Formicolio dita mano sinistra, destra e gambe: cause e cosa fare

Il formicolio – in gergo medico “parestesia” – è una fastidiosa sensazione che comporta un’alterazione della sensibilità e della funzionalità di una determinata area del corpo (generalmente dita, mani, braccia, piedi o gambe). La parestesia è di norma un disagio trascurabile e passeggero, ma può anche rappresentare il primo sintomo di una patologia  complessa. In linea generale, esiste la necessità di un controllo medico quando il formicolio si presenta in modo invasivo e persistente. In questo articolo classificheremo le cause e individueremo le soluzioni al problema.

Leucemia e tralicci alta tensione, nessun legame

Un vero e proprio mito sfatato: non c’è correlazione tra lo sviluppo di leucemia e la vicinanza ai tralicci dell’alta tensione. Lo ha confermato una ricerca condotta dall’Università di Oxford, togliendo finalmente dubbi in materia.

Dolori di crescita nei bambini: cause, sintomi e cosa fare

I vostri bambini si svegliano nel cuore della notte lamentando forti dolori alle gambe o alle braccia? Sono i cosiddetti “dolori della crescita“: un problema diffuso che riguarda prevalentemente i bambini tra i 3 e i 12 anni di età, ma che può manifestarsi o perdurare anche fino alla tarda adolescenza. In questo articolo individueremo le cause, definiremo i sintomi e daremo alcuni importanti consigli per affrontare al meglio questa particolare problematica.

Sindrome premestruale: melatonina tra le cause?

La sindrome premestruale, conosciuta nella letteratura medica nella sua forma più grave come PMDD, è un disturbo dell’umore riconosciuto che compare nelle donne intorno alla settimana precedente il ciclo mestruale. Non si conoscono ancora le cause precise di questo “problema” ma un gruppo di ricercatori statunitensi pensa possa essere collegata ai livelli di melatonina nell’organismo.

Mieloma: tra i fattori di rischio pesticidi e solventi

Il mieloma è un tipo di leucemia molto aggressiva che colpisce in prevalenza gli anziani e gli adulti ed attacca il midollo osseo. Una nuova ricerca internazionale pubblicata sulla rivista di settore Journal of Occupational Medicine and Toxicology indica tra i nuovi fattori di rischio di questa malattia anche i pesticidi agricoli ed i solventi per la pulizia.

Alitosi, cause, rimedi e cure per l’alito cattivo

Quando parliamo di alitosi, o alito cattivo, indichiamo l’odore sgradevole che esce dalla bocca durante la respirazione. Si tratta di un problema che può colpire qualsiasi persona a prescindere dal sesso e dall’età, sebbene con il progredire degli anni aumentino le possibilità di soffrire di questa problematica. E’ un disturbo che provoca imbarazzo socialmente, soprattutto nei rapporti interpersonali.

Vene varicose: scoperta la causa, si studiano le soluzioni

Fino ad oggi delle vene varicose, cioè vene gonfie e dolorose ben visibili ad occhio nudo, si conoscevano le cause “generiche”, cioè si sapeva ad esempio che potevano capitare in gravidanza o in caso di malfunzionamento delle valvole cardiache. Ma ancora non era molto chiaro il “meccanismo” alla loro base. Un gruppo di ricercatori tedeschi però ha superato quest’altro ostacolo, come dimostra il loro studio pubblicato sul Faseb Journal. Secondo loro la causa di tutto ciò è da ricercare in una proteina.

Mal di schiena gravidanza: cause, rimedi ed esercizi soft

Mal di schiena in gravidanza

Il mal di schiena in gravidanza, un disturbo comune che solitamente e mediamente inizia a manifestarsi intorno al quinto mese, ovvero quando il pancione si fa più evidente, affliggendo moltissime donne in dolce attesa con sintomi piuttosto spiacevoli ed invasivi.

Generalmente la maggior parte delle donne incinte lamenta dolore localizzato in un’area specifica ovvero all’altezza dei reni, in quella che è la parte bassa della schiena.

Occhio secco, freddo e vento tra le cause della secchezza oculare

Oggi parliamo di salute degli occhi. L’arrivo della primavera che, a dire il vero, a causa del maltempo e delle temperature polari di questi ultimi giorni, sembra ancora lontano anni luce, sarà accolto con ancora più gioia da quanti soffrono della sindrome dell’occhio secco, un disturbo causato dall’insufficiente produzione di film lacrimale o da un’alterata composizione dello stesso.
Per gli autori di una recente ricerca pubblicata dalla rivista di divulgazione scientifica Investigative Ophthalmology & Visual Science uno dei principali fattori di rischio, tra i primi imputati per l’occhio secco, sarebbe il calo delle temperature che favorisce la secchezza oculare.

I ricercatori, coordinati dal professor Igor A. Butovich del Dipartimento di Oftalmologia dello University of Texas Southwestern Medical Center, avrebbero infatti scoperto che l’esposizione dell’occhio e della palpebra ad una temperatura inferiore a 30 gradi Celsius potrebbe provocare l’insorgenza o il peggioramento del disturbo.

Prolattina alta negli uomini

Circa il 30% dei tumori pituitari produce un ormone chiamato prolattina. Normalmente, la prolattina è costituita da cellule specializzate dell’ipofisi chiamate lactotrofi. Nelle donne, in circostanze normali, la prolattina è secreta al momento dell’allattamento al seno, aumenta la produzione di latte materno e sopprime la secrezione di LH e FSH, causando la perdita di periodo mestruale in una donna che allatta e cercando di prevenire in tal modo altre gravidanze nel momento in cui tutta l’energia serve per alimentare il bambino.

Il ruolo della prolattina nell’uomo non è noto. La secrezione di prolattina nei maschi è regolata da un ormone ipotalamico chiamato dopamina. La dopamina sopprime la produzione di prolattina, e qualsiasi processo che diminuisce la produzione di dopamina o il suo flusso verso il pituitario può dunque causare un aumento della prolattina.

Vertigini: cause, sintomi e diagnosi

Vertigini. Che cosa sono? Si tratta di una sensazione illusoria di movimento, che può provocare nausea, vomito, tachicardia e anche diarrea. Genericamente, si dividono in soggettive – quando si ha la sensazione di movimento, instabilità, accompagnato da una sensazione di testa “vuota” e dalla difficoltà a mantenere equilibrio e senso di marcia – e in oggettive – quando è l’ambiente circostante a muoversi (fenomeno solitamente causato dal nistagmo, movimento oscillatorio involontario dei globi oculari).

Quali possono essere le cause delle vertigini? Come si diagnosticano e quali sono le cure?
Domande alle quali risponderanno stasera il professor Vincenzo Denaro, direttore della Cattedra di ortopedia e traumatologia del Campus biomedico di Roma e il professor Giorgio Guidetti, direttore del Servizio di vestibologia e rieducazione vestibolare del Policlinico di Modena. Ospiti di Michele Mirabella ad Elisir.

Si rimanda qui per ulteriori approfondimenti.