Incontinenza, come migliorare cura e assistenza

Capire come come migliorare cura ed assistenza nell’ambito dell‘incontinenza: di questo hanno parlato gli esperti riunitisi per la VI edizione del Global Forum of Incontinence a Berlino. Con l’allungarsi dell’aspettativa di vita dei pazienti,  garantirgli comfort e normalità diventa un obiettivo basilare.

Tumore prostata, cura o sorveglianza attiva?

Il tumore alla prostata è uno dei più frequenti negli uomini di mezza età ma non sempre è necessario curarlo. Ci sono forme di questa malattia per le quali è sufficiente un attento e costante monitoraggio (sorveglianza attiva), lasciando la possibilità dunque di intervenire solo in un secondo tempo, quando la situazione eventualmente lo richiede. In quali casi non è necessaro curare il tumore alla prostata?

Esercizi Kegel uomo, a cosa servono, come si fanno e quando

Gli esercizi Kegel per l’uomo sono l’insieme di quei movimenti appositamente studiati per rafforzare la parete pelvica e risolvere molte delle patologie legate al campo della urologia. Incontinenza e eiaculazione precoce sono solo alcuni dei disturbi che possono trovare netto miglioramento attraverso le contrazioni volontarie del pavimento pelvico che sono appunto alla base di questi esercizi.

Incontinenza urinaria, efficace stimolazione nervosa

L’incontinenza urinaria è un problema che coinvolge molte persone, in particolare dalla mezza età in poi, di solito a causa di una sindrome chiamata della “vescica iperattiva” e che conduce ad uno stimolo improvviso ad urinare che spesso si traduce in piccole perdite. La stimolazione nervosa sembra avere una certa efficacia terapeutica.

Botulino cura incontinenza urinaria, FDA approva

La FDA, Food and Drug Administration statunitense ha approvato l’uso del Botox (onabotulinum tossina-A , o tossina botulinica e/o botulino) nel trattamento di persone adulte con problemi di vescica iperattiva che non possono sottoporsi (o non rispondono in modo efficace) ai comuni farmaci anticolonergici usati in questi casi. La vescica iperattiva è una delle principali cause dell’incontinemza urinaria.

Impotenza ed incontinenza dopo tumore alla prostata: alcune soluzioni

Il tumore alla prostata è spesso associato a successivi problemi d’incontinenza e impotenza. Ora, rispetto al passato è possibile combattere con discreta facilità questi disturbi grazie l’impianto di protesi di nuova generazione che non solo consentono al malato di ritornare a vivere una normale sessualità ma anche combattere con successo eventuali perdite urinarie.

Incontinenza: inibire un enzima con i cannabinoidi

L’incontinenza è un problema più diffuso di ciò che si crede: esso può dipendere da diverse cause e patologie: si parte da quella femminile relativa al post-gravidanza, fino a quella degli anziani derivanti da una sopravvenuta debolezza  delle pareti pelviche. In ogni caso, grazie all’esperienza in particolare di coloro che soffrono di sclerosi multipla si è notata una regressione dei sintomi nei pazienti che assumono cannabinoidi.

Incontinenza e prolasso nelle donne: nuove tecniche chirurgiche

 

La gravidanza, il parto, il sovrappeso, gli ormoni e la menopausa: sono tutti fattori di rischio urogenitali per la donna. Circa 3 milioni di italiane dai 50 anni in su soffrono di prolassi uro-genitali ed incontinenza da sforzo (IUS). Sono dati emersi nel recente Congresso italiano di Urologia che si è svolto a Milano. Si tratta di un problema serio, soprattutto dal punto di vista emotivo e sociale, che rischia di isolare quelle donne che già hanno difficoltà ad accettare il tempo che passa. 

La questione però forse sta nella corretta informazione. Non tutte le donne si rivolgono ad uno specialista, per pudicizia ed imbarazzo, ma soprattutto perché non conoscono le nuove possibilità chirurgiche per la risoluzione di questi disturbi. Nel passato infatti  per trattare un prolasso genitale (cioè l’abbassamento della sede naturale di una o più strutture pelviche: vescica, utero e retto), si procedeva con una isterectomia ovvero con l’asportazione totale dell’utero e le sue immediate complicanze.

Enuresi notturna. Il decalogo dell’Ospedale Bambino Gesù per sconfiggerla

Se anche il vostro bimbo fa la pipì a letto sappiate che rimproverarlo aspramente o, peggio, punirlo e indurre in lui sentimenti di vergogna non serve a nulla. Per affrontare il tema si sono riuniti a Roma oltre un centinaio di esperti provenienti da tutto il mondo.

Il summit, organizzato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, è stata l’occasione di fare il punto su diagnosi e trattamento e discutere dell’impatto psicologico dell’incontinenza urinaria, diurna e notturna, nei bambini in età scolare. Mentre per il 5-10% di essi si tratta di un problema facilmente risolvibile, per altri, affetti da malformazioni congenite, ad esempio delle vie urinarie o del sistema nervoso, la questione è più complessa, ma rimediabile.

Malasanità: non solo in Italia, in Germania donna ha male alla gamba, le operano l’ano!

L’Italia è sempre sotto accusa per più di un problema, dalla mafia ai rifiuti alla disoccupazione, alla malasanità.
Basti pensare che in Calabria le morti per errori dei medici sono state moltissime negli ultimi anni. Per non parlare del clamoroso caso di questi ultimi giorni, che in un ospedale di Palermo, ha portato alla luce il fenomeno dell’assenteismo.
I medici non si presentavano all’ospedale pediatrico in cui lavoravano, ma si facevano timbrare il cartellino da parenti e amici.

Ma se ci può consolare non siamo gli unici a peccare di carenze nel settore sanità. In Germania è accaduto un clamoroso errore dei medici.