Allergia ai pollini con la primavera anticipata

L’arrivo prematuro della primavera ha anticipato anche la diffusione dei pollini. Tanti, infatti, gli italiani che hanno già iniziato a manifestare i sintomi tipici dell’allergia stagionale: bruciore agli occhi, starnuti, rinite e asma. A lanciare l’allarme è Roberto Perricone, direttore della scuola di specializzazione di allergologia e immunologia dell’Università di Tor Vergata.

Gastrite e ulcera: attenzione alla primavera

Se soffrite di gastrite ed ulcera, la primavera potrebbe non portare solo sole e temperature miti: potrebbe essere la causa di una recrudescenza delle vostre patologie. Il perché? Tutta colpa dell’Helycobacter pylori che approfitta dello stress, seppure inconscio, che il nostro organismo soffre con il cambiamento di stagione.

Cura della pelle a primavera

E’ giunta l’ora di prendersi cura della pelle per prepararla al sole e all’estate. Per me è fisiologico: con l’arrivo della primavera ho bisogno di rinnovare tutto ciò che mi circonda. Mi limito a tentare di rimettermi in forma, con una serie di piccoli cambiamenti: via il grigiore dell’inverno a favore di tanta luminosità e freschezza. Ho cominciato ieri con un nuovo taglio e colore di capelli, ma già mi accingo al passo successivo: la cura della pelle.  Il freddo ha maltrattato la cute sia del viso che delle mani, ma anche quella delle gambe e del resto del corpo è rimasta troppo a lungo sommersa dagli abiti pesanti.

Spettroscopia Raman, il metodo per vivere sereni anche con l’allergia da polline

La primavera è la stagione preferita da milioni di persone. Tranne che da qualcuno che soffre di allergie varie. Mentre la natura si risveglia e tantissimi animali escono dalle loro tane per ritornare a vivere, sono ormai in molti quelli che sono costretti a rimanere chiusi in casa, soprattutto nelle giornate ventose, per evitare che un piccolo granello di polline possa rovinargli la giornata.

Purtroppo per questo genere di problema ancora non è stata trovata una soluzione, se non quella per risolvere eventuali attacchi allergici. Ma oggi c’è una speranza in più di vivere leggermente più sereni. Una ricerca tedesca infatti è riuscita ad individuare il modo per capire precisamente a quale tipo di polline un allergico è intollerante e se c’è il rischio di un attacco, in maniera tale da non costringere l’ammalato a correre a barricarsi in casa al primo soffio di vento.

Scherzi di primavera: ecco perchè ci sentiamo stanchi!


Affaticabilità e debolezza muscolare, mancanza di concentrazione, sonnolenza, alterazione dell’umore e del battito cardiaco, disturbi del metabolismo dei carboidrati e della pressione arteriosa. Spesso questi malanni arrivano proprio quando le giornate si allungano e la temperatura è più mite. Alla base c’è tutto un equilibrio minerale che va rispettato.

È, infatti, a tavola che ritroverai la carica. Con quali alimenti? Vediamo. Innanzitutto proteine, presenti nelle uova così come nei formaggi e nella carne. Essenziale è poi anche il ferro, fondamentale per il trasporto dell’ossigeno nei tessuti e presente, oltre che nella carne, anche in alcune verdure come, per esempio, gli . Nella tua dieta non può mancare il potassio, che contribuisce al buon funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso: lo puoi assumere mangiando molta frutta, soprattutto banane, kiwi e albicocche. Indispensabili sono anche il pane e il fegato, ricchi in vitamina B6 e magnesio, un minerale che riequilibra il sistema nervoso.

Problemi di insonnia? Risolveteli con l’alimentazione giusta

La primavera ormai alle porte può portare con sè, insieme alla voglia di vacanze, anche degli spiacevoli disturbi transitori: i cosiddetti malanni di stagione. Fra questi non solo le fastidiose allergie e gli stati depressivi ma anche l’insonnia e tutte le sue sgradevoli conseguenze diurne: stanchezza, irritabilità, difficoltà di concentrazione, solo per fare alcuni esempi. A causare questo disturbo possono essere tanto fattori ambientali, come l’allungarsi delle giornate e l’aumento delle temperature, quanto l’insorgenza delle comuni allergie che possono disturbare il sonno causando difficoltà di respirazione.

Preziose indicazioni su come superare questo sgradevole problema arrivano dall’ ottava “Giornata internazionale del dormire sano” svoltasi il 14 marzo scorso e organizzata in Italia dall’Associazione Nazionale Medicina del Sonno (AIMS) in collaborazione con la World Association of Sleep Medicine (WASM). Stando al parere degli esperti il segreto per sconfiggere l’insonnia è racchiuso nelle nostre abitudini alimentari. La Coldiretti, che ha partecipato all’iniziativa, ha così diffuso una guida nella quale raccoglie le indicazioni dei medici dell’AIMS, che ci aiuterà a scegliere gli alimenti più adatti per conciliare il sonno mettendoci in guardia allo stesso tempo da quelli che possono disturbarlo.