Coronavirus, Lorenzin: pensare anche alla salute mentale

Il coronavirus non ha influenza solo sulle condizioni fisiche delle persone ma anche sulla loro salute mentale: fattore che costringe la medicina ad occuparsi anche di questo aspetto della vita della popolazione. A parlare è Beatrice Lorenzin, ex ministro della Salute, facendo il punto della situazione nel corso di un’intervista con Il Messaggero.

Meditazione, alla scoperta dei benefici

Tanti sono i benefici della meditazione, una pratica tutta orientale che assicura enormi vantaggi per chi la pratica. Da tempo vi sentite alla ricerca di un po’ di serenità? Ecco, la meditazione potrebbe rivelarsi un valido strumento da utilizzare. Tanti sono i suoi benefici, scopriamoli insieme.

Come evitare di arrossire

Arrossire è spesso fastidioso specialmente quando si è in mezzo alla gente. Eppure sono tante le persone che, in preda ad emozioni troppo forti, non riescono a fare a meno di diventare rosse come dei peperoni. Ecco alcuni consigli per cercare di tenere a bada questo piccolo inconveniente!

Felicità, 3 regole da seguire

Da sempre ci si interroga sulla felicità e su quanto sia difficile raggiungerla ma ci sono alcune regole base da seguire per almeno provare a vivere soddisfatti.

Dolore al petto da somatizzazione, che fare?

Richiesta di Consulto Medico su dolore al petto da somatizzazione
Gentile.mi dottori, chiedo già scusa se il quesito sarà molto lungo ma cercherò di riassumere il più possibile. Sono un ragazzo di 22 e non ho mai baciato o fatto sesso con una ragazza o avuto una qualsiasi relazione fino a pochi mesi fa (dicembre scorso, per l’esattezza). Capirete anche voi che mi sento un pochino in ritardo rispetto alle “tempistiche normali” e penso che questo aspetto sia una delle cause della condizione in cui mi trovo e che vi vado a spiegare. Al secondo anno di università ho conosciuto una ragazza di un anno più piccola di me e già felicemente fidanzata (da 3 anni per la precisione): è nata una normale amicizia tra colleghi di studi senza alcun accenno di altro fino però ai primi di dicembre dell’anno scorso quando lei mi ha detto di avere una cotta per me… di li a poco abbiamo cominciato questa relazione “clandestina” in cui lei diceva di essere innamorata di me mentre io ero un po’ sopraffatto da questa storia, è scappato qualche “ti amo” anche da parte mia (e mi sono chiesto se fosse vero oppure lo dicessi solo preso dalla situazione, anche perché io non credo di averlo mai provato ed ho paura di non riconoscerlo). La relazione “ufficiosa” è finita da febbraio circa ma, dopo un periodo di forti alti e bassi, ultimamente siamo in ottimissimi rapporti, come dei migliori amici insomma, ci aiutiamo e ci diciamo tutto perché ci vogliamo entrambi molto bene (in maniera sincerissima) e non nascondo che ogni tanto, (per piacere e pura attrazione fisica) facciamo sesso anche se lei rimane sempre fidanzata con lo stesso ragazzo. Questa situazione chiaramente mi ha generato e mi genera ancora un po’ qualche tensione a livello emotivo (e credo sia normale) ma il bene che le voglio e quanto è importante per me è decisamente più forte della possibilità che le nostre strade si dividano, cosa che nessuno di noi vuole. Ora il dunque: da quando abbiamo cominciato ad avvicinarci (novembre) ho cominciato ad avvertire un dolore somatico in alto a sinistra nel petto, in zona cuore, che si presenta come un senso di oppressione che all’inizio era saltuario (capitava anche nei momenti in cui ero tranquillo) ma ultimamente mi salta fuori (con insieme anche una discreta rigidità del braccio sinistro) nei momenti di stress o quando penso a questa situazione con lei (che comunque porta con sé un pochino di tensione, dubbi o domande) e alcune volte sento anche delle palpitazioni. Ho avuto anche dei casi di attacco di panico per paura che il mio cuore si rovinasse o smettesse di battere… Le domande che mi pongo sono: da cosa dipende questo mio fastidio, sia a livello fisico che psichico???  Perché somatizzo proprio in quella zona ed è un po’ normale farlo oppure è completamente sbagliato? Sono in questa situazione perché magari il mio subconscio vuole una storia normale alla luce del sole come non ho avuto mai in vita mia? Mi scuso ancora per la lunghezza del quesito e vi ringrazio in anticipo per la gentile risposta.

Ansia e attacchi di panico in aumento in Italia

Ansia e attacchi di panico sono in grande in aumento in Italia dove a soffrirne sono principalmente le donne (anche se la percentuale degli uomini sta lievitando negli ultimi anni). Dati preoccupandi che fotografano una situazione ben chiara: gli italiani non vivono bene e a risentirne è la loro sfera psicologica.

 

La felicità si impara a scuola, a Torino nasce un corso per infermieri

La felicità si impara a scuola, anzi all’università. L’ateneo di Torino partirà a breve con un corso speciale dal titolo “Quando siete felici fateci caso. Neuroscienze e ologia della felicità” che sarà curato dal neuroscienziato Andrea De Giorgio e sarà rivolto soprattutto agli aspiranti infermieri.

Prestazioni scolastiche più basse a causa degli smartphone

Prestazioni scolastiche più basse a causa degli smartphone: è uno studio americano ad affermarlo. Gli studenti che chattano di continuo e consultano lo smartphone a lezione finiscono per prendere voti bassi rispetto ai coetanei che invece il cellulare non lo usano.

Ansia da esame, trucchi per combatterla

Come combattere l’ansia da esame? Lo svela Giovanni Vecchio, docente di Psicologia dello Sviluppo presso il Dipartimento di Scienze della Formazione, Università degli Studi Roma Tre: