Glioblastoma 4 grado, quale terapia?

di Cinzia Iannaccio 1

Richiesta di Consulto Medico
Buonasera Il papá di mia moglie ha subito a marzo 2015 l’asportazione di un glioblastoma al lato destro. Ha seguto protocollo Stupp da aprile/maggio fino ad ottobre (6 cicli di chemio dopo radio e chemio concomintante). Purtoppo il quadro clinico é peggiorato da agosto ad ottobre nonostante l’assunzione di temodal. Ad oggi la malattia é progredita notevolmente…a cosa affidarci?? Continuare con temodal (gli effetti fino ad oggi sono stati pessimi)???? Oppure?? Grazie mille

 

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema Glioblastoma 4° grado

 

 

Risponde il dott. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

Gentile Utente, in primis a mio avviso occorre modificare l’approccio farmacologico. Se la temozolomide (temodal ndr) non ha sortito effetto occorre cambiare farmaco. Condizione generale ed esami ematochimici permettendo. Occorre poi valutare se è stata erogata tutta la dose possibile in radioterapia ed abbinerei al protocollo che si sceglierà della ipertermia capacitiva profonda a RF a scopo coadiuvante sinergico e della fitoterapia.

Cari saluti
Dott. Carlo Pastore, oncologo – www.ipertermiaitalia.it

 

Leggi anche:

Glioblastoma (o glioblastoma multiforme – GBM) | MedicinaLive

 

 

Per porre altri quesiti ai nostri specialisti potete visitare la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.

E’ doveroso da parte nostra ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

Foto: thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>