Problemi cuore, farmaci da banco contro raffreddore pericolosi?

I farmaci da banco contro il raffreddore sono pericolosi per coloro che soffrono di problemi di cuore? Sì, e a ricordarlo è la American Heart Association con un comunicato sul proprio sito attraverso il quale sconsiglia vivamente di curare l’influenza con medicinali acquistati in farmacia senza il parere del medico.

Differenza tra farmaco brand e generico, cosa sappiamo veramente?

Vi è mai capitato di recarvi in farmacia per acquistare un farmaco prescritto dal medico e ricevere dal farmacista un prodotto di uguale efficacia, almeno secondo quanto è pronto a confermare, ma ad un prezzo inferiore? Qualche volta addirittura, è proprio il dottore di fiducia a proporre una marca del tutto nuova, dicendo che comunque il principio attivo è lo stesso. E’ davvero così? Qual è la reale differenza tra un farmaco brand e uno generico?

Anziani rinunciano a farmaci e cure per la crisi

La crisi economica fa male alla salute, soprattutto quella degli anziani. Secondo un rapporto del Censis, presentato a Roma in occasione di un meeting sul rilancio della Sanità organizzato dall’associazione Pubblic Affairs Association, 9 milioni di italiani, nel corso del 2012, sono stati costretti a rinunciare ad accedere a prestazioni sanitarie per motivi economici. Tra questi, una buona fetta è rappresentata dagli over 65. Oltre alle cure, gli anziani hanno ridotto anche l’acquisto di farmaci non rimborsabili.

Giornata mondiale del Farmaco: aiutiamo chi ha bisogno

Domani 9 febbraio si celebrerà la Giornata Mondiale del Farmaco. Quale occasione migliore non solo per ampliare la nostra conoscenza del tema, ma per aiutare chi meno fortunato non ha nemmeno la possibilità di acquistare i medicinali per curarsi? Lo slogan della giornata sarà “Abbiamo bisogno di una mano”.

I farmaci da banco per combattere i sintomi dell’influenza

Quali farmaci da banco per combattere i sintomi dell’influenza? Naso che cola e starnuti, la gola brucia ed è arrossata, la tosse è persistente ed in alcuni casi arriva la febbre. Sono sintomi comuni tutto l’anno che però si sviluppano soprattutto in questo periodo dell’anno, in cui si ha il picco dell’influenza, grazie al freddo che facilita le condizioni di sviluppo e circolazione dei virus e perché no, anche dei batteri. La prima cosa che si tende a fare in questi casi, soprattutto se il lavoro non ci permette di stare al caldo e a riposo tra le quattro mura domestiche, è quella di prendere dei farmaci, per lo più di automedicazione (o medicinali da banco), quelli cioè vendibili senza la prescrizione del medico curante.

Giornata nazionale di raccolta del farmaco, 11 febbraio 2012

Sabato 11 febbraio ricorre la Giornata nazionale di raccolta del farmaco, un’iniziativa solidale organizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus (FBFO) in collaborazione con la Compagnia delle Opere – Opere Sociali, e vedrà il coinvolgimento di 3.500 farmacie distribuite in 85 province e in più di 1.200 comuni italiani. Si tratta di un’occasione per donare un medicinale a chi ne ha più bisogno.

Farmaci generici: liberalizzazioni tra brevetti e malcontento

Il decreto sulle liberalizzazioni in via di approvazione da parte del Governo, che toccherà in maniera sensibile anche il comparto sanitario attraverso gli interventi previsti su farmacie e farmaci, sta creando non poco scompiglio nei settori protagonisti e tra le “parti” contrapposte. Il tutto dipende forse dalla necessità di non “scontentare” troppo le parti: lobby, brevetti, paure. E come sempre tali sforzi portano a malcontento generale.

Farmacia, il progetto Pharmacademy: un aiuto per comprendere i cambiamenti

L’ambito farmaceutico, o meglio delle farmacie, cambierà notevolmente con l’approvazione dell’ultimo decreto governativo in materia economica che, tra le altre cose, prevede la liberalizzazione dei farmaci di fascia c e la loro commercializzazione in appositi spazi controllati al di fuori delle farmacie. E’ in un contesto del genere che l’importanza di una iniziativa PharmAcademy mostra la sua importanza.

Come curare la vaginite?

La vaginite è un’infiammazione della vagina che provoca prurito, bruciore intimo o durante la minzione, perdite vaginali più o meno intense o maleodoranti. Può essere curata ma tutto dipende dalle cause che l’hanno provocata. Dunque se si ha uno qualsiasi di questi sintomi è opportuno rivolgersi al proprio ginecologo per una diagnosi (o comunque per una visita di routine che non guasta mai, almeno una volta l’anno in mancanza di disturbi specifici).  Ecco quali sono le possibili terapie.

Tosse, raffreddore e febbre per 80.000 italiani: ma non è ancora l’influenza 2011

Tosse, raffreddore e febbre colpiranno la prossima settimana ben 80.000 italiani, anche se tutto sembrerà normale visto che arriva il “freddo“. Per il fine settimana infatti, i metereologi prevedono un abbassamento delle temperature, tale da riportarle alle medie autunnali. Lo sbalzo improvviso, ma anche le escursioni termiche nell’arco della giornata, tipiche di questa stagione favoriranno la comparsa di tutti i sintomi tipici dell’influenza. Ma attenzione perché l‘influenza stagionale 2011-12 è ancora ben lungi dall’arrivare.

Vacanze, i farmaci da portare

 

Vacanze di Pasqua: tutto è pronto mancano solo le valigie. E’ opportuno portarsi anche dei medicinali, per pura scaramanzia. Ma cosa non bisogna dimenticare? Di certo non tutto il mobiletto. Allora vediamo: intanto se stiamo seguendo una qualsiasi terapia dobbiamo ricordarci di quella.

Mi riferisco anche alla pillola anticoncezionale…Può essere difficile ottenerla senza una prescrizione medica. In seconda battuta dobbiamo prendere i soliti fondamentali: antidolorifici, antifebbrili ed un antistaminico. In genere sono farmaci da banco, vendibili quindi senza la ricetta del medico, ma interrompere i pochi giorni di relax per andare a comprarli, non è proprio il caso.