Dormire tanto aumenta voglia di sesso

Dormire tanto aumenta la voglia di sesso. Ecco quindi che un modo semplice e veloce per assicurarsi una vita sessuale soddisfacente sembra essere un bel sonno riposante. E’ questa una delle ultime scoperte presentate attraverso le pagine della rivista di settore Journal of Sexual Medicine.

7 alimenti per una migliore vita sessuale

Esistono almeno 7 alimenti che migliorano la nostra vita sessuale? Decisamente sì. Di certo non vogliamo raccontarvi di cibi da considerare come del viagra naturale, ma di qualcosa che possa stimolare grazie alle sostanze contenute nel loro interno quei processi chimici che favoriscono l’eccitazione e che possono dare una piccola marcia in più sotto le lenzuola.

Vita sessuale migliore con mastoplastica additiva?

La mastoplastica additiva può migliorare la vita sessuale delle donne? Non ci crederete mai ma lo suggerisce uno studio condotto da un groppo di ricercatori brasiliani, secondo i quali questo intervento agirebbe quasi come un “coaudivante” per le esponenti del sesso femminile e la loro soddisfazione sessuale.

Smettere di fumare, aiuta il sesso

Ci sono tante buone ragioni per smettere di fumare, a queste molteplici ragioni, si aggiunge oggi un nuovo motivo che sicuramente invoglierà molti uomini a smettere di fumare, magari con l’aiuto di cerotti alla nicotina, come hanno fatto i 65 pazienti studiata in questa ricerca svolta presso l’Università del Texas di Austin.

La salute di Berlusconi minata da festini e ore piccole?

Le rivelazioni di Wikileaks sull’opinione che gli ambasciatori USA hanno, più o meno formalmente, del premier Silvio Berlusconi hanno colto i più per non niente sorpresi: nulla che non si sapesse già, hanno scritto alcuni giornali,  a proposito dell’immagine di un premier debole fisicamente e provato dalle notti in bianco.

Tra le preoccupazioni Usa per i rapporti troppo stretti tra Putin e Berlusconi, il caso Gazprom e i presunti interessi privati sul gas, un altrettanto presunto aiuto chiesto a Bush per vincere le elezioni nel 2006, Assange rende dunque manifesti i dubbi dell’ambasciata USA a Roma sull’effettiva capacità del premier di governare per via delle condizioni di salute precarie.

Il sesso nelle donne? Tutto nella testa

Circa un terzo delle donne a cui veniva data una pillola di placebo per curare la libido bassa hanno segnalato miglioramenti nella loro vita sessuale. Una constatazione che, dicono i ricercatori è la prova della potenza della mente che misteriosamente si lega al corpo nell’atto dell’eccitazione e del desiderio.

Dopo che i farmaci come il Viagra e il Cialis hanno rivoluzionato il trattamento della disfunzione sessuale maschile, una raffica di studi clinici sono stati condotti sulle donne, nella speranza che i farmaci potrebbero fare lo stesso per rinvigorire lo slancio sessuale di una donna. Ma tutti i tentativi si sono rivelati dei fallimenti.

Tumore al seno, otto italiane su dieci hanno vinto la battaglia

E’ la prima causa di morte femminile nei Paesi industrializzati tra le donne di età compresa tra i 35 ed i 44 anni. Solo in Italia i dati relativi al 2008 parlano di quasi 38.000 casi registrati. Parliamo del tumore al seno, per dire che oggi si guarisce, con una diminuzione della mortalità che nel nostro Paese ha toccato l’11, 2% negli ultimi cinque anni nelle donne al di sotto dei 49 anni.

La battaglia finora è stata vinta dal punto di vista fisico da oltre 400.000 donne italiane. Le ferite psicologiche sono invece più dure a rimarginarsi. La depressione colpisce sei pazienti su dieci. C’è poi la paura di riammalarsi come uno spettro che si aggira nelle vite di chi ha superato la malattia ma continua a convivere con il terrore di ripassarci. Il 30% delle guarite si sente meno femminile, con ripercussioni sulla vita di coppia, il 20% rileva cambiamenti nella vita sociale e familiare dopo il cancro.

Il sesso fa la felicità

La sessualità è parte dell’essere umano. L’amore e l’intimità sessuale contribuiscono ad instaurare relazioni sane e a rendere felici.
La ricerca ha dimostrato che, nella “costruzione” della felicità, il sesso è più importante del denaro.

Dopo aver analizzato i dati di 16.000 persone, un gruppo di ricercatori inglesi ha stimato infatti che la felicità acquisita modificando la frequenza dei rapporti sessuali da uno al mese ad uno alla settimana equivale alla felicità generata dall’ottenere un aumento di 50.000 dollari.
Gli aspetti positivi della sessualità non devono tuttavia far dimenticare delle  malattie trasmissibili sessualmente.

Poco piacere nel sesso: i 10 motivi più comuni per cui questo accade

Se la tua vita sessuale non è più soddisfacente come una volta, o non lo è mai stata, non preoccuparti perché il tuo non è un caso isolato. Mentre la cronica avversione per il sesso è una questione seria, un calo occasionale nel desiderio sessuale è perfettamente normale. Le ragioni di tale abbassamento possono variare da persona a persona. Ma la seguente lista vi aiuterà a scoprirne le fonti, tra le più comuni, che possono causarlo.

1) Stress. Il lavoro e i troppi pensieri prendono il sopravvento, risucchiando l’energia sessuale.

2) Malattia. Anche se non vi è stato diagnosticato ancora nulla, può essere che sia presente una condizione ai primi stadi. Le malattie che fanno calare la libido più gravi sono l’ipotiroidismo, diabete, cancro, malattie cardiache e polmonari, e le malattie sessualmente trasmissibili. Se si sospetta di avere queste condizioni o qualcosa di più serio, consultare il medico il prima possibile.

3) Farmaci. Molti farmaci possono ridurre l’appetito sessuale. Gli antidepressivi come il Prozac e Xanax, ma anche i farmaci per l’ipertensione, psicofarmaci, sedativi, oppiacei e anche le pillole anticoncezionali possono diminuire l’interesse per il sesso o rendere difficile raggiungere l’orgasmo.

Sesso a rischio per i grassi

Grasso è bello, si sente dire spesso soprattutto a chi ha più di un semplice rotolino di ciccia in eccesso. Sull’estetica è inutile sindacare, dal momento che la bellezza è un fattore alquanto soggettivo. Ma sulla salute non ci sono dubbi: grasso vuol dire insano. L’eccesso di peso provoca infatti disturbi di varia natura, malattie cardiovascolari, difficoltà motorie, problemi respiratori e mette a serio repentaglio la propria incolumità, esponendo a diverse patologie che non affliggono i soggetti magri.

Ebbene, una recente ricerca effettuata da un team di studiosi dell’Università di Firenze avrebbe messo in rilievo come anche la sessualità dei grassi sarebbe a rischio rispetto a chi invece è in pesonorma.
Lo studio, presentato nel corso della Week for Andrology, in corso di svolgimento a Roma, ha ottenuto risultati allarmanti per quanto riguarda la corretta funzionalità sessuale dei soggetti in sovrappeso e obesi.

Apnea del sonno legata a disfunzione erettile

La sindrome dell’apnea ostruttiva nel sonno (Osas) è un disturbo molto diffuso che ora può trovare una preoccupante associazione negli uomini con un’altra patologia abbastanza comune nel sesso maschile: la disfunzione erettile.
Secondo una recente ricerca, infatti, gli uomini che soffrono di apnea del sonno possono essere altresì colpiti da una forma curabile di disfunzione erettile, provocata dalla regolare privazione di ossigeno che avviene durante gli attacchi che ostruiscono le vie respiratorie.

I ricercatori che hanno condotto questo studio, un’equipe della University of Louisville, hanno scoperto, realizzando una sperimentazione su topi di laboratorio, che nel corso di una settimana in cui gli animali erano affetti da ipossia cronica intermittente, vale a dire la mancanza di ossigeno  provocata dall’apnea ostruttiva del sonno, si registrava un declino pari al 55% delle erezioni quotidiane spontanee.

Sesso: rapporti in aumento tra il nonno e la nonna

 

Un luogo comune vuole che le persone più anziane abbiano una libido quasi del tutto spenta, con un drastico calo del desiderio sessuale seguito dall’interruzione dei rapporti con il partner.
In effetti, andropausa e menopausa sono periodi molto difficili per la vita sessuale di un uomo e di una donna in cui le occasioni e gli stimoli per fare sesso vengono spesso a mancare.

 

Tuttavia, una recente ricerca condotta in Svizzera e pubblicata on line dal British Medical Journal, dimostra proprio il contrario: negli ultimi quindici anni il sesso tra over settanta è aumentato notevolmente.