Come eliminare schegge da mani e piedi

Come eliminare schegge da mani e piedi? Piccoli pezzettini di legno o spine possono entrare sottopelle involontariamente: vediamo insieme come agire per estrarli nel miglior modo possibile e con velocità.

Woman putting a plaster on her thumb

 

Come disinfettare al meglio il ginocchio sbucciato del bambino

Vediamo insieme come disinfettare al meglio il ginocchio sbucciato del bambino. Quando ci si trova a che fare con delle cure da apportare a dei bambini, possono presentarsi delle piccole complicazioni causate dal loro comportamento: gestire la situazione al meglio è basilare.

Come disinfettare una ferita da taglio

Come disinfettare una ferita da taglio: è qualcosa che tutti dovremmo essere in grado di fare. Si tratta di uno degli interventi di soccorso più diffusi, partendo dai tagli più superficiali a quelli più profondi.

Arriva il cerotto intelligente che controlla la guarigione

E’ in arrivo sul mercato il cerotto intelligente in grado di controllare in tempo reale le condizioni della ferita. L’innovativo dispositivo medico è stato appena presentato sulla rivista IEEE Spectrum dall’Università di Friburgo. Si tratta di un particolare cerotto modificato con l’innesto di fibre ottiche, che riesce a misurare le variazioni del tessuto leso grazie alla lunghezza d’onda riflessa di un raggio di luce, che viene inviato alla ferita stessa.

Il risultato, è visibile all’esterno, con una modificazione del colore corrispondente la pH misurato. Per il momento il team di ricercatori svizzeri ha testato il cerotto intelligente solo su tessuti umani in provetta, ma presto partiranno degli esperimenti sugli animali, per arrivare anche all’uomo in una seconda fase.

Studi scientifici sul miele: un rimedio dolce ed efficace contro ulcera e ustioni

Confermate le proprietà terapeutiche di questa ‘medicina naturale’ che svolge un’azione antibatterica e favorisce la rigenerazione cellulare: il miele? Un rimedio dolce ed efficace, anche contro l’ulcera. Già nell’antichità veniva usato per curare le ferite, Greci e Romani se ne servirono per combattere mal di testa e mal di gola. Oggi la scienza ne conferma l’efficacia al microscopio. Uno studio dell’Università di Pisa ha rilevato che svolge un’azione batterica contro alcuni microrganismi responsabili di numerose infezioni, quali lo Staphylococcus aureus, Pseudomanas aerunginosa ed Helicobacter, il batterio che provoca l’ulcera, una malattia molta diffusa nella nostra società – ultima vittima illustre in ordine di tempo il popolare attore Massimo Ciavarro che ha dovuto abbandonare il reality show “L’isola dei Famosi” in seguito ad un attacco perforante e acuto.

Arrabbiarsi fa male alla salute: ecco svelati i perchè

Una ricerca di neurologia dimostra che saper tenere a bada la rabbia ci fa stare meglio. E rende il nostro corpo 4 volte più veloce quando si tratta di far rimarginare un taglio. Quindi arrabbiarsi fa male alla salute. Lo dicevano gli antenati; lo sperimentiamo noi ogni volta che ci facciamo trascinare dall’ira. E adesso lo conferma anche una ricerca dell’università dell’Ohio.

Lo studio ha scoperto che il corpo delle persone incapaci di controllare la rabbia, ci mette molto più tempo a guarire. Anche se si tratta solamente di una piccola ferita superficiale. Gli esperti hanno messo a confronto un centinaio di soggetti, la loro capacità di controllare la rabbia e la velocità che impiegava una piccola lesione della pelle a guarire. Negli individui più collerici la lesione ci metteva fino al quadruplo del tempo a rimarginarsi, rispetto alle persone più calme.

Alle cavie è stato anche chiesto come esprimevano la rabbia, se si tenevano tutto dentro o reagivano verbalmente con veemenza. Si è visto così che quelli che prendevano fuoco più spesso avevano livelli più elevati di cortisolo, l’ormone dello stress, e ci mettevano più tempo a guarire. L’equipe diretta da Jean-Philippe Gouin indica che approcci terapeutici quali le tecniche di rilassamento e la terapia cognitiva possono servire a controllare la rabbia.