Come aumentare la concentrazione in pausa pranzo

La pausa pranzo riveste un ruolo molto importante nella giornata di chi, per forza di cose, è costretto a stare fuori tutto il giorno e a mangiare qualcosa al volo per poi rientrare in ufficio. Ma quali mosse compiere per aumentare la concentrazione in pausa pranzo e tornare in ufficio pieni di energie invece che mezzi addormentati come invece spesso accade?

Allenare la mente per avere successo nello sport

Allenare la mente per avere successo nello sport: ai più sembrerà strano eppure le due variabili sono strettamente collegate: ad affermarlo era stata una ricerca presentata dalla British Psychology Society nel 2003 che è tornata di grande attualità grazie all’irrompere del Mental Coaching al quale ad oggi ricorrono molti campioni dello sport. La teoria però è stata ripresa da Roberto Castaldo, esperto Mental Coach e fondatore di 4 M.A.N. Consulting, che basandosi proprio sull’importanza di una mente allenata per avere successo nello sport, ne ha tracciato i punti salienti.

Combattere lo stress da lavoro con la meditazione

Molto spesso il tipo di lavoro che svolgiamo ci richiede di essere multitasking, ovvero di essere in grado di svolgere più mansioni contemporaneamente, in special modo se l’impiego è di tipo manageriale o nell’ambito della comunicazione e del marketing.  Una situazione che crea notevole stress, ma che può essere combattuta con la meditazione.

Cali di attenzione e di memoria: 5 rimedi utili

Vi sentite sempre stanchi, fate fatica a concentrarvi e avete cali di memoria? Niente paura, si tratta di deficit mentale da solleone, un disturbo connesso alla canicola estiva. Come si cura? Alt ai farmaci, via libera agli esercizi di moto mentale.

Le erbe ayurvediche migliorano la concentrazione e la memoria

Due studi clinici condotti dal Brain Sciences Institute (BSI) della Swinburne University di Melbourne, in Australia, hanno identificato che il CDRI 08, un estratto specifico della pianta indiana Bacopa monnieri, migliora la memoria, la concentrazione e la chiarezza mentale negli adulti. Uno studio preliminare condotto dal Central Drug Research Institute (CDRI) in India su 40 bambini con ADHD (deficit di attenzione/iperattività), ha anche scoperto che migliora significativamente la cognizione.

Pilates non solo per stare in forma, ma anche per guarire da artrite e lombalgia

Una delle pratiche più comuni negli ultimi anni, tra quelle che seguono l’antenata yoga, è il pilates. Nato dall’idea di uno sportivo appassionato di body building degli anni ’30, Joseph Pilates, questa tecnica è utilizzata oggi principalmente per restare in forma, attenuare la fatica e dimagrire.

Ma una ricerca effettuata a Milano, presso gli Istituti Clinici di Perfezionamento, ha notato come tale pratica può servire anche per guarire da determinate condizioni. Più specificatamente, il rafforzamento dei muscoli della schiena, ma anche il miglioramento dell’equilibrio, l’allungamento e la tonicità dei muscoli, la coordinazione motoria e la forza possono guarire molte delle condizioni legate alla postura, come la lombalgia, o anche altre malattie come l’atrite rematoide o l’artrosi.

Mind The Gap. Tutti, ma proprio tutti, i benefici della prima colazione

Ci siamo occupati piuttosto di frequente in questo nostro spazio virtuale tutto dedicato alla salute e al benessere, dei benefici legati alla buona abitudine di fare una colazione sana ed equilibrata: solo per fare alcuni esempi, vi abbiamo già parlato di come mangiare bene ogni mattina aiuti a mantenere la linea e favorisca la concentrazione.

A confermare i benefici della colazione sul mantenimento del peso l’indagine inglese “Mind The Gap”, i cui risultati, diffusi in questi giorni, hanno evidenziato come le persone che non fanno una buona colazione quotidiana tendano poi a mangiare in modo scorretto durante la giornata, eccedendo nel consumo di cibi grassi e zuccherati e riducendo, di contro, al minimo quello di frutta e verdura.

Pilates: mente e corpo una cosa sola, oriente ed occidente fusi in un’ unica disciplina

Il concetto di fitness negli ultimi anni è lentamente cambiato passando da un’idea di sofferenza e fatica estreme a quella di una ricerca di benessere ed equilibrio non solo corporeo ma anche mentale. In questo senso il metodo “Pilates” dall’America ha preso piede anche qui da noi appassionando sempre di più un vasto ed eterogeneo pubblico.

Questo metodo ideato da Joseph Huberto Pilates nasce nei primi del ‘900 con delle idee innovative per quei tempi. Il suo scopo principale, mutuato dalle tecniche orientali, è quello di rendere consapevoli di se stessi e aiutare ad unire la mente ed il corpo in un’unica dinamica entità. Migliora l’armonia dei gesti e la postura, tonifica la muscolatura, previene i dolori alla colonna vertebrale; praticando gli esercizi si partecipa con il corpo e la mente.

Pilates stesso usava dire: “la cosa più importante non è ciò che stai facendo ma come lo stai eseguendo“. Ed ecco i suoi principi fondamentali: controllo, concentrazione, baricentro, precisione, respirazione e fluidità del movimento. Il Pilates non ha controindicazioni, è ottimo per la riabilitazione in quanto nella pratica si avvicina molto alla ginnastica posturale ma è adatto anche, a chi vuole approcciarsi ad un allenamento atletico.