Cos’è l’eritropoietina?

Cos’è l’eritropoietina nota anche con il nome EPO? Si tratta di un ormone fisiologico -glicoproteico- che stimola la produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo. E’ secreto essenzialmente dal rene, quando si abbassano i livelli di ossigeno nel sangue. E’ prodotto anche in forma sintetica, come farmaco per curare alcune patologie legate ai globuli rossi ed in questa formulazione viene illegalmente utilizzato nello sport quale sostanza dopante. Vediamo insieme quali altre cose occorre sapere al riguardo.

Anemia falciforme, i sintomi

L’ anemia falciforme è una patologia del sangue di tipo genetico. Il suo nome deriva dalla forma a falce che acquisiscono i globuli rossi della persona che ne è affetta, totalmente differente da quella delle cellule mature e sane.

Emocromo completo con formula: leggere i risultati

L’emocromo completo con formula, conosciuto anche sotto il nome di esame emocitometrico o emogramma è un esame del sangue che si occupa di misurare le quantità dei principali elementi che compongono il materiale ematico: globuli rossi, globuli banchi, piastrine ed altre componenti.

I sintomi dell’anemia

La parola anemia deriva dal greco e significa letteralmente senza sangue. Di fatto però indica una carenza di globuli rossi, condizione di salute nota anche come emoglobina bassa. L’anemia è una malattia diffusa in tutto il mondo, che riguarda essenzialmente i bambini, e le donne, ma può colpire anche il maschio adulto. Le cause sono diverse: genetiche,oncologiche, alimentari, dovute a particolari periodi e condizioni (gravidanza, mestruazioni abbondanti, ulcere gastriche, emorroidi), ma si sviluppano sempre su due linee generali, incidono cioè su una diminuzione della produzione di globuli rossi o di emoglobina, o sull’aumento della distruzione (o morte prematura) dei globuli rossi. E’ fondamentale individuare le cause specifiche, ed altrettanto saperne riconoscere prontamente i sintomi, per poter intraprendere una terapia quanto prima. Ma quali sono i sintomi dell’anemia?

Giornata mondiale della Talassemia il prossimo 8 maggio

Anche quest’anno, il prossimo 8 maggio, si rinnoverà l’appuntamento con la Giornata Mondiale della Talassemia. Una malattia del sangue di tipo genetico, conosciuta sotto il nome di anemia mediterranea e morbo di Cooley, e quindi trasmissibile per via ereditaria. Ancora una volta tra iniziative mirate e consulti medici si desidera creare informazione attorno alla patologia.

Anemia perniciosa

Anemia perniciosa

L’anemia perniciosa è una diminuzione dei globuli rossi che si verifica quando il corpo non può adeguatamente assorbire la vitamina B12 dal tratto gastrointestinale. La vitamina B12 è necessaria per il corretto sviluppo dei globuli rossi. L’anemia perniciosa è un tipo di anemia megaloblastica.

CAUSE: L’anemia perniciosa è causata da una mancanza di un fattore intrinseco, una proteina prodotta dallo stomaco che si lega alla vitamina B12. La combinazione di vitamina B12 ed il fattore intrinseco viene assorbita nella parte inferiore dell’intestino tenue. Quando lo stomaco non produce abbastanza fattore intrinseco, l’intestino non può assorbire adeguatamente la vitamina B12.

Molto raramente, i bambini nascono senza la capacità di produrre abbastanza fattore intrinseco. L’anemia perniciosa che si verifica alla nascita (congenita) è ereditata. È necessario il gene difettoso da ciascun genitore per averla.

Cellule staminali: da qui il sangue artificiale

Cellule staminali per produrre sangue artificiale. Si tratta di un progetto importante che presto potrà risolvere il problema della mancanza di donazione di sangue e quello della trasmissione di malattie infettive attraverso la trasfusione, che purtroppo avviene ancora in alcuni paesi (non in Italia).

Il lavoro è stato realizzato dai ricercatori dell’Università di Edimburgo che si dicono certi di poter passare ai trial clinici fra soli 5 anni. Ma quali gli importanti risultati ottenuti finora? Il primo passo è già stato compiuto: da cellule staminali embrionali sono stati ottenuti dei globuli rossi, attraverso un non facile meccanismo tecnico scientifico.

Quali sono le cause della prolungata erezione del pene, in assenza di interesse sessuale?

Il priapismo è la prolungata erezione del pene, in assenza di interesse sessuale.
Ne sono affette le persone di sesso maschile colpite da anemia falciforme, una malattia genetica del sangue in cui i globuli rossi circolanti, in condizioni di bassa tensione di ossigeno, assumono una forma irregolarmente cilindrica spesso ricurva che assomiglia ad una mezzaluna o una falce.

Il priapismo è una patologia considerata molto grave perchè è associata alla diminuzione del flusso sanguigno al tessuto erettile, che può arrecare seri danni, tra cui la disfunzione erettile e in alcuni casi può provocare addirittura l’impotenza.