Piedi e caviglie gonfie, 7 cose da fare

Cosa fare in caso di piedi e caviglie gonfie? Si tratta di un problema comune, soprattutto tra le donne, che consiste nell’accumulo di liquidi nello spazio interstiziale delle cellule. Il calore estivo, lo stare troppo tempo in piedi, possono portare anche le persone sane a sperimentare questo disturbo. Vediamo insieme come combattere naturalmente questa problematica quando la stessa non è causata da patologie.

Cellulite, addio con nuovo trattamento combinato

Addio alla cellulite con un nuovo trattamento combinato a base di carbossiterapia e Triactive in grado di restituire tonicità e elasticità alla pelle. E una buona notizia dunque per tutte le donne – e sono tante – che si trovano costrette ad affrontare il problema della pelle a buccia d’arancia.

Dolore polpaccio, cause e cosa fare

Le cause del dolore al polpaccio possono essere molte e vale la pena indagare per capire come curare il problema in modo efficace. Avvertite fastidio camminando oppure dopo palestra? O ancora, lo riscontrate anche a riposo? In ogni caso il consiglio è quello di non perdere troppo tempo: se sottovalutato, il dolore al polpaccio può peggiorare.

Sindrome del laccio da peli, neonati a rischio

Bisogna fare attenzione ai piedi del neonato: anche un capello può rivelarsi pericoloso se, passando inosservato, si attorciglia attorno alle piccole dita del bimbo. Si chiama “Sindrome del laccio da peli” e le conseguenze possono essere di diversa gravità a seconda che ci si accorga del problema.

I 5 oli essenziali più efficaci contro la cellulite

Contro la cellulite non esistono soltanto le creme ma anche gli oli essenziali possono essere davvero efficaci a patto che vengano utilizzati con una certa constanza. Naturali e non particolarmente costosi, potrebbero rappresentare una soluzione per combattere il fastidioso aspetto della pelle a buccia d’arancia, tipico di quando la pelle non è soda e elastica. Quali sono i 5 migliori oli essenziali da utilizzare contro la cellulite?

Mani fredde doloranti con formicolio: le cause

Mani fredde, doloranti e con formicolio: un disturbo che si affaccia più spesso di ciò che si crede nella vita delle persone e che può dipendere da diversi fattori. Ricostruiamo insieme quali possono essere le cause di questa condizione.

Mani gonfie e doloranti al risveglio e non: cause e rimedi

Al mattino al risveglio o nel corso della giornata le vostre mani si gonfiano e diventano doloranti? Si tratta di un disturbo molto frequente nella popolazione e “comune” a diversi disturbi fisiologici spesso transitori e non preoccupanti. Il problema consta nel fatto che questa condizione può rivelarsi debilitante nella normale gestione delle azioni quotidiane.  Vediamo a cosa è dovuta questa sintomatologia ed a come rimediare.

Ritrovare il benessere con la silvoterapia

La natura, da sempre, ci offre i suoi rimedi per la cura di affezioni e malattie, ma anche il semplice contatto con le piante e gli alberi dei boschi può favorire il benessere dell’organismo. Sebbene la silvoterapia sia stata inserita nella balneoterapia a partire dagli anni Trenta, si tratta, infatti, di un pratica molto antica, che affonda le sue “radici” nella tradizione dei Celti, dei Germani, ma anche dei Greci e dei Romani.

Terapie al massaggio: piacevoli, momentaneamente efficaci ma incapaci di risolvere i problemi di salute

La manipolazione continua a riscuotere enorme successo: il massaggio è entrato ufficialmente nelle abitudini degli italiani al punto che il mercato ne offre di tutti i tipi. Molte le promesse, una la certezza: si tratta di sedute che possono agire temporaneamente su un acciacco e garantire sensazioni di benessere ma non sono in grado di risolvere problemi di salute.

Alcune delle tipologie più richieste: il calore di pietre laviche, scaldate ad una temperatura di 60-70 gradi, rilassa il corpo e migliora la circolazione. Le pietre, di diverse dimensioni, sono poste sul lettino sul quale ci si stende oppure vengono utilizzate per praticare il massaggio. A contatto con la pelle, rilasciano lentamente il calore, donando una sensazione di benessere e facilitando la circolazione sanguigna. Il trattamento costa, in media dai 60 ai 100 euro.

Jogging: consigli e benefici della salutare “corsetta”

Il termine jogging significava originariamente il percorrere una certa distanza lentamente, in maniera rilassata.
Oggi il concetto di jogging si è esteso ad altri significati e viene spesso associato all’idea di una corretta e sana attività fisica, per mantenersi in forma, o ad un modo per impiegare il tempo libero o ancora per socializzare e per liberare la mente ed il corpo dallo stress psico-fisico.

Si può praticare jogging sia in città che in campagna, ma è preferibile scegliere sempre zone verdi, come parchi o viali alberati. Occorre iniziare gradualmente con 15 minuti la prima volta e poi aumentare le sessioni successive fino ad arrivare a 30-45 minuti.
Prima di correre è bene effettuare qualche esercizio di riscaldamento, anche semplicemente camminare velocemente per una decina di minuti.
Alla fine è bene fare un po’ di stretching.
Per ottenere dei risultati bisognerebbe correre almeno 2 o 3 volte a settimana per 20 minuti circa.