Disabilità, legge 104 e ferie

La Legge 104 prevede la possibilità di usufruire di alcune ore di permesso lavorativo per prendersi cura di un parente affetto da disabilità o per se stessi se disabili. Cosa succede se la fruizione delle ore avviene durante il periodo delle ferie programmate o in caso di fermo produttivo?

Legge di Stabilità 2014: cosa cambia in sanità

Cosa cambierà nella Sanità nel 2014? La Legge di Stabilità per l’anno corrente è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale lo scorso 27 dicembre e questo significa che le decisioni prese in materia sono da considerare dispositive. Ovviamente tale norma coinvolge più aspetti della vita statale.

Biotestamento, Veronesi: “Ddl anticostituzionale”

Lunedì prossimo alla Camera si discuterà del provvedimento sul biotestamento. L’Italia appare divisa più che mai sul riconoscimento o meno del testamento biologico. Sulla questione è intervenuto ieri l’oncologo di fama internazionale Umberto Veronesi, che è arrivato a definire anticostituzionale e vergognoso il testo sul fine vita definito

una legge che vuole costringere le persone alla vita artificiale.

Legge su etichette cibi, più trasparenza per i consumatori

La Commissione Agricoltura della Camera ha approvato la legge “Disposizioni in materia di etichettatura e di qualità dei prodotti alimentari”, il decreto che salva il Made in Italy e che finalmente garantisce ai consumatori di sapere cosa si porta in tavola.

L’articolo numero 4 rende infatti obbligatorio indicare il luogo di origine e provenienza nonché la presenza di ingredienti provenienti da organismi geneticamente modificati in qualunque fase del processo produttivo, dal luogo di produzione iniziale al consumo finale.

Cibi avariati, sparite le pene per chi li vende

E nella pattumeria della semplificazione legislativa finirono non solo i cibi avariati, ma anche le leggi che punivano i responsabili della messa in commercio di prodotti adulterati. Un altro triste capitolo per la sicurezza alimentare italiana è stato scritto, e porta la firma del ministro leghista Roberto Calderoli.

La vendita di mozzarelle blu, di pesce esposto ad alte temperature al mercato ittico, di cozze tossiche, di maiali contaminati da diossina, erano tutti reati punibili con multe salate e finanche l’arresto in base alla legge sulla Tutela degli alimenti numero 283 del 30 aprile 1962.

Testamento biologico, l’appello di Paolo Ravasin

Paolo Ravasin è il presidente della Cellula Coscioni di Treviso. Ha 49 annni ed è malato di SLA, Sclerosi laterale amiotrofica. Paolo è “prigioniero” del suo letto presso la casa di riposo delle Magnolie. Non può muoversi.

Paolo non è nuovo agli appelli. Il  21 luglio scorso aveva diffuso il suo video-testamento biologico. Una testimonianza del suo volere.

Lo Stato intende arrogarsi il diritto di bucare il mio stomaco per introdurvi acqua e cibo: io voglio sottrarmi a questa violenza

Paolo Ravasin rifiuta l’idratazione e l’alimentazione forzata, esplicitamente e nell’eventualità in cui fosse necessartio ricorrervi. Ma nel frattempo Eluana è morta e sulla scena è comparso il disegno di legge Calabrò.

Testamento Biologico, l’ennesima presa in giro del Governo Berlusconi

Con la morte di Eluana Englaro si è accelerato l’iter legislativo su una legge, quella sul testamento biologico, in discussione da decenni in Italia, ma che mai come oggi ha così tante attenzioni. Un’istituzione laica dovrebbe teoricamente legiferare serenamente, con la discussione parlamentare, senza influenze esterne, soprattutto dalle istituzioni religiose.

Un’istituzione laica appunto, non il Governo italiano. Al momento il disegno di legge sul testamento biologico è stato finalmente completato dal senatore Raffaele Calabrò (Pdl), ed è in discussione nella Commissione Sanità del Senato della Repubblica. Per intenderci, il testamento biologico “dovrebbe” essere quel testo, redatto da un cittadino nel pieno delle sue facoltà mentali, in cui ci si esprime sulle proprie volontà nel momento in cui ci si dovesse trovare in uno stato di completa dipendenza da qualcun’altro, con incapacità di intendere e di volere, in uno stato vegetativo simile ai casi di Eluana o di Terry Schiavo.

Guardate come si combatte l’obesità in Giappone: uno straordinario modello da seguire

Il Giappone non è certo un Paese con problemi di obesità nella popolazione.
Nonostante ciò l’iniziativa presa per contrastare il sovrappeso è una delle più drastiche e riuscite che si sia mai vista sinora.
Una legge in vigore da circa due mesi prevede, infatti, che nei check-up annuali previsti venga introdotta la misurazione del livello di adipe.

Uomini e donne di età compresa tra i 40 e i 74 anni sono obbligati a sottoporsi ad una misurazione della “ciccia”, per valutare tempestivamente il rischio di obesità ed intervenire immediatamente.