5 consigli per un’estate di studio senza stress

Come dividersi tra divertimento e studio d’estate? Con l’arrivo del caldo e la fine delle scuole gli studenti hanno davanti a sé mesi di inattività che devono imparare a gestire adeguatamente per non indugiare in stili di vita inopportuni. Ecco come.

Buon Ferragosto: con rimedi e consigli per stare bene in estate

Buon Ferragosto a tutti dalla redazione di Medicinalive. L’occasione è quella per riproporvi alcuni generali consigli per un’estate all’insegna della salute e del benessere attraverso la prevenzione. Di certo molti di voi saranno già stesi a crogiolarsi al sole, altri di nuovo a casa (ed almeno oggi non al lavoro, mi auguro), ma di sicuro leggere i nostri suggerimenti non vi farà male: anzi potrete fare una valutazione su come sono andate o stanno andando le cose dal punto di vista della salute! Ecco allora i nostri consigli:

Vacanze esotiche con i bambini, i consigli dei pediatri

Le mete esotiche restano quelle predilette da chi va in vacanza, e negli ultimi anni anche dalle famiglie con bambini, ma quali rischi si corrono? I medici della Società italiana di infettivologia pediatrica (Sitip) hanno realizzato una sorta di mappa delle malattie infettive più frequenti  e le azioni di prevenzione da mettere in atto.

Vacanze, punture di medusa e tracina: cosa fare

Quando ci si reca in vacanza al mare, solitamente si “mettono” in conto casuali incontri con la fauna dell’acqua. Animali non sempre carini ed innocui. Gli incontri ravvicinati più a rischio nel nostro mar Mediterraneo sono rappresentati dalle meduse e dal pesce ragno, conosciuto soprattutto con il nome di tracina. Cosa fare quando si ha la sfortuna di imbattersi in loro?

Vacanze: l’importanza del riposo e della giusta scelta

Durante le vacanze si cerca di fare tutto ciò che non si è riusciti a portare a termine durante l’anno:  riposo, divertimento, sport, amicizia. In ogni scelta esiste comunque una parola chiave che è “relax”, magari anche solo mentale. Recuperare energie, avere del tempo da dedicare a se stessi e al proprio hobby, scaricare la tensione con un massaggio o una lunga nuotata, ma anche con un viaggio culturale alla scoperta di nuovi mondi, servono a combattere quella che è la malattia del secolo nei paesi occidentali: lo stress.

Adolescenti, la scuola è finita: cosa non fare la prossima estate

Tra pochi giorni arriverà il momento più atteso da milioni di ragazzi e ragazze di tutt’Italia, l’ultima campanella e l’inizio delle vacanze estive. Ad eccezione dei migliaia che si sottoporranno agli Esami di Stato (e per loro verrà con qualche settimana di ritardo), per tutti gli altri il pensiero fisso in testa ha un solo nome: vacanze.

Le vacanze estive vogliono dire divertimento, sole, amori, mare e feste. Tutto sembra dovuto dopo un anno di duro lavoro tra banchi e libri, ma attenzione perché non tutto fila sempre liscio. Se volete evitare di compiere qualcosa di cui potreste pentirvi, continuate a leggere per sapere alcune cose da tenere a mente questa estate.

Sindrome da rientro: i sintomi e la prevenzione

Oggi vorrei parlarvi della cosiddetta “sindrome da rientro”, che mi colpisce inesorabilmente ogni anno. Dopo il 15 agosto si inizia a parlare di fine delle vacanze e sembra che anche l’estate stia per terminare, anche se così non è. Abbiamo di fronte a noi ancora molte belle giornate di sole e spesso di caldo: è per questo che la voglia di tornare al lavoro o comunque alla routine quotidiana può diventare una sofferenza.

Insieme a me ne soffrono almeno un italiano su 10 secondo i dati Istat. Abbiamo già visto come il benessere acquisito in vacanza scompaia presto (qui), ma quali sono i sintomi di questa malattia emergente? Mal di testa, nausea, ma anche e soprattutto malinconia e dolori muscolari!

Benessere psicofisico: scompare subito dopo le vacanze

Secondo una ricerca pubblicata poco tempo fa la sensazione di relax acquisita con le vacanze, svanisce subito, appena si rientra a casa o peggio, in ufficio. A metterci in allarme è la dottoressa Jessica de Bloom, della «Radboud University» nei Paesi Bassi, che ha analizzato lo stato di benessere psicofisico nelle due settimane prima della partenza e dopo il rientro, controllando anche il periodo vacanziero.

Ne è emersa l’ennesima conferma dell’esistenza della “sindrome da rientro” o “di fine ferie. Ma ci sono sinonimi vari: stress da rientro, “post vacation blues” , depressione post vacanza, ecc. Tutti per esprimere un medesimo concetto: in vacanza si sta meglio!

L’Istat afferma che ne soffre addirittura un italiano su 10. Ma questo è più che normale perché il nostro organismo ha un fisiologico bisogno di riposo, anche e soprattutto mentale.

Sole: come evitare danni ai capelli

Anche i nostri capelli ci accompagnano in vacanza! Spesso però tornano molto più stressati di quando sono partiti. I raggi ultravioletti nocivi per la nostra pelle, non risparmiano neppure loro. A questo si aggiunge la salsedine, il vento, i lavaggi continui, il cloro delle eventuali piscine ed il calore del phon. Come fare allora? Occorre prendersi cura dei nostri capelli esattamente come facciamo con la nostra pelle.

In ballo non c’è il rischio di un melanoma, ed è la cosa più importante, ma questo non significa che dobbiamo trascurare la nostra capigliatura. I capelli hanno un forte impatto sull’aspetto esteriore delle persone: le donne lo sanno bene, con una messa in piega appena fatta sembrano sempre più belle ed in forma. Anche gli abiti ed il trucco acquistano di valore. Gli uomini invece che tendono a perderli, i capelli, sanno quanto siano importanti dal punto di vista psicologico, della sicurezza nel porsi verso gli altri.

Rughe e vacanze: consigli d’uso per botulino e filler

Ma i trattamenti estetici si possono fare d’estate, prima delle vacanze? L’esposizione al sole è permessa dopo un’iniezione di botulino? Sono tante le domande che ci vengono in mente in questo periodo in cui siamo maggiormente abituati a pensare a noi stessi, anche e soprattutto al nostro aspetto estetico, che non si limita solo alla “prova costume”.

Pensiamo a queste cose perché le vacanze sono un momento di confronto importante con il prossimo, ma soprattutto con se stessi. Per “sentirsi” bene, spesso occorre anche “vedersi” bene. E allora cominciamo a desiderare di correggere qualche difetto, o meglio, qualche segno degli anni passati. Ma è tardi per affrontare le rughe?

Famiglia in vacanza. Un occasione da non perdere per stare con i propri figli

Sono moltissime le famiglie italiane che ogni anno decidono di trascorrere le ferie estive in un villaggio turistico e altrettanti i genitori che guardano con favore all’idea che i propri figli trascorrano la gran parte del loro tempo al mini-club, lo spazio di gioco e intrattenimento dedicato ai più piccoli di cui è dotata ogni struttura turistica per famiglie che si rispetti.

Eppure le vacanze dovrebbero rappresentare una buona occasione per stare un pò insieme ai bambini giocando e divertendosi con loro, soprattutto se gli impegni lavorativi impediscono sia al papà che alla mamma di farlo durante il resto dell’anno. A sottolinearlo 35 su 100 pediatri invitati ad esprimere il proprio parere sulla consuetudine di affidare i propri figli agli animatori del mini-club.

E se ad agosto ti sorprendesse la diarrea del viaggiatore? Niente paura, c’è un medico al telefono

Quante volte ci sarà capitato di aver bisogno di un medico subito prima di partire per le vacanze estive o, addirittura, mentre siamo già in viaggio? A volte a preoccuparci sono piccoli problemi di salute, dubbi, perplessità o “incidenti” vacanzieri come una scottatura, una puntura d’insetto o disturbi gastrointestinali causati dal cambiamento delle nostre abitudini alimentari.

Per venire incontro alle esigenze dei turisti colti di sorpresa da una di queste eventualità anche quest’anno sarà attivo il servizio di consulenza telefonica estiva dell’Ambulatorio di Medicina dei Viaggi offerto dal Centro Diagnostico Italiano (CDI). Uno specialista, disponibile per quattro ore al giorno, sette giorni su sette, risponderà a tutti i nostri quesiti relativi alla salute. Il servizio è assicurato da inizio giugno a fine settembre.