Gonorrea resistente ad antibiotici

Un ceppo di gonorrea resistente agli antibiotici si sta diffondendo nel nord dell’Inghilterra: un importante focolaio è stato scoperto a Leeds. Questa malattia è una piaga del sistema sanitario inglese da molti anni, ma fino ad ora le autorità non si erano imbattute in un simile problema.

Clamidia e gonorrea in gravidanza, i rischi

Clamidia e gonorrea possono portare a sviluppare delle complicazioni del corso della gravidanza. Anche molto gravi. Lo conferma uno studio pubblicato sulla rivista di settore  Sexually Transmitted Infections e condotto dall’Università del New South Wales.

Sesso occasionale? Causa depressione

Solitamente il rapporto sessuale viene collegato a emozioni positive, relax, soddisfazione. Attenzione però al sesso occasionale, soprattutto d’estate, quando vi sono più possibilità: potrebbe infatti rappresentare un fattore di rischio per depressione ed ansia.

Gonorrea: nuovo ceppo più pericoloso dell’Aids?

Il nuovo ceppo di gonorrea resistente agli antibiotici e conosciuto sotto la sigla HO41 potrebbe essere potenzialmente più pericoloso dell’Aids.  Si tratta di un superbatterio per il quale al momento non esiste nessuna terapia funzionante.

Antibiotici, l’uso scorretto causa epidemia di superbatteri

Li chiamiamo ormai superbatteri eppure si tratta di microrganismi comuni come nel caso dell’escherichia coli. Perché sono “super”? Perché uccidono e ci fanno tanta paura? A nostro parere, forse non troppa, occorre maggiore consapevolezza dei rischi, cosa che si cerca di promuovere con iniziative come la “Giornata europea di informazione sugli antibiotici 2012” che si è svolta ieri, come ogni anno il 18 Novembre. Vediamo nel dettaglio.

Gonorrea ormai resistente ai farmaci, cambia la cura

La gonorrea è una malattia a trasmissione sessuale che molti oggi, erroneamente ritengono sia scomparsa o comunque estremamente difficile da contrarre. Così non è. Anzi, si tratta di una delle malattie veneree più diffuse in assoluto anche tra i giovanissimi. L’allarme però al momento è un altro: la gonorrea è diventata resistente agli antibiotici comunemente usati (cefixime) ed occorre una strategia terapeutica diversa.

Gonorrea e clamidia, le infezioni riprendono a crescere

Le malattie a trasmissione sessuale sono un campo di ricerca molto scomodo perché difficile da valutare, visto che spesso chi è malato non lo sa o non lo vuole accettare. Negli ultimi anni si sentiva parlare sempre meno di queste epidemie perché, anche grazie alla maggior cultura legata al sesso sicuro, effettivamente erano un po’ calate. Ma secondo una ricerca effettuata presso il Centers for Desease Control and Prevention, non solo non siamo liberi da questa diffusione, ma alcune di queste malattie hanno ripreso a crescere.

Gonococcemia diffusa

Gonococcemia diffusa

La gonococcemia diffusa è una malattia a trasmissione sessuale causata dal batterio Neisseria gonorrhoeae.

CAUSE: La gonorrea è una delle più comuni malattie infettive. Chiunque sia sessualmente attivo può prendere la gonorrea. L’infezione può essere diffusa attraverso la bocca, vagina, pene o ano. La gonococcemia diffusa può essere molto grave. L’infezione può svilupparsi da diversi giorni a 2 settimane dopo l’infezione primaria da gonorrea. L’infezione si diffonde attraverso la circolazione sanguigna ad altre parti del corpo. Una donna infetta può trasmettere l’infezione al suo neonato durante il parto.

Artrite gonococcica

Artrite gonococcica

L’artrite gonococcica è l’infiammazione di un’articolazione (di solito una sola) a causa di una infezione da gonorrea.

CAUSE: L’artrite gonococcica si verifica in persone che hanno la gonorrea causata dal batterio Neisseria gonorrhoeae. Colpisce le donne più spesso degli uomini, ed è più comune tra le adolescenti sessualmente attive.

Malattie sessuali, è allarme in Italia

E’ boom di malattie sessuali in Europa e l’Italia lancia l’allarme: anche nel nostro paese il contagio è molto alto. Secondo i dati del primo rapporto dell’Ecdc, European center for desease control, il quale ha raccolto i dati relativi alle patologie veneree degli ultimi 10 anni, i casi di malattie a trasmissione sessuale sono in continua crescita.

Faringite gonococcica

Faringite gonococcica

La faringite gonococcica è un’infezione delle tonsille e della parte posteriore della gola (faringe) a trasmissione sessuale.

CAUSE: La faringite gonococcica è causata dal batterio Neisseria gonorrhoeae. Il batterio si diffonde attraverso il sesso orale con un partner infetto. La maggior parte di queste infezioni della gola non producono sintomi (asintomatiche). Quando vi è disagio, è generalmente lieve. Non ci sono sintomi nel resto del corpo, a meno che la persona non sviluppi la gonococcemia diffusa, dove l’infezione si diffonde in tutto il corpo attraverso il flusso sanguigno.  I fattori di rischio includono una recente esposizione alla gonorrea, l’attività sessuale con più partner ed il sesso orale.

Educazione sessuale, in famiglia è tabù

L’educazione sessuale in famiglia è ancora argomento tabù, con quanto ne consegue per la salute degli adolescenti che spesso arrivano al primo rapporto sessuale impreparati e disinformati, con un correlato aumento delle malattie trasmissibili sessualmente. Pensate che tra le infezioni, il 68% dei casi di clamidia ed il 48% dei contagi di gonorrea si verificano proprio nei giovani sotto i 25 anni.

In una famiglia su tre non si è mai parlato di sesso e prevenzione di malattie e gravidanze indesiderate e la confusione dei genitori relativamente a metodi contraccettivi e vita degli adolescenti non aiuta certo a fare degli adulti interlocutori affidabili per i ragazzi e le ragazze che muovono i primi passi nel mondo del sesso. Dati preoccupanti, quelli che emergono dal recente sondaggio condotto dalla Sigo su un campione di 600 genitori.