Helicobacter pylori, nuovo farmaco efficace

Arriva contro l’Helicobacter pylori, batterio noto per essere una delle principali cause di ulcera allo stomaco, un nuovo farmaco per il trattamento dei pazienti che ne sono affetti: una soluzione efficace a base di bismuto subcitrato potassio, metronidazolo e tetraciclina.

Ulcera gastrica, i sintomi principali

L’ ulcera gastrica è una malattia che può passare inosservata per diverso tempo ed addirittura essere asintomatica. Vediamo insieme quali sono i sintomi principali di questa patologia per comprenderla meglio e imparare a riconoscerne la manifestazione.

Ulcera allo stomaco, cosa mangiare e non, la dieta come cura


L’ulcera allo stomaco è una ferita che si sviluppa nella mucosa dello stomaco. Tra le più comuni cause dell’ulcera troviamo le infezioni batteriche e l’abuso di alcuni medicinali che hanno, come effetto collaterale, un’azione irritante per le pareti dello stomaco. L’abuso di alcuni particolari alimenti era un tempo considerata una delle principali cause di questa patologia, oggi la ricerca a permesso di rivalutare tali considerazioni. Sappiamo però che le scelte alimentari sono fondamentali per accelerare il processo di guarigione. In questo articolo cosa mangiare e cosa non mangiare in caso di ulcera allo stomaco.

Ulcera peptica (gastrica e duodenale): sintomi, cause e cosa mangiare


L’ulcera peptica è una patologia caratterizzata da una ferita (o una serie ferite) rotonda od ovalare localizzata nella mucosa che riveste il tratto digerente superiore. A seconda della zona in cui si sviluppa, l’ulcera peptica viene definita gastrica (quando colpisce lo stomaco) o duodenale (quando colpisce il duodeno). Quest’ultima è molto più frequente e può svilupparsi con maggiore facilità anche nei soggetti più giovani (30-40 anni di età). L’ulcera gastrica, invece, insorge prevalentemente in età avanzata ed è spesso associata a gastrite cronica atrofica. Quali sono i sintomi correlati alla patologia? Quali le cause? Cosa mangiare in caso di ulcera? In questo articolo risponderemo a tutte queste domande.

Gastrite e ulcera: attenzione alla primavera

Se soffrite di gastrite ed ulcera, la primavera potrebbe non portare solo sole e temperature miti: potrebbe essere la causa di una recrudescenza delle vostre patologie. Il perché? Tutta colpa dell’Helycobacter pylori che approfitta dello stress, seppure inconscio, che il nostro organismo soffre con il cambiamento di stagione.

Bruciore di stomaco ed ulcera, nuova cura con succo di patate?

Lo stress, la vita frenetica ed una dieta inadeguata possono avere molte conseguenze, tra le quali lo sviluppo di ulcere e bruciore di stomaco. Ovviamente anche i batteri come l’helicobacter pylori possono avere il loro peso nello sviluppo di queste condizioni.  Di solito per curare tali affezioni vengono utilizzati degli antibiotici specifici, con risultati più o meno apprezzabili. Ora l’attenzione degli esperti si sta muovendo verso il succo di patata.

I sintomi dell’ulcera

Quando parliamo di ulcera in modo generico come in questo caso ci riferiamo essenzialmente ad ulcere dell’apparato gastrointestinale, anche se la parola ulcera, (lesione, piaga, ferita), è riconducibile a qualunque parte del corpo: esiste l’ulcera del piede, degli arti, della bocca. Si tratta però di ulcere visibili e facilmente individuabili, che provocano anche dolore e sintomatologie specifiche. Lo stesso non può dirsi per l’ulcera peptica, per l’ulcera duodenale (prima parte dell’intestino tenue) o ulcera del colon (tipica della colite ulcerosa). Dunque per individuare un’ulcera che si sviluppa all’interno del corpo è importante prestare attenzione ai sintomi dell’ulcera.

Alcuni farmaci aumentano il rischio di infezioni batteriche

Si chiamano inibitori della pompa protonica e sono prescritti di solito per curare alcune condizioni piuttosto comuni come il reflusso acido, ulcere allo stomaco ed altre che riguardano l’acidità di stomaco. Secondo l’ultima rilevazione effettuata dalla Food and Drug Administration (FDA) alcuni di questi anziché diminuire l’acidità rischiano di aumentarla, portando ad una grave infezione batterica intestinale.

Lesioni cutanee: i sostituti dermici accelerano il processo di guarigione

In Italia circa 2 milioni di persone soffrono di ulcere e piaghe, racchiuse in un’unica fastidiosa categoria: quella delle lesioni cutanee. Si tratta di lacerazioni della pelle che, per un motivo o per un altro, si formano in particolar modo dopo i 65 anni, e più si è anziani e più è lenta la guarigione. Questa delle volte non avviene nemmeno, ed in questo caso si parla di lesioni croniche, cioè quelle con cui una persona convive per sempre, che compaiono in circa l’11% dei pazienti in ospedale. Una nuova tecnica di bioingegneria però promette di cambiare il destino di queste piaghe.

Lichen Planus

Lichen Planus

Il lichen planus è una malattia in cui c’è un prurito, gonfiore e sfoghi sulla pelle o in bocca.

CAUSE: L’esatta causa del lichen planus è sconosciuta. Tuttavia, è probabilmente correlato ad una reazione allergica o immunitaria.

Herpes labiale, cause, contagio e cura: farmaci o rimedi naturali?

L’herpes labiale è una piccola ulcera che si forma sul viso, e più precisamente sulla bocca che causa dolore, bruciore e prurito, prima di scoppiare. Una volta che questa è scoppiata, si formano delle croste. I luoghi più probabili in cui compaiono sono le labbra, il mento, le guance e persino nelle narici, mentre siti meno probabili sono le gengive o il palato.

La causa è un virus, denominato Herpes simplex di tipo 1. Il virus è latente (dormiente) nel corpo e si risveglia (si dice che viene “riattivato”) da fattori come lo stress, colpi di sole, la febbre o una vasta gamma di malattie infettive come i raffreddori. Per questo, anche senza un contagio apparente ed anche se una persona è stata bene attenta al contatto labiale, l’herpes può nascere ugualmente.