I dinosauri possono essersi estinti per un particolare cancro al polmone presente anche oggi in Cina

Le eruzioni vulcaniche ritenute tra i possibili responsabili dela più grande estinzione di massa nella storia della Terra, quella che ha ucciso più del 70% di piante e animali, tra cui i dinosauri 250 milioni anni fa, si ripetono ancora oggi. Questa è la conclusione di un nuovo studio che mostra, per la prima volta, che l’alto contenuto di silice di carbone in una regione della Cina può interagire con le sostanze volatili del carbone e causare tassi insolitamente elevati di cancro ai polmoni. Lo studio, che aiuta a risolvere questo mistero, appare in Environmental Science & Technology.

David Large e colleghi hanno notato che alcune parti della Cina, e precisamente nella contea dello Xuan Wei, e nella provincia dello Yunnan, hanno la più alta incidenza al mondo di cancro al polmone nelle donne non fumatrici: 20 volte superiore rispetto al resto della Cina. Le donne, in questa regione così calda, sono costrette a cucinare nelle loro case e far cuocere i cibi su griglie a carbone che non hanno un sistema di sfogo dei fumi verso l’esterno.

Sequestrate scarpe made in China: un pericolo per la salute

Pochi giorni fà la Guardia di Finanza ha effettuato un’operazione durante la quale sono state sequestrate ben 20mila scarpe provenienti dalla Cina. Spesso i prodotti fatti in Oriente sono al centro di polemiche sulla presunta tossicità di alcuni materiali.  Il carico di scarpe ritenute pericolose per la salute, sono state rinvenute mentre erano stipate all’interno di un deposito della periferia di Firenze, pronte per essere immesse sul mercato e acquistate dai consumatori.

A rendere le scarpe nocive per l’uomo è stata sopratutto la presenza di una sostanza antimuffa, detta dimetil fumarato.

Lo smartphone aiuta i pazienti diabetici a gestire la propria malattia

I telefoni cellulari negli ultimi anni servono sempre meno per parlare. Ora i ricercatori della Saint Louis University e Old Dominion University in Virginia, dicono che gli smartphone possono essere utilizzati per aiutare i diabetici anziani a gestire la propria salute e ad imparare di più sulla loro condizione. Un team di ricercatori di economia, ingegneria, medicina e sanità pubblica, così come professionisti e ricercatori in Cina, ha progettato la tecnologia degli smartphone, che include i giochi interattivi e facili da usare, in particolare per gli anziani diabetici cinesi.

Gli studi iniziali di un sistema interattivo di auto-gestione del diabete, chiamato dai cinesi Aged Diabetic Assistant (CADA), sono promettenti. Il sistema consente ai diabetici di monitorare la loro glicemia, peso, dieta, esercizio fisico, l’umore e la pressione arteriosa, tutte preziose informazioni che aiuteranno i medici a fornire la migliore assistenza possibile.

Sappiamo che i pazienti con malattie croniche che sono attivamente coinvolti nella loro assistenza sanitaria hanno risultati migliori, ma questo può essere un compito impegnativo. Le tecnologie mobili possono permettere alle persone anziane di capire meglio il diabete, seguire i loro indici sanitari più da vicino e seguire uno stile di vita più sano

ha affermato Maggie Jiao Ma, professore assistente presso lo SLU’s Parks College of Engineering, Aviation and Technology.

Elettroporazione: lo stimolo elettrico che, affiancato al vaccino, migliora la risposta immunitaria

Brevi scosse elettriche possono aiutare il corpo a rispondere meglio ad alcuni tipi di vaccini sperimentali contro l’AIDS. Alcuni ricercatori americani hanno iniettato un vaccino insieme a tre brevi impulsi elettrici per aprire le membrane cellulari in modo che il vaccino possa entrare più facilmente.

Sandhya Vasan del Aaron Diamond AIDS Research Center di New York ha inventato la tecnica, chiamata elettroporazione, la quale può essere particolarmente utile nella realizzazione di vaccini DNA, che usano proprio un agente infettivo di materiale genetico per suscitare una risposta immunitaria.

Con un breve impulso di energia elettrica, la nostra membrana cellulare si apre temporaneamente e permette a molto più DNA di entrare. Il motivo per cui i vaccini a DNA di per sé non innescano una risposta immunitaria forte è perché la maggior parte di esso ha non entra nelle cellule

ha spiegato Vasan alla Reuters.

Sperimentato il “pillolo”, anticoncezionale maschile che funziona nel 99% dei casi

Già da qualche anno nel mondo scientifico si parla del cosiddetto “pillolo“, cioè il corrispettivo maschile della pillola anticoncezionale che da decenni è disponibile per le donne. Per rendere più democratica l’attività sessuale, da molto tempo si cerca di non far pesare soltanto sulla donna l’onere di ricordarsi di prendere la pillola per evitare le gravidanze, e si cerca di trovare una maniera per bloccarle alla base, sull’uomo.

In Cina pare abbiano trovato una soluzione. In realtà non si tratta di una pillola, ma di una normale puntura sul sedere, una sorta di vaccino contro la paternità. Gli scienziati del Centro ricerche per la Pianificazione familiare di Pechino, che da decine di anni stanno combattendo contro la “piaga” della riproduzione cinese, visto che la legiferazione che permette un solo figlio per coppia non funziona, ha trovato il metodo di iniettare nel corpo maschile del testosterone in grado di bloccare la produzione dello sperma.

Sta per nascere la prima bambina geneticamente modificata contro il cancro al seno

Un nuovo esperimento scientifico è destinato a riaprire il dibattito scienza-Chiesa sulla modifica genetica del feto. Tralasciando per un momento le questioni morali, la bioetica e quant’altro, la domanda che alcuni medici inglesi si sono posti è stata: cosa fareste se vostra figlia avesse l’80% di possibilità di ammalarsi di cancro al seno?

Se a decidere fosse stata la Chiesa, la bambina sarebbe nata con questa grave spada di Damocle puntata sulla testa (o meglio, sul petto). Per sua fortuna a decidere sono stati i genitori. La prossima settimana nascerà la prima bambina geneticamente modificata per eliminare il cancro al seno. L’operazione, avvenuta all’University College Hospital di Londra, ha analizzato gli embrioni della futura mamma, eliminando i geni incriminati.

L’inquinamento a Pechino danneggia non solo i polmoni ma anche cuore e sangue

Prima ancora che avessero inizio i giochi l’attenzione del mondo era orientata più verso il problema dell’inquinamento e delle conseguenze per turisti ed atleti che non verso gli sport stessi e le previsioni agonistiche.
E di certo non si trattava di timori infondati dal momento che la Cina è tra i Paesi emergenti che producono più gas serra, insieme all’India.
Un triste primato che ha messo in allerta esperti e medici per valutare i possibili rischi per chi deve recarsi nel Paese orientale per assistere o partecipare alle Olimpiadi.

Ricercatori e studiosi sono concordi nell’affermare che i danni ai polmoni del respirare aria densamente inquinata non siano affatto trascurabili.
Ed in effetti la prima cosa che viene in mente quando si pensa allo smog è proprio l’impatto negativo sull’apparato respiratorio.
Ma non sono soltanto gli organi respiratori a soffrire in ambienti scarsamente ossigenati: a risentirne sono anche il cuore e la circolazione sanguigna.

Olimpiadi di Pechino. In arrivo mediCina2008 la guida per la salute dei turisti

Se siete tra i circa 4 milioni di appassionati sportivi che hanno deciso di mettersi in viaggio verso la Cina in vista delle tanto attese, e altrettanto discusse, Olimpiadi di Pechino, che si svolgeranno dall’8 al 24 Agosto prossimi, è tutta dedicata a voi l’iniziativa mediCINA 2008 un progetto nato per informare e responsabilizzare gli italiani che proprio non vogliono mancare all’evento sportivo più atteso dell’anno.

Il progetto è curato dal Centro per la Medicina del Turismo di Rimini, in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della Sanità (O.M.S.) e vuole essere solo il primo passo di una più ampia iniziativa volta a promuovere un modo di fare turismo responsabile presso tutti coloro che scelgono mete esotiche e paesi lontani per la proprie vacanze. Come spiega Walter Pasini, direttore del Centro riminese, mediCINA 2008 ha lo scopo di fornire ai turisti informazioni utili circa le precauzioni da adottare prima di mettersi in viaggio verso l’impero del sol levante prime fra tutti la profilassi da seguire e i farmaci che può essere utile mettere in valigia per affrontare eventuali inconvenienti relativi alla salute.

Europei di calcio ed olimpiadi cinesi? Meglio andarci vaccinati!

Si avvicinano le trasferte dei tifosi in occasione dei prossimi Campionati europei di calcio. Per andare sul sicuro e non correre alcun rischio per la salute, il consiglio è quello di vaccinarsi.

Proprio così, le autorità sanitarie austriache hanno avvertito gli appassionati di calcio che si recheranno nel loro Paese per assistere all’evento, di provvedere a due vaccinazioni fondamentali: la prima contro il morbillo, la seconda contro la meningoencefalite da zecche (Tbe).