Sfregiata dall’acido diventa modella

Sfregiata dall’acido è diventata ora una modella di abbigliamento. Dopo una ferita grave e profonda nel fisico si può reagire, emotivamente e psicologicamente.E’ questo che insegna la storia di Laxmi Agarwal.

6 cose da fare per un capodanno sicuro

Ecco 6 cose da fare per un Capodanno sicuro da vivere secondo gli esperti della Croce Rossa. Ogni anno comportamenti non adeguati portano centinaia di persone a passare la serata al Pronto Soccorso. Vediamo cosa fare per non correre pericoli.

Gel per guarire le ustioni gravi velocemente

Presto sarà possibile guarire un’ustione grave in tempi record e con il minimo rischio di infezioni e cicatrici grazie ad un nanogel messo a punto dai ricercatori dell’Agency for Science, Technology and Research (A*STAR’s) Institute of Bioengineering and Nanotechnology (IBN) di Singapore.

Botti di Capodanno: cosa fare in caso di ustioni

 Per molti Capodanno fa rima con “botto”, ma perché la notte di San Silvestro non si trasformi in un dramma è bene prestare attenzione ed essere prudenti. Ogni anno, infatti, proprio in questa occasione, i pronto soccorso sono presi letteralmente d’assalto. Ecco, allora, i consigli del Dottor Borriello dell’Ospedale Pellegrini di Napoli per trascorrere un fine anno in tutta serenità.

Botti di Capodanno: le conseguenze dell’uso improprio

La notte di Capodanno si avvicina, con la sua abitudine più pericolosa: quella dei botti i capodanno e dei fuochi di artificio. Se tale attività ludica fosse condotta con la giusta professionalità e preparazione, non si assisterebbe al verificarsi degli incidenti che ogni anno  affollano i nostri pronto soccorso con conseguenze più o meno gravi. Indaghiamo quali possono essere le conseguenze di un uso sconsiderato.

Ustioni, bambino costretto a vivere con maschera in Cina

Lo chiamano il bambino mascherato perché per almeno 10 anni, per proteggere la pelle rovinata dalle ustioni, è costretto a portare una sorta di passamontagna di garza: una maschera chirurgica.  Wang Gengxiang, in realtà è un bambino come un altro, costretto però da un triste incidente a doversi proteggere da “nemici” cattivi come i batteri e da infezioni quali la setticemia.  Proprio come farebbe un supereroe. E chissà se i suoi genitori, per aiutarlo in tal senso non gli abbiano raccontato una storia simile.

Abbronzatura: non usare le foglie di fico come abbronzante

Molte volte abbiamo sostenuto la necessità di prendere le giuste precauzioni affinchè l’abbronzatura vi dia un colore naturalmente gradevole e sia in grado di non arrecarvi problemi e fastidiose scottature. L’estate del 2011 verrà purtroppo ricordata per un rimedio fai da te in grado di mandare all’ospedale decine di persone ricoperte da ustioni: la foglia di fico. Non fraintendete, non si tratta di una metafora per parlare di abbronzatura integrale.

Adolescenti, la scuola è finita: cosa non fare la prossima estate

Tra pochi giorni arriverà il momento più atteso da milioni di ragazzi e ragazze di tutt’Italia, l’ultima campanella e l’inizio delle vacanze estive. Ad eccezione dei migliaia che si sottoporranno agli Esami di Stato (e per loro verrà con qualche settimana di ritardo), per tutti gli altri il pensiero fisso in testa ha un solo nome: vacanze.

Le vacanze estive vogliono dire divertimento, sole, amori, mare e feste. Tutto sembra dovuto dopo un anno di duro lavoro tra banchi e libri, ma attenzione perché non tutto fila sempre liscio. Se volete evitare di compiere qualcosa di cui potreste pentirvi, continuate a leggere per sapere alcune cose da tenere a mente questa estate.

Ustioni? Ora si può stampare la pelle

Fino a qualche tempo fa sembrava pura fantascienza: ora è divenuata realtà. Parliamo di un dispositivo in grado, al pari di normali stampanti all’inchiostro, di stampare letteralmente della pelle.

Quella che sembra essere appena uscita da un film o da un romanzo è ormai una realtà quotidiana negli Stati Uniti. E più nello specifico in Carolina del Nord, dove ricercatori dell’Università di medicina “Wake Forest” hanno presentato finalmente al pubblico questa straordinaria invenzione nel corso del congresso AAAS, (American association for the advancement of science,ndr) una delle associazioni cardine per ciò che riguarda il progresso scientifico tecnologico americano.

Fuochi d’artificio a Capodanno: i consigli per la sicurezza

I fuochi d’artificio, una tradizione tanto bella quanto pericolosa. Sono anni che passo il Capodanno in prossimità di Napoli, osservando da lontano le splendide immagini pirotecniche colorate e rumorose. Eppure mi spaventano ancora molto: soprattutto tengo le finestre rigorosamente chiuse perché il fumo che sprigionano questi artifici pirotecnici mi prende alla gola. E faccio bene! Sembra infatti che le sostanze sprigionate possano essere tossiche e comunque pericolose per chi soffre d’asma. Non è per fare disfattismo, ma come ogni anno, arrivano in questi giorni i giusti “tormentoni” dei media sulla prevenzione. Non possiamo esimerci dal farlo anche noi di Medicinalive. Del resto i risultati di questi ultimi anni ci hanno dato ragione: il numero dei feriti (e dei morti soprattutto) in Italia, grazie alle campagne informative al riguardo, si è decisamente abbassato. Vediamo come fare per non incappare in pericolosi incidenti pirotecnici.

Botti di Natale, prevenire gli incidenti: incendi

Ogni anno, con l’approssimarsi delle festività natalizie, i pronto soccorso degli ospedali italiani ricevono centinaia di richieste di intervento per ferite più o meno gravi causate dai tradizionali botti. Che si tratti di ustioni piuttosto che di incidenti che portano anche a perdere un dito, la mano piuttosto che un occhio, la verità è che non sono affatto fatalità, come si è portati a credere, ma di eventi prevedibili e prevenibili, in particolar modo rinunciando ai giochi pirotecnici più rischiosi, vere e proprie bombe spesso nelle mani maldestre di ragazzi e bambini.

Ma gli incidenti agli arti sono solo gli aspetti più evidenti e discussi delle insidie nascoste nei fuochi d’artificio. Un rischio di cui si parla poco è legato allo sviluppo di veri e propri incendi nelle abitazioni che mettono a repentaglio l’incolumità delle persone e provocano danni materiali agli edifici. E chi meglio dei Vigili del fuoco poteva offrirci preziosi consigli per evitare di scatenare incendi durante il periodo di Natale?