L’inquinamento a Pechino danneggia non solo i polmoni ma anche cuore e sangue

Prima ancora che avessero inizio i giochi l’attenzione del mondo era orientata più verso il problema dell’inquinamento e delle conseguenze per turisti ed atleti che non verso gli sport stessi e le previsioni agonistiche.
E di certo non si trattava di timori infondati dal momento che la Cina è tra i Paesi emergenti che producono più gas serra, insieme all’India.
Un triste primato che ha messo in allerta esperti e medici per valutare i possibili rischi per chi deve recarsi nel Paese orientale per assistere o partecipare alle Olimpiadi.

Ricercatori e studiosi sono concordi nell’affermare che i danni ai polmoni del respirare aria densamente inquinata non siano affatto trascurabili.
Ed in effetti la prima cosa che viene in mente quando si pensa allo smog è proprio l’impatto negativo sull’apparato respiratorio.
Ma non sono soltanto gli organi respiratori a soffrire in ambienti scarsamente ossigenati: a risentirne sono anche il cuore e la circolazione sanguigna.

Olimpiadi di Pechino. In arrivo mediCina2008 la guida per la salute dei turisti

Se siete tra i circa 4 milioni di appassionati sportivi che hanno deciso di mettersi in viaggio verso la Cina in vista delle tanto attese, e altrettanto discusse, Olimpiadi di Pechino, che si svolgeranno dall’8 al 24 Agosto prossimi, è tutta dedicata a voi l’iniziativa mediCINA 2008 un progetto nato per informare e responsabilizzare gli italiani che proprio non vogliono mancare all’evento sportivo più atteso dell’anno.

Il progetto è curato dal Centro per la Medicina del Turismo di Rimini, in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della Sanità (O.M.S.) e vuole essere solo il primo passo di una più ampia iniziativa volta a promuovere un modo di fare turismo responsabile presso tutti coloro che scelgono mete esotiche e paesi lontani per la proprie vacanze. Come spiega Walter Pasini, direttore del Centro riminese, mediCINA 2008 ha lo scopo di fornire ai turisti informazioni utili circa le precauzioni da adottare prima di mettersi in viaggio verso l’impero del sol levante prime fra tutti la profilassi da seguire e i farmaci che può essere utile mettere in valigia per affrontare eventuali inconvenienti relativi alla salute.

Europei di calcio ed olimpiadi cinesi? Meglio andarci vaccinati!

Si avvicinano le trasferte dei tifosi in occasione dei prossimi Campionati europei di calcio. Per andare sul sicuro e non correre alcun rischio per la salute, il consiglio è quello di vaccinarsi.

Proprio così, le autorità sanitarie austriache hanno avvertito gli appassionati di calcio che si recheranno nel loro Paese per assistere all’evento, di provvedere a due vaccinazioni fondamentali: la prima contro il morbillo, la seconda contro la meningoencefalite da zecche (Tbe).