Il botox? Favorisce la depressione

Il botox? Appiana le rughe ma favorisce la depressione. E’ questo ciò che sostiene lo psicologo dell’Università di Cardiff Michael Lewis. Sentirsi più giovani potrà anche aiutare l‘ego in qualche modo, ma raggiungere il risultato attraverso queste “punturine” rischia di spianare la strada ad una patologia ben più grave di un segno del tempo sulla pelle.

Psicologia: timidi e tenebrosi, più sexy dei “bravi ragazzi” sorridenti

La psicologia delle donne, chi la comprende? Un nuovo studio scientifico, appena pubblicato sulla rivista Emotion, è andato ad indagare alcuni aspetti della comunicazione non verbale negli esseri umani, cercando di valutarne l’attrazione fisica corrispondente. E sorpresa (mica tanto!),  ne è emerso  che i ragazzi timidi, tenebrosi, con un travaglio interiore, insomma stile James Dean (o Colin Farrell per rimanere nel contemporaneo), sono decisamente più sexy di quelli sorridenti, esageratamente felici e sicuri di se stessi! La ricerca è stata realizzata presso l’Università della British Columbia (Canada) ed ha coinvolto circa 1000 volontari a cui sono state fatte vedere foto di persone del sesso opposto con espressioni (dunque impatto non verbale) che andavano dalla gioia e felicità (con grandi sorrisi), all’orgoglio e sicurezza (impettite e a testa alta) fino alla timidezza e alla vergogna (testa e occhi bassi). L’obiettivo era quello di scandagliare le reazioni istintive dal punto di vista dell’attrazione sessuale, della comunicazione espressiva non legata al linguaggio diretto.

Sindrome di Moebius, il bambino che ama far ridere ma non può sorridere

Sindrome di Moebius, una malattia rara, una delle tante tra quelle che stravolgono la vita in modo silenzioso, nel disinteresse generale, spesso purtroppo anche della ricerca e del welfare.

Malattie rare di cui ci occupiamo regolarmente su Medicinalive, molte volte per raccontarvi storie di pazienti che convivono con patologie così poco comuni, sconosciute ai più, dai nomi ostili, a cui dare un volto, una storia appunto per renderle più umane e vicine, meno dimenticate. Oggi vogliamo raccontarvi la storia di Harvey Hole, un bambino inglese di nove anni afflitto dalla nascita dalla sindrome di Moebius, conosciuta come la malattia che toglie il sorriso.

Il medico prescrive… felicità

Farmaci, farmaci, e ancora farmaci. Cibi che fanno bene, cibi che fanno male. Esercizio si, esercizio no. E se la ricetta per vivere a lungo fosse altrove? Niente formule chimiche segrete o elisir di lunga vita, il segreto per mantenersi giovani e rallentare i segni del tempo è il sorriso.
Stare sereni, allegri, di buon umore, scaccia i fattori scatenanti di molte malattie, perchè tiene a bada lo stress, l’ansia, la depressione.

In una sola parola per vivere bene e a lungo ci vuole felicità. Sembra la scoperta dell’acqua calda, eppure non è così scontato come sembra riuscire ad essere felici oggi.
Forse è molto più semplice ingerire una pillola scaccia mal di testa, che risalire all’origine stessa di quell’emicrania e vincere la tristezza.