Tumore prostata in calo con 5 anni di aspirina

Da anni si parla degli effetti benefici dell’aspirina sull’incidenza dei tumori ma l’argomento torna alla ribalta all’indomani del 33esimo Congresso nazionale della Simg, che si è svolto a Firenze, e nel quale si sono analizzati i risultati di uno studio particolarmente interessante incentrato sulla correlazione tra il tumore alla prostata e l’assunzione di aspirina da parte del paziente.

Tumore prostata, Enzalutamide migliora sopravvivenza

Anche l’Italia ha approvato l’utilizzo di enzalutamide, agente ormonale orale di ultima generazione, nei pazienti con tumore alla prostata metastatico resistente alla terapia ormonale non sottoposti a chemioterapia. E le percentuali di sopravvivenza aumentano.

Prostatite ed erezioni mattutine

Richiesta di Consulto Medico su prostatite ed erezioni mattutine
Salve ho 48 anni e da 6 mesi oramai soffro di un dolore al basso ventre che mi e’ venuto a seguito di un periodo in cui ho avuto uno strano “risveglio sessuale”: erezioni mattutine e a volte anche giornaliere, spesso fastidiose perche’ irriducibili. A seguito di tale periodo ho cominciato a masturbarmi in maniera inconsueta per sperare di mitigare il fastidioso problema ma credo che questo mi abbia portato (anche il mio urologo me lo ha confermato) ad un risveglio di una prostatite cronica iniziata 15 anni fa circa a seguito di una infezione da Chlamydia……..

Prostatite che non passa nonostante le cure

Richiesta di Consulto Medico
Buonasera Dottore, ho 33 anni e sono quasi due anni che soffro di prostatite credo abatterica visto che da esami di spermiocoltura e urinocoltura risulta tutto negativo; anche dopo massaggio prostatico, PSA, uroflussometria, varie risonanze magnetiche, ed ecografia risulta solo una prostata un po’ ingrossata. Dopo diverse cure antibiotiche come levofloxacina,TAVANIC, doxiciclina, Bassado,  Azuma 4 crono ipb3 e ora per ultimo Topster insieme a Bassado (preciso che prima di questo ho fatto un mese di levofloxacina) le cose sembrano invariate: pesantezza nel perineo, senso di defecare, calo del desiderio sessuale e di erezione. Questa è la terza volta che ne soffro in 10 anni, le altre due sono passate portando via tutti i sintomi ora però sta durando di più. concludo dicendo che sto terminando una cura con orudis e antunes che mi rilassano le parti intime ma non risolvono un granché. Dottore un consiglio da lei gentilmente.

Tumore prostata, 5 sintomi da non sottovalutare

Il tumore alla prostata colpisce solo gli uomini (la prostata è una ghiandola esclusivamente maschile) e viene causato proprio dalle cellule presenti all’interno di questa ghiandola che, per i motivi più disparati, cominciano a crescere in maniera incontrollata. I sintomi del cancro alla prostata sono facilmente riconoscibili e assolutamente da non sottovalutare. Ecco i più comuni che dovrebbero immediatamente fare scattare il campanello d’allarme.

Erezione debole, quali cause possibili?

Richiesta di Consulto Medico
Buon giorno: da circa 1 mese faccio fatica ad avere un erezione come prima cioè rigido e duraturo fino al termine del rapporto. Premetto di avere 57 anni ma di non avere mai avuto nessun problema , non fumo e non bevo alcol e voglio precisare che in questi giorni sento un dolore ai testicoli con voglia di rapporto ma erezione debole, grazie.”

Prostatite, quale cura?

Richiesta di Consulto Medico
“Salve, ho 43 anni e sono a chiedervi un parere su un problema di prostatite (infiammazione della prostata ndr) . Tutto è cominciato verso il 10 settembre,in modo graduale, con dei fastidi sopra pubici e sotto lo scroto. Avendo già sofferto una decina di anni fa di prostatite mi sembrava che questi fastidi fossero riconducibili ad essa. Sono andato dal medico curante il quale mi ha detto che sicuramente era prostatite e mi ha prescritto 20 giorni di antibiotico “ACTIRA 400 MG”………..

 

Bruciore al glande e fastidio ai genitali, quali cause?

Richiesta di Consulto Medico su bruciore al glande e fastidio ai genitali:

“Salve sono un ragazzo di 33 anni dal mese di aprile avverto dei bruciori e fastidi al glande uretra e al perineo ,con una riduzione del flusso di urina minzione debole ,eiaculazione debole e urinavo dalle 12-18 volte al giorno. I fastidi si accentuano dopo che ho una eiaculazione o urino. Ad oggi ho fatto spermiocultura,tamponi uretrali e urinocultura tutti con esiti negativi. Ho cambiato 3 urologi che mi hanno curato solo con il permixin e il lenidase,il mio medico curante mi ha prescritto il ciproxin 500 lo assumo da 7 gg non cambia niente che posso fare , tutti dicono che e una prostatite: mi può aiutare? Grazie.”