Tumore al pancreas, quale sopravvivenza?

Tumore al pancreas, quale sopravvivenza? Questa malattia è caratterizzata da un’alta mortalità, spesso dovuta al fatto che diagnosi arriva tardivamente rispetto allo sviluppo della forma cancerosa. Vediamo insieme cosa si può fare per aumentare l’aspettativa di vita nei pazienti che ne soffrono.

Tumore al pancreas, abraxane rimborsabile

E’ stata approvata la rimborsabilità dell’abraxane per il trattamento del tumore dal pancreas. Si tratta di un notevole passo in avanti per tutti i malati di questa patologia, una delle più aggressive ed inizialmente asintomatiche che possono colpire l’uomo.

4 modi per prevenire il cancro al pancreas

Il cancro al pancreas è uno dei tumori maligni più diffusi in Italia e i numeri parlano chiaro: ogni anno quasi 13mila persone si ammalano e la percentuale di casi registrati quest’anno rispetto al 2013 è salita del 4%. Il tumore al pancreas è in costante crescita ma, secondo quanto affermato dagli esperti del Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), con il Presidente Stefano Cascinu in prima linea, alcune regole potrebbero aiutare ciascuna persona a tenerlo lontano.

Steve Jobs vivo, possibile?

 

Steve Jobs vivo, possibile? Dato che la medicina non è un’opinione, la risposta che vi daremo è assolutamente negativa. Non si può sopravvivere ad un cancro al pancreas come quello che ha colpito ed ucciso l’ex guru della Apple.  E questo a prescindere dalle ipotetiche “prove” che vengono presentate in merito.

Cancro al pancreas, prevenzione con la frutta secca

Il cancro al pancreas è uno dei tumori più difficili da combattere, ma secondo i ricercatori dell’Università di Harward e del Brigham and Women’s Hospital la prevenzione potrebbe passare attraverso il consumo di frutta secca: anacardi, noci, nocciole, mandorle, pinoli, noci pecan e brasiliani ed addirittura pistacchi.

Tumore al pancreas: aumenta la sopravvivenza se cure in centri di eccellenza

Il cancro al pancreas è una delle tipologie di tumore caratterizzate dalla più alta mortalità in assoluto, nonostante la ricerca faccia continui passi avanti, le possibilità di guarire da una simile neoplasia sono sempre molto basse. Il rivolgersi ad un centro di eccellenza nella sua cura aumenta però, statisticamente, le probabilità di sopravvivenza del malato almeno del 20%.

Cancro al pancreas, consumo di carne insaccata può aumentare il rischio

Sono stati diversi gli studi che in questi ultimi anni hanno associato un eccessivo consumo di carne allo sviluppo di tumori. Uno studio recentemente patrocinato dalla Cancer Foundation svedese e condotto dal Karolinska Institutet di Stoccolma ha mostrato come in particolare gli insaccati possano favorire l’insorgenza del cancro al pancreas, palesandosi come un fattore di rischio comprovato.

Cancro: si curerà con un vaccino?

Oggi esistono vaccini per quasi tutte le malattie, dunque perché non realizzarne uno per il cancro? Ci hanno pensato i ricercatori dell’Università della Georgia, negli Stati Uniti, che hanno reso noto di aver realizzato un vaccino che per ora ha mostrato di funzionare solo sui topi. Questo dovrebbe prevenire il cancro al seno, al colon, alle ovaie e al pancreas, e almeno teoricamente dovrebbe funzionare anche sugli esseri umani.

Cancro al pancreas, è morto Steve Jobs

Alla fine non ce l’ha fatta. Steve Jobs ha perso la sua battaglia contro il cancro al pancreas che dal 2004 si è divertito a giocare con la sua salute.  Questa particolare tipologia tumorale è tra le più aggressive che possano colpire l’uomo. E difficilmente, sebbene il genio della Apple avesse specificato subito dopo la diagnosi che si trattava di una forma poco violenta, la sopravvivenza supera i cinque anni.

Cancro al pancreas, la vitamina A lo rallenterebbe

La vitamina A rallenterebbe il cancro al pancreas, aumentando l’aspettativa di vita. La speranza arriva da una ricerca del Barts Cancer Institute e del London NHS Trust, in collaborazione con l’Università di Cambridge e l’Istituto Hubrecht, diretta dal dottor Hemant Kocher e pubblicata su “Gastroenterology”.

Staminali cancro: messo a punto virus killer

Un virus killer in grado di colpire le cellule staminali tumorali: è questo il sensazionale mezzo messo a punto da un gruppo di ricercatori newyorkesi per combattere i tumori che presentano maggiore resistenza alle normali terapie come il cancro al pancreas.

Le cellule staminali, fin dalla loro scoperta hanno rappresentato il punto di partenza, nella moderna medicina, per la messa a punto di terapie sempre più all’avanguardia. Leucemie, trapianti, ricostruzioni di organi ed ora tumori. In qualche maniera la loro scoperta ha portato a passi avanti di un certo tenore nella cura della salute dell’uomo.

Tumore al pancreas, morto Daniele Formica

Si è spento ieri, all’età di 61 anni, Daniele Formica. L’attore è stato stroncato da un feroce cancro al pancreas. Doppiatore ed conduttore di successo, ha lavorato con i più noti registi del panorama italiano, tra i quali figura anche il grande Mario Monicelli.

Formica, nato nel 1949 a Drogheda, Irlanda, non è la prima star costretta a soccombere sotto questa particolare forma tumorale. Pensiamo a Patrick Swayze, morto nel settembre 2009, ed a Steve Jobs, patron di Casa Apple, che combatte con questa malattia ormai da anni e che recentemente ha dovuto abbandonare il lavoro per concentrarsi sulla sua salute.