7 semplici rimedi contro il bruciore di stomaco (foto)

Il bruciore di stomaco vi attanaglia? Non vi fa dormire o vi colpisce in particolar modo dopo il vostro pasto preferito? Se il sintomo non è episodico, ma caratterizza le vostre  giornate già da qualche tempo, è il caso di rivolgersi ad uno specialista per individuare la causa specifica. Lo dico per esperienza: vale la pena di soffrire a vita e rischiare conseguenze onde evitare una gastroscopia? Tra l’altro non sempre necessaria per la diagnosi? Decisamente no, perché una volta trovata la causa si può procedere alla giusta terapia.

Ulcere all’intestino, attenzione ai farmaci antiacido

I farmaci antiacido, generalmente assunti per ridurre l’acidità di stomaco e per controllare i danni causati da altri farmaci, come i FANS, potrebbero comportare problemi gravi all’intestino e possibili ulcere. L’allarme, arriva da un gruppo di studiosi del Farncombe Family Digestive Health Research Institute presso la McMaster University, negli Usa.

Reflusso gasto-esofageo: tutta colpa dell’acido


Quando mangiamo, il cibo passa dalla bocca allo stomaco, transitando attraverso l’esofago. Esofago e stomaco sono separati dal cardias (una struttura muscolare con funzione di valvola posta alla fine dell’esofago e porta d’ingresso dello stomaco) che si apre al passaggio del cibo per chiudersi poi subito dopo. Può accadere, però, che questa valvola non funzioni come dovrebbe, facendo tornare indietro nell’esofago cibo e materiale acido.

Ma, se lo stomaco è fatto per resistere alla presenza dell’acido al suo interno, l’esofago proprio no. Ecco che, allora, il ristagno dell’acido crea ferite, infiammazione e dolore. Il reflusso può essere causato sia da una condizione fisiologica, e quindi normale, che patologica, e quindi dovuta ad una malattia. E le sue conseguenze dipendono dalla frequenza con cui si manifesta.

Sviluppare la memoria per rimanere giovani: qualche esercizio per ricordare meglio

Oggi che la tecnologia mette a nostra disposizione memorie virtuali di ogni tipo, da quella del cellulare all’enorme mole di dati che è possibile immagazzinare sul personal computer e sulle chiavi usb, agli itinerari stradali suggeriti dai navigatori gps, sembra diventato inutile usare la nostra di memoria.
Conosco molte persone che non sono in grado di ricordare neanche il proprio numero di telefono.

In realtà la memoria umana va sviluppata ed allenata, anche oggi che sembra superflua,perchè serve a rafforzare il cervello e a mantenersi giovani.
La memoria è strettamente legata all’intelligenza ed alla creatività, ed il suo incremento conduce alla possibilità di accedere più velocemente alle informazioni, e di effettuare un maggior numero di associazioni mentali.