta, in attesa della fiducia nel primo pomeriggio di oggi. E’ la quinta donna, nella storia del nostro Paese a ricoprire tale incarico dopo Tina Anselmi, Maria Pia Garavaglia, Rosy Bindi e Livia Turco. E’ giovane, classe 1971, ma ha alle spalle una lunga carriera politica: praticamente escludendo un inizio giornalistico, questa è stata la sua unica professione, in seno a Forza Italia e poi nel PDL. E’ stata eletta alla camera dei deputati nelle ultime elezioni. Di fatto però non si è mai occupata  di salute, criticano i suoi detrattori e la sfida che si trova di fronte è piuttosto ardua. Da dove comincerà la Lorenzin? E cosa dobbiamo aspettarci in materia di salute dal governo Letta?

Caso Stamina: metodo italiano criticato su Nature

L’infusione di staminali secondo il metodo messo a punto dalla Stamina Foundation è stato nell’occhio del ciclone per diverso tempo per via della sua validità. Ora lo “scontro” si sposta dalla procura di Torino alla rivista “Nature” dove a finire sotto accusa non è solo il protocollo ma anche il nostro ministro della Salute Renato Balduzzi.

Tagli alla sanità: ecco cosa ci aspetta

I tagli alla sanità hanno rappresentato la parte più gravosa ed annosa della spending review voluta dal Governo per tentare di mantenere in ordine i conti pubblici. Tralasciando eventuali polemiche politiche sui tagli possibili senza agire sulla sanità pubblica, vediamo insieme cosa ci aspetta con il decreto firmato questa notte dal Consiglio dei Ministri.

Farmaci di fascia C senza obbligo di ricetta verranno venduti fuori dalle farmacie

Il ministro della Salute Renato Balduzzi ha firmato il decreto. Almeno 220 farmaci di fascia C, per i quali non è necessaria la prescrizione medica, potranno essere venduti all’interno di parafarmacie e presso esercizi commerciali della grande distribuzione. Una decisione che, è intuibile,  scatenerà sicuramente qualche polemica. A poter essere venduti all’esterno delle canoniche farmacie solo quei medicinali soggetti a “delisting”, ovvero che non presentano più l’obbligo di ricetta.

Malattie rare: le ricerche finanziate dalle Istituzioni italiane

In questa ultima settimana le malattie rare hanno rappresentato, fortunatamente, uno dei principali temi di conversazione riguardanti la medicina, complice la giornata mondiale dedicata celebrata lo scorso 29 febbraio.  Aumentando l’attenzione sociale sul tema, è automaticamente cresciuta quella istituzionale. E diversi soggetti hanno stanziato fondi importanti, soprattutto se letti in un contesto di forte crisi.

Liberalizzazione farmaci di fascia C e cambiamenti: la parola al Ministro della Salute

La liberalizzazione dei farmaci di fascia C, contenuta nella nuova manovra economica, ha destabilizzato e non poco l’equilibrio di farmacie e farmacisti che, insieme alla Federfarma fanno sapere di avere un parere totalmente negativo di fronte all’iniziativa. Le nuove disposizioni potrebbero però accontentare le necessità dei cittadini grazie a notevoli risparmi. Il ministro della Salute Renato Balduzzi spiega, in un intervista presso il Sole 24 ore il perché di questa scelta e delle nuove iniziative in materia sanitaria.

Omeopatia: oggi visite gratuite e consigli

Si è celebrata ieri la Giornata Internazionale 2011 dedicata all’omeopatia, una medicina “non convenzionale” tra le più amate al mondo. Ed oggi su tutto il territorio italiano l’AIOT, Associazione Italiana Medica di Omotossicologia, col sostegno di Guna (uno lei leader italiani nel settore) propone dei check-up gratuiti, presso gli studi dei medici aderenti all’iniziativa. In Italia secondo gli ultimi dati sono più di 11 milioni gli italiani che approcciano all’omeopatia, alcuni in maniera continuativa, altri come opzione terapeutica da scoprire all’occorrenza. L’omeopatia risulta avere buoni risultati in caso di infezioni delle vie respiratorie, raffreddore, mal di testa, acne, febbre, ecc.

Dal cancro all’ictus: a Cernobbio un Forum sulla ricerca scientifica

Si parla di cancro, ictus, infarto, malattie genetiche ed autoimmuni a Cernobbio, dove è in corso la prima Conferenza Nazionale sulla Ricerca Sanitaria voluta dal Ministro della Salute Ferruccio Fazio. Gli obiettivi sono diversi. E’ prima di tutto un incontro rivolto all’approfondimento e al dibattito sulla ricerca sanitaria e scientifica in Italia che vede coinvolti tutti gli enti preposti, sia pubblici che privati: dallo stesso Ministero, alle Università, all’ISS, al CNR, al MIUR, agli IRCCS, alle imprese farmaceutiche fino ovviamente ai ricercatori.

Anzi, la Conferenza ospita almeno 100 dei più importanti studiosi italiani costretti a lavorare all’estero. Dedicato a loro, un nuovo network, una piattaforma che tende alla valorizzazione e allo scambio di informazioni sulla ricerca medico-scientifica italiana nel mondo: è l’ Italian Network for Health Research.  Si parla di ricerca molecolare, cercando di fare il punto su numerose patologie; si illustrano le ultime acquisizioni in campo di Imaging, fondamentali per la diagnosi precoce di alcune malattie come il morbo di Parkinson o l’Alzheimer; si affronta il tema dei farmaci innovativi; delle Reti oncologiche e neurologiche, delle possibilità di collaborazione tra pubblico e privato; soprattutto si discute e ci si confronta sulle sperimentazioni cliniche.

Malasanità in sala parto ed abuso di cesarei: risponde Fazio

Malasanità in sala parto ed alto numero di parti chirurgici? Presto le linee guida sul taglio cesareo, tra l’altro già programmate da tempo, mentre per i drammatici fatti recenti bisognerà attendere i risultati delle indagini degli organi preposti.

Questo il succo della risposta del Ministro per la Salute Ferruccio Fazio all’interrogazione parlamentare voluta dalla deputata Carla Castellani.

Effettivamente, il ministro non ha potuto che ricordare che un percorso di controllo e regolamentazione è già stato attivato. Anzi, nel 2008, un accordo stato-regioni ha affidato al Ministero della Salute la funzione di osservatorio per il monitoraggio di alcuni eventi particolari e sfavorevoli, definiti “sentinella”e tra questi è compresa la morte materna o la malattia grave collegata al parto o al travaglio.