Maltempo, salute e sanità in emergenza, ecco come la si sta affrontando nel Lazio

L’ondata di neve e gelo ha pervaso, come previsto tutta l’Italia colpendo in particolar modo il centro-sud. La Regione Lazio, con la capitale Roma, in testa, dopo i primi fiocchi di neve di ieri mattina è entrata in crisi. A volte, chi si trova al caldo, in casa, e non è obbligato ad uscire per andare in ufficio non si rende neppure conto di ciò che tutto questo può significare, come possa mettere a repentaglio la vita oltre che la salute di tante persone, eppure gli esperti lo sanno. Per questo date le previsioni meteorologiche il Ministero della Salute ha diffuso un decalogo di consigli per evitare i rischi per la salute dovuti al freddo, che puntualmente vi abbiamo proposto ieri.

Il decalogo per rimanere in salute nonostante il freddo

Stavolta il freddo è arrivato davvero. Pare che questa sarà la settimana più gelida dell’inverno e allo stato delle cose, non possiamo che confermare questa ipotesi meteorologica e prenderci cura della nostra salute che con le temperature troppo basse è a maggior rischio: aumentano i casi di influenza stagionale e delle sindromi influenzali, raffreddore, tosse, geloni, dolori muscolari e malattie respiratorie croniche si fanno più intense arrivando anche a mettere a rischio addirittura la vita delle persone anziane ed in generale di tutti coloro che non possono godere di un riparo adeguato e vanno incontro ad assideramento o ipotermia. Ecco allora che il Ministero della Salute ha diffuso un vero e proprio decalogo redatto dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie -Ministero della Salute. Di seguito i consigli:

Protesi d’anca difettose e non solo: quali i veri rischi ed i controlli

Protesi d’anca difettose. Analizzando il caso mi sono imbattuta nei giorni scorsi in un prezioso strumento informativo: è uno spazio all’interno del sito del Ministero della Salute che riguarda tutte le segnalazioni di sicurezza circa i dispositivi medici. Qui ho trovato tutte le segnalazioni della DePuy circa le protesi a rischio, oltre che quelle di numerose altre società. Ne abbiamo ancora parlato con la dottoressa Marcella Marletta a capo della Direzione Generale dei Dispositivi Medici, del Servizio Farmaceutico e della Sicurezza delle Cure del Ministero della Salute, a cui questa pagina informativa fa riferimento.

Renato Balduzzi, il nuovo Ministro per la Salute

Renato Balduzzi è il nuovo Ministro della Salute. Sciolta la riserva da parte di Mario Monti, il nuovo Presidente del Consiglio e presentata la lista dei Ministri che vede a sorpresa l’arrivo del nuovo ministro, non citato nel “totoministri” delle ultime ore. E’ un tecnico, come gli altri, un giurista, professore Ordinario di Diritto costituzionale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche ed Economiche A. Galante Garrone, Università del Piemonte Orientale.

Il contagio da tubercolosi ci spaventa, ecco perché

La tubercolosi conosciuta anche come tisi o tbc, ci spaventa molto. E’ una malattia che in Italia avevamo quasi dimenticato o che ritenevamo relegata ad ambienti igienico-sanitari particolarmente degradati. In parte questo è vero, ma il bacillo responsabile della TBC è altamente contagioso: basta un colpo di tosse e si trasmette (per via aerea dunque) a chi si trova nelle immediate vicinanze. E’ chiaro che negli ambienti chiusi ed affollati come il reparto di un ospedale (vedi il caso del Policlinico Gemelli) o una scuola (con l’insegnante che ha contagiato gli alunni) il tutto diventa più semplice, oltre che preoccupante.

Sigarette elettroniche vietate ai minori di 16 anni

Sigarette elettroniche vietate ai minori di 16 anni. Ci risiamo con un nuovo capitolo sulle sigarette elettroniche: fanno bene, fanno male, funzionano, o meno? La voce però stavolta è ufficiale, e viene dal Ministero della Salute: secondo un’ordinanza emanata ad Agosto e pubblicata ieri sulla Gazzetta Ufficiale, da oggi è vietato vendere tali dispositivi ai giovanissimi. Perché? Per prevenzione. Lo stop riguarda però solo le “sigarette elettroniche con presenza di nicotina”, non tutte le sigarette elettroniche si avvalgono di questa sostanza per aiutare a smettere di fumare, benché in quasi tutte ve ne sia presente almeno una percentuale infinitesimale.

Oggi la Giornata Nazionale Sla (Sclerosi Laterale Amiotrofica) all’insegna del buon vino

Si celebra oggi la quarta Giornata Nazionale contro la Sla, Sclerosi Laterale amiotrofica organizzata dalla AISLA Onlus. Anche quest’anno contribuire è semplice e l’offerta è ripagata oltre che dalla consapevolezza della giusta scelta, anche da una bottiglia di Barbera d’Asti DOCG. I fondi raccolti serviranno per numerose iniziative che l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA) mette quotidianamente in campo per sostenere le persone malate, le famiglie e soprattutto la ricerca scientifica.

Influenza stagionale 2011, al via la nuova (ma vecchia) campagna di vaccinazione

Inizierà a metà ottobre la nuova campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale 2011-2012 e si protrarrà come sempre fino alla fine dell’anno. Le raccomandazioni per la prevenzione ed il controllo dell’epidemia sono state diffuse già nel mese di Agosto, attraverso una circolare del Ministero della salute. Anche in questa occasione, secondo i dati raccolti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) il vaccino preventivo conterrà antigeni a più ceppi virali, compreso quello ex pandemico del virus A/H1N1 che assolutamente non deve mettere in allarme.

Perché i bambini rischiano maggiormente il colpo di calore se lasciati in auto?

Perché i bambini sono tra le categorie a rischio per il colpo di calore e la disidratazione? E’ una domanda che forse ci siamo posti in molti in questi giorni di emergenza caldo in cui si fanno numerosi appelli per la salvaguardia della salute delle persone anziane, dei malati cronici e dunque dei bambini. Di certo ci siamo risposti che sono più delicati e fragili, ma perché in questo contesto? Dipende dal fatto che sono “più piccoli”, anche di statura: la temperatura corporea nell’infanzia sale dalle tre alle cinque volte più rapidamente che nelle persone adulte, perché sono inferiori le riserve fisiologiche di acqua.

Ipertensione ed ictus: in Lombardia si combattono diminuendo il sale nel pane

Da ieri in Lombardia, l’ictus e l’ipertensione si potranno prevenire acquistando del pane speciale: con una quantità minore di sale. In particolare 200 panificatori hanno accettato di ridurre volontariamente le quantità di sodio nei loro prodotti, in modo graduale. Attualmente in un pezzo di pane, al totale della farina corrisponde il 2% di sale; ebbene da ora in poi la diminuzione arriverà a quota 1,07% per la fine del mese di giugno 2012. Insomma nessun palato, per quanto raffinato, si renderà conto di tale modificazione organolettica, ma di sicuro il nostro organismo ne trarrà giovamento. Come più volte ricordato infatti, la nostra alimentazione è satura di sali, pur necessari per la nostra salute: ne basterebbero 5 o 6 grammi al giorno secondo le indicazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Cecità: un percorso hi-tech al policlinico Gemelli

Cecità: un percorso hi-tech, tattilo-plantare-vocale da oggi accompagnerà i non vedenti presso un ambulatorio ospedaliero a loro dedicato. Accade a Roma, presso il Policlinico Gemelli, dove ha sede il Polo Nazionale di Servizi e Ricerca per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione visiva degli Ipovedenti. Si tratta di un percorso di circa 500 metri.

E’ il primo servizio di questo tipo installato in un ospedale italiano ed è stato fortemente voluto dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità IAPB Italia onlus, ovviamente con la collaborazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e del Ministero per la Salute.

D’ora in poi, almeno in questo contesto i disabili visivi potranno muoversi in libertà ed autonomia, senza barriere, cosa che dovrebbe essere normale nella vita quotidiana, ma che non lo è neppure quando ci si deve rivolgere a strutture specialistiche.

Caldo: numero verde per le emergenze

Caldo record: il Ministero per la Salute ha attivato a partire da oggi, un numero gratuito per le emergenze, è il seguente: 1500. Non sembra allontanarsi dalle città italiane la cappa di umidità e calore arrivata la scorsa settimana. Anzi si è estesa anche nel sud d’Italia.

Svenimenti, mancamenti, colpo di calore, astenia e disidratazione. Tutti malori ben precisi, più o meno seri derivati dalle alte temperature e che stanno soffocando, se non addirittura paralizzando alcune strutture sanitarie. Il Ministro Fazio ha messo a disposizione il numero verde per ogni evenienza, affinché il cittadino sappia come comportarsi in caso di queste sintomatologie.

Cuore: la carta del rischio cardiovascolare

Rischio cardiovascolare: tutti ne parlano perché è fondamentale per la nostra salute. Quasi nessuno però sa come vengono identificati i parametri presi in considerazione, ovvero come viene realizzata la cosiddetta carta del rischio cardiovascolare. Tutto parte da alcune informazioni che vengono reperite ed elaborate attraverso un database specifico:

qui si inseriscono ad esempio, oltre l’età ed il sesso dei pazienti, la pressione sanguigna, il peso, i valori del colesterolo e della glicemia, ma soprattutto vengono segnalati eventuali episodi di ictus o infarto. Ma vediamo nel dettaglio come questo avviene e cosa è emerso dai nuovi dati, che hanno portato ad un aggiornamento della stessa carta, strumento importante per tutti i cardiologi e non solo.