Curva prolattina e valori alti, prolattinoma?

Richiesta di Consulto Medico
Ho fatto la curva prolattina; dopo Mcp la basale è di 18.4; dopo 60 minuti è di 273.5 , dopo 120 minuti 207.8 e dopo 180 minuti è nuovamente scesa a 158.4. Mi domando se potrebbe trattarsi di un prolattinoma. Grazie

Crescita peli sul petto donna e dosaggi ormonali

Richiesta di Consulto Medico
Salve , Dopo una crescita di peli sul petto sono andata dal medico di famiglia e mi ha prescritto degli esami del sangue per vedere i livelli di ormoni , la prolattina ( 47,6) e quella dopo Peg (25,0) , cortisolo ( 26,68) , testosterone (0,53) e OH-progesterone (3,3) sono risultati alti , mentre TSH , LH, FSH, progesterone , beta estradiolo , DEAS sono risultati nella norma . Da qualche mese riscontro un cambiamento della vista ( alcuni colori cambiano , vedo dei fasci di luce che non esistono e puntini neri ) , il ciclo è irregolare da circa 3 mesi mentre prima è sempre stato regolare ( già fatta visita ginecologica per escludere ovaio policistico) . Lunedì ho la visita con un endocrinologo , secondo lei e giusto che il medico mi abbia messa in allarme , sono molto preoccupata Inoltre cosa vuol dire che la prolattina dopo Peg che c’è la macroprolattinemia con attività biologica attiva ? Grazie mille e scusi per il disturbo.

Macroadenoma ipofisario da prolattina: oncologo risponde

Un macroadenoma ipofisario da prolattina è un tumore che pur essendo benigno può provocare serie complicanze per la salute del paziente. Un caso particolare di resistenza alle terapie più comuni è descritto nel nostro spazio dedicato ai Consulti Online. Risponde l’oncologo Dottor Carlo Pastore.

Prolattinoma

Prolattinoma

Il prolattinoma è un tumore pituitario benigno che produce un ormone chiamato prolattina. Ciò si traduce in un eccesso di prolattina nel sangue.

CAUSE: La prolattina è un ormone che attiva la produzione di latte nel seno. Il prolattinoma è il tipo più comune di tumore dell’ipofisi (adenoma). Esso costituisce almeno il 30% di tutti gli adenomi pituitari. La maggior parte dei tumori ipofisari sono noncancerosi (benigni). Il prolattinoma può manifestarsi come parte di una malattia ereditaria chiamata neoplasia endocrina multipla di tipo 1. I prolattinomi si verificano più comunemente nelle persone sotto i 40 anni. Sono cinque volte più comuni nelle donne rispetto agli uomini, ma sono rari nei bambini. Almeno la metà di tutti i prolattinomi sono molto piccoli (meno di 1 cm di diametro). Questi microprolattinomi sono più comuni nelle donne. Molti tumori di piccole dimensioni restano piccoli e non diventano mai più grandi. I tumori più grandi, chiamati macroprolattinomi, sono più comuni negli uomini, e tendono a manifestarsi in età più avanzata. Possono crescere fino a grandi dimensioni prima che compaiano i sintomi.

Prolattina alta: sintomi e cure

Quando si parla di prolattina, si pensa subito alla gravidanza. Questo ormone infatti funziona come una sorta di interruttore per la produzione del latte nelle donne che hanno appena partorito. La sua alta concentrazione, conosciuta sotto il nome di iperprolattinemia, è un disturbo ormonale, presente sia nelle donne che negli uomini.

Come fare per riconoscerla e quali sono le cure?

Gravidanza isterica: ecco i sintomi e le cause

Il gonfiore addominale, il senso di nausea, il seno dolente ed il ciclo che non arriva. I sintomi ci sono tutti e giorno dopo giorno, mese dopo mese aumentano. “Sono incinta”: una frase che rimbomba nella mente, come un eco e non vuole andarsene. Ma al momento del test di gravidanza, anche dopo un mese o due di questa sintomatologia in continuo aumento, si scopre qualcosa: non c’è alcun bambino, o meglio esiste, ma solo nella donna con le analisi in mano, solo nella sua mente. E’ la cosiddetta gravidanza isterica!

Il nome non mi piace, ha un connotato che può essere offensivo, ma l’origine del termine e la sua evoluzione scientifica spiegano perfettamente di cosa si tratta e quanta pertinenza ci sia con una gestazione immaginaria, sintomo di un malessere inconscio.

Oggi infatti la gravidanza isterica è considerato uno degli esempi più classici tra le malattie psicosomatiche: quando cioè la mente, in sofferenza, ha il sopravvento sull’organismo, provocando sintomi veri e propri, presenti e visibili, non solo percepiti.

Il sesso post parto: quando ricominciare a fare l’amore?

Gioia, emozioni intense, impegno 24 ore su 24. La nascita di un figlio è un meraviglioso terremoto che riguarda praticamente tutto, la vita privata, gli amici, il tempo libero. E ovviamenteanche la sfera sessuale dei genitori. Quali sono i tempi giusti per ricominciare a fare l’amore? Lo abbiamo chieso alla dottoressa Metella Dei

“Normalmente servono dalle 4 alle 6 settimane perché l’utero riprenda le sue dimensioni e il collo dell’utero reintegri le sue funzioni protettive” 

Se non è ancora ben chiuso, risulta più vulnerabile alle infezioni e si può compromettere la fertilità futura. Nel caso di parto cesareo o altre complicazioni i tempi diventano più lunghi. Aggiunge

Lacrime di gioia: la scoperta di Frey sulla loro composizione

L’acqua, sorgente di vita, per l’uomo, per la Natura, e per ogni forma vivente. Si può sopravvivere molti giorni senza cibo, ma l’esistenza si fa subito breve se manca questo elemento.
Il corpo umano è composto dal 70% di acqua. E il nostro stesso sguardo è liquido, gli occhi sono un piccolo lago da cui guardiamo il mondo. Così come il motore ha necessita dell’olio per lubrificarsi, così l’occhio ha bisogno di acqua per mantenere il corretto livello di umidità.

Esistono sostanzialmente tre tipi di lacrime:

  • le lacrime basali prodotte naturalmente per mantenere il grado di liquidità della cornea
  • le lacrime di risposta alle irritazioni, che cercano di lavare via ed eliminare eventuali corpi estranei o granelli di polvere dall’occhio
  • le lacrime emotive, provocate da un forte stress psicologico e da emozioni troppo intense